Vito Pecoraro, preside Istituto professionale per il Turismo "Pietro Piazza" - QdS

Vito Pecoraro, preside Istituto professionale per il Turismo “Pietro Piazza”

Angela Ganci

Vito Pecoraro, preside Istituto professionale per il Turismo “Pietro Piazza”

mercoledì 22 Maggio 2019 - 00:00
Vito Pecoraro, preside Istituto professionale per il Turismo “Pietro Piazza”

Lotta alla dispersione scolastica, sicurezza e progetti di respiro europeo: tre temi forti di una scuola innovativa

PALERMO – Lotta alla dispersione scolastica, sicurezza e progetti di respiro europeo: tre temi forti di una scuola innovativa, indici di una cultura del progresso e della partecipazione.

Tre ambiti che interessano in prima linea l’Istituto professionale per il turismo Pietro Piazza di Palermo, nella figura del dirigente Vito Pecoraro.
“Rispetto alla dispersione scolastica l’anno scorso, nel nostro Istituto, essa si attestava intorno al 23% – sottolinea Pecoraro – Oggi però prevedo, con sollievo, un leggero calo a fine anno. Tasto dolente restano però le famiglie, spesso assenti nel loro ruolo educativo”.

E se gli strumenti di contrasto alla dispersione utilizzati dall’Istituto comprendono le verifiche intermedie all’interno del biennio unico, con comunicazione delle carenze degli alunni, ulteriori attività mirate alla lotta alla dispersione sono da rintracciare nei progetti PON.
“Alcuni progetti in corso riguardano il sostegno agli studenti non italofoni, che rientrano nella categoria dei bisogni educativi speciali, o il rafforzamento delle competenze di base”.

E sul versante sicurezza? Anche qui l’Istituto risulta all’avanguardia, a fronte di un numero consistente di quasi 3.000 alunni.
“Mi ritengo soddisfatto delle condizioni di sicurezza, poiché riusciamo a tenere tutto sotto controllo. In questo senso vengono infatti organizzate prove di evacuazione e di primo soccorso con notevole riscontro, in stretta collaborazione con Protezione Civile e Vigili del Fuoco” conclude Pecoraro.

0 commenti

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Commenta

Registrazione n. 552 del 18-9-1980 Tribunale di Catania
Iscrizione al R.O.C. n. 6590


Ediservice s.r.l. 95126 Catania - Via Principe Nicola, 22

P.IVA: 01153210875 - Cciaa Catania n. 01153210875


SERVIZIO ABBONAMENTI:
servizioabbonamenti@quotidianodisicilia.it
Tel. 095/372217

DIREZIONE VENDITE - Pubblicità locale, regionale e nazionale:
direzionevendite@quotidianodisicilia.it
Tel. 095/388268-095/383691 - Fax 095/7221147

AMMINISTRAZIONE, CLIENTI E FORNITORI
amministrazione@quotidianodisicilia.it
PEC: ediservicesrl@legalmail.it
Tel. 095/7222550- Fax 095/7374001

Direttore responsabile: Carlo Alberto Tregua direttore@quotidianodisicilia.it

Raffaella Tregua (vicedirettore)
vicedirettore@quotidianodisicilia.it

Dario Raffaele (redattore)
draffaele@quotidianodisicilia.it

Carmelo Lazzaro Danzuso (redattore)
clazzaro@quotidianodisicilia.it

Patrizia Penna (redattore)
ppenna@quotidianodisicilia.it

Antonio Leo (redattore)
aleo@quotidianodisicilia.it

redazione@quotidianodisicilia.it

Telefono 095.372684