Vaccinazione, esempio dalla sanità agrigentina - QdS

Vaccinazione, esempio dalla sanità agrigentina

redazione

Vaccinazione, esempio dalla sanità agrigentina

venerdì 16 Ottobre 2020 - 00:00
Vaccinazione, esempio dalla sanità agrigentina

Somministrazione effettuata al commissario straordinario Zappia e al direttore sanitario Mancuso. Un gesto pensato per sensibilizzare la cittadinanza in vista dell’approssimarsi dell’inverno

AGRIGENTO – Un momento di grande valore simbolico ha avuto luogo nella Cittadella della salute del capoluogo, dove nell’intento di offrire un chiaro messaggio sulle buone prassi da seguire, la direzione dell’Azienda sanitaria provinciale si è sottoposta a vaccinazione antinfluenzale.

Il commissario straordinario, Mario Zappia, insieme al direttore sanitario, Gaetano Mancuso, ha voluto offrire un esempio diretto alla cittadinanza, con l’obiettivo di sensibilizzare la collettività a compiere un gesto semplice ma di grande efficacia nella tutela della salute.

La campagna di vaccinazione contro l’influenza stagionale, per la prevenzione della malattia e delle sue complicanze, è già scattata in provincia di Agrigento lo scorso 5 ottobre. Le vaccinazioni vengono effettuate su tutto il territorio negli studi dei medici di famiglia, dei pediatri di libera scelta e in tutti i presidi vaccinali aziendali. Il servizio è gratuito per chi ha compiuto i sessant’anni, per i bambini dai sei mesi ai sei anni, per i soggetti di ogni età con patologie a rischio, per le persone ricoverate in strutture per lungodegenti, per i familiari di persone ad alto rischio e, soprattutto, per gli operatori sanitari e di assistenza, gli addetti ai servizi di pubblica utilità, i donatori di sangue ed il personale che, per motivi di lavoro, è a contatto con animali che potrebbero costituire fonte di infezione da virus influenzale non umana.

“La campagna per la somministrazione del vaccino antinfluenzale stagionale – hanno sottolineato dall’Asp di Agrigento – va da ottobre sino a fine a febbraio e ciò per poter garantire livelli efficaci di copertura anticorpali nel tempo dal momento che i virus dell’influenza raggiungono l’apice della diffusione nella nostra regione tra dicembre e marzo”.

Tag:

Potrebbe interessarti anche:

0 commenti

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Commenta

Registrazione n. 552 del 18-9-1980 Tribunale di Catania
Iscrizione al R.O.C. n. 6590


Ediservice s.r.l. 95126 Catania - Via Principe Nicola, 22

P.IVA: 01153210875 - Cciaa Catania n. 01153210875


SERVIZIO ABBONAMENTI:
servizioabbonamenti@quotidianodisicilia.it
Tel. 095/372217

DIREZIONE VENDITE - Pubblicità locale, regionale e nazionale:
direzionevendite@quotidianodisicilia.it
Tel. 095/388268-095/383691 - Fax 095/7221147

AMMINISTRAZIONE, CLIENTI E FORNITORI
amministrazione@quotidianodisicilia.it
PEC: ediservicesrl@legalmail.it
Tel. 095/7222550- Fax 095/7374001

Direttore responsabile: Carlo Alberto Tregua direttore@quotidianodisicilia.it

Raffaella Tregua (vicedirettore)
vicedirettore@quotidianodisicilia.it

Dario Raffaele (redattore)
draffaele@quotidianodisicilia.it

Carmelo Lazzaro Danzuso (redattore)
clazzaro@quotidianodisicilia.it

Patrizia Penna (redattore)
ppenna@quotidianodisicilia.it

Antonio Leo (redattore)
aleo@quotidianodisicilia.it

redazione@quotidianodisicilia.it

Telefono 095.372684