Carta di identità elettronica, non solo un documento di riconoscimento - QdS

Carta di identità elettronica, non solo un documento di riconoscimento

Serena Giovanna Grasso

Carta di identità elettronica, non solo un documento di riconoscimento

giovedì 19 Marzo 2020 - 00:00
Carta di identità elettronica, non solo un documento di riconoscimento

Da gennaio è possibile collegarsi con la Cie al portale Inps. Possibilità di accedere ai servizi della Pubblica amministrazione. Può permettere di effettuare check-in

PALERMO – Non solo un documento di verifica dell’identità, la Carta di identità elettronica (Cie) è anche quello strumento che permette la fruizione di servizi ad accesso veloce, come badge identificativi per il controllo accessi e presenze o anche per abbonamenti elettronici, e rappresenta la chiave di accesso a molti servizi online. Nel dettaglio, con lettori contactless e con la maggior parte dei tablet o smartphone dotati di interfaccia Nfc (Near field communication, ovvero la tecnologia di ricetrasmissione senza fili) si ha la possibilità di accedere ai servizi digitali erogati dalle pubbliche amministrazioni, come ad esempio quelli offerti dal proprio Comune, tramite un meccanismo riconosciuto a livello europeo. Tutto ciò in osservanza dell’articolo 64 del Cad (Codice dell’amministrazione digitale).

Ma non solo: infatti, la Cie permette anche di effettuare procedure di registrazione o check-in (strutture alberghiere, operatori telefonici, istituti e operatori finanziari) in maniera facile e sicura; accedere ai mezzi di trasporto (autobus, tram, tornelli della metro, car e bike sharing) sostituendo titoli di viaggio e abbonamenti e accedere a eventi (musei, manifestazioni sportive, concerti) in sostituzione dei biglietti.

Inoltre, a partire dallo scorso mese di gennaio, i possessori della Cie avranno la possibilità di effettuare il login al portale Inps, solo tramite l’utilizzo della carta di identità elettronica.

Per richiedere la Cie, istituita con circolare 11/2016 del ministero dell’Interno, il cittadino deve esibire all’operatore comunale un altro documento in corso di validità, deve altresì consegnare il numero della ricevuta di pagamento della Carta e una fotografia. Il costo è pari a 16,79 euro, esclusi i diritti fissi e di segreteria. La sua durata varia a seconda dell’età del richiedente: in particolare, sarà pari a tre anni per i minori di età inferiore a 3 anni, a cinque anni per i minori di età compresa tra 3 e 18 anni e a dieci anni per i maggiorenni.

Un’importante novità che si dovrebbe concretizzare entro l’anno è quella annunciata ad inizio febbraio dal sottosegretario all’economia Alessio Villarosa, secondo cui la Cie diventerà un unico documento che andrà a sostituire anche codice fiscale e tessera sanitaria. “La norma è già pronta e depositata – affermava Villarosa – contiamo di approvarla subito. Ci sono stati dei rallentamenti dovuti all’interlocuzione con il ministero dell’Innovazione”. Infatti, di concerto proprio con il ministro Paola Pisano, si lavora su una soluzione che superi il rischio di accavallamento tra Spid e Cie.

Tag:

Potrebbe interessarti anche:

0 commenti

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Commenta

Registrazione n. 552 del 18-9-1980 Tribunale di Catania
Iscrizione al R.O.C. n. 6590


Ediservice s.r.l. 95126 Catania - Via Principe Nicola, 22

P.IVA: 01153210875 - Cciaa Catania n. 01153210875


SERVIZIO ABBONAMENTI:
servizioabbonamenti@quotidianodisicilia.it
Tel. 095/372217

DIREZIONE VENDITE - Pubblicità locale, regionale e nazionale:
direzionevendite@quotidianodisicilia.it
Tel. 095/388268-095/383691 - Fax 095/7221147

AMMINISTRAZIONE, CLIENTI E FORNITORI
amministrazione@quotidianodisicilia.it
PEC: ediservicesrl@legalmail.it
Tel. 095/7222550- Fax 095/7374001

Direttore responsabile: Carlo Alberto Tregua direttore@quotidianodisicilia.it

Raffaella Tregua (vicedirettore)
vicedirettore@quotidianodisicilia.it

Dario Raffaele (redattore)
draffaele@quotidianodisicilia.it

Carmelo Lazzaro Danzuso (redattore)
clazzaro@quotidianodisicilia.it

Patrizia Penna (redattore)
ppenna@quotidianodisicilia.it

Antonio Leo (redattore)
aleo@quotidianodisicilia.it

redazione@quotidianodisicilia.it

Telefono 095.372684