Consumi, rincari fino a 2.300 € a famiglia - QdS

Consumi, rincari fino a 2.300 € a famiglia

redazione

Consumi, rincari fino a 2.300 € a famiglia

mercoledì 09 Marzo 2022 - 06:45

L’allarme lanciato da Federconsumatori sui dati Istat su materie prime e prodotti alimentari. Una valanga di aumenti: dai carburanti (fino a +228 €) alle tariffe di luce, gas e acqua (+218)

ROMA – “Destano preoccupazione i dati che emergono dall’andamento dei consumi delle famiglie nel 2021, che evidenziano una forte spaccatura tra i nuclei più abbienti e quelli meno abbienti”. I rincari potrebbero costare 2.354,98 euro nel 2022. La stima di Federconsumatori arriva alla luce degli ultimi dati diffusi dall’Istat.

“Dati che vanno pesati attentamente, sia in considerazione delle forti dinamiche inflazionistiche, sia alla luce del progressivo abbandono delle limitazioni e restrizioni dettate dal contenimento della pandemia’’.

Si tratta di un andamento che, secondo l’associazione, “alla luce dei forti rincari in atto, è purtroppo destinato a peggiorare, aumentando divari e disuguaglianze tra chi può permettersi di sostenere gli aumenti e chi no”.

Pane, pasta, farina, carburanti, carne, prodotti alimentari in genere, oltre ovviamente a luce, gas e acqua, sono le voci che cresceranno maggiormente. A inizio anno l’Osservatorio nazionale di Federconsumatori aveva stimato un aumento, nel corso del 2022, di 1.719,98 euro.

“Alla luce del conflitto in Ucraina e delle tensioni sui mercati internazionali gli aggravi sono destinati ad aumentare ulteriormente rispetto alle stime di gennaio: di +288 euro per quanto riguarda le ricadute dirette dovute all’impennata dei carburanti, di +129 euro per il settore alimentare, nonché di +218 euro per le tariffe di luce, gas e acqua. Cifre che fanno lievitare la stima di aumento a 2.354,98 euro. Un aumento che risulterà insostenibile per molti”.

Per questo, secondo Federconsumatori, “è fondamentale che il Governo intervenga non solo sul fronte delle tariffe, per contenere gli aumenti e garantire nuove fonti di approvvigionamento, ma anche per sostenere le famiglie che si trovano in situazione di maggiore difficoltà”.

“È necessario – conclude Federconsumatori – ogni sforzo in questa direzione, a partire da una revisione della riforma fiscale che, così come disposta, non sarà in grado di garantire una maggiore equità, ma anzi non farà altro che accrescere disparità e disuguaglianze”.

Gli aumenti per categoria

  • Carburanti (+228 euro)
  • Prodotti alimentari: dal pane alla pasta (+ 129 euro)
  • Bollette: dalla luce al gas (+ 218 euro)

Tag:

Articoli correlati

0 commenti

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato.

Commenta

Registrazione n. 552 del 18-9-1980 Tribunale di Catania
Iscrizione al R.O.C. n. 6590


Ediservice s.r.l. 95126 Catania - Via Principe Nicola, 22

P.IVA: 01153210875 - Cciaa Catania n. 01153210875


SERVIZIO ABBONAMENTI:
servizioabbonamenti@quotidianodisicilia.it
Tel. 095/372217

DIREZIONE VENDITE - Pubblicità locale, regionale e nazionale:
direzionevendite@quotidianodisicilia.it
Tel. 095/388268-095/383691 - Fax 095/7221147

AMMINISTRAZIONE, CLIENTI E FORNITORI
amministrazione@quotidianodisicilia.it
PEC: ediservicesrl@legalmail.it
Tel. 095/7222550- Fax 095/7374001

Direttore responsabile: Carlo Alberto Tregua direttore@quotidianodisicilia.it

Raffaella Tregua (vicedirettore)
vicedirettore@quotidianodisicilia.it

Dario Raffaele (redattore)
draffaele@quotidianodisicilia.it

Carmelo Lazzaro Danzuso (redattore)
clazzaro@quotidianodisicilia.it

Patrizia Penna (redattore)
ppenna@quotidianodisicilia.it

Antonio Leo (redattore)
aleo@quotidianodisicilia.it

redazione@quotidianodisicilia.it

Telefono 095.372684