Coronavirus, in Lombardia situazione sempre pericolosa - QdS

Coronavirus, in Lombardia situazione sempre pericolosa

redazione web

Coronavirus, in Lombardia situazione sempre pericolosa

lunedì 06 Luglio 2020 - 05:15
Coronavirus, in Lombardia situazione sempre pericolosa

Ieri sono stati registrati 98 nuovi positivi e sei morti. Ora preoccupa il Mantovano. I nuovi focolai si sono sviluppati in alcuni macelli e salumifici. Sempre sotto accusa il, pur costosissimo, sistema sanitario lombardo

Sempre pericolosa la situazione della diffusione del coronavirus in Lombardia, dove sono stati 98 i nuovi positivi al covid-19 registrati ieri di cui venti debolmente positivi e 43 a seguito di test sierologici.

Sono gli ultimi dati della Regione, dove nelle ultime 24 ore sono stati processati 8.772 tamponi.

Sempre sotto accusa dunque il, pur costosissimo, sistema sanitario lombardo.

I morti nelle ultime 24 ore sono stati sei, i guariti o i dimessi dagli ospedali 73 in tutto. Stabili i ricoveri: in terapia intensiva restano 36 persone in tutta la regione.

I pazienti meno gravi ricoverati in altri reparti sono 230, uno in meno rispetto a ieri.

Preoccupa il Mantovano, dove ci sono diciassette nuovi casi registrati di positività al Covid, in parte legati probabilmente ai focolai che si sono sviluppati in alcuni macelli e salumifici.

Il dato di Mantova riportato dal bollettino della Regione, supera i nuovi positivi registrati a Milano, che sono sedici di cui sette in città.

A Bergamo, dove in città prosegue una campagna di test sierologici, i nuovi casi sono 33, a Brescia 6 e a Como 5.

Seguono Cremona (5), Monza (5), Pavia (3), Lodi (2), Varese (3), Lecco (1) e zero a Sondrio.

I focolai nel mantovano si sono sviluppati nelle ultime settimane e l’ultimo, piuttosto piccolo, si è sviluppato in un salumificio di Viadana, con sei lavoratori positivi su 25.

Secondo gli ultimi dati forniti dalla Regione Lombardia e dall’assessorato al Welfare, nell’Ats della Valpadana sono stati eseguiti 1.500 tamponi e 70 persone positive nell’ambito dei focolai.

0 commenti

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Commenta

Registrazione n. 552 del 18-9-1980 Tribunale di Catania
Iscrizione al R.O.C. n. 6590


Ediservice s.r.l. 95126 Catania - Via Principe Nicola, 22

P.IVA: 01153210875 - Cciaa Catania n. 01153210875


SERVIZIO ABBONAMENTI:
servizioabbonamenti@quotidianodisicilia.it
Tel. 095/372217

DIREZIONE VENDITE - Pubblicità locale, regionale e nazionale:
direzionevendite@quotidianodisicilia.it
Tel. 095/388268-095/383691 - Fax 095/7221147

AMMINISTRAZIONE, CLIENTI E FORNITORI
amministrazione@quotidianodisicilia.it
PEC: ediservicesrl@legalmail.it
Tel. 095/7222550- Fax 095/7374001

Direttore responsabile: Carlo Alberto Tregua direttore@quotidianodisicilia.it

Raffaella Tregua (vicedirettore)
vicedirettore@quotidianodisicilia.it

Dario Raffaele (redattore)
draffaele@quotidianodisicilia.it

Carmelo Lazzaro Danzuso (redattore)
clazzaro@quotidianodisicilia.it

Patrizia Penna (redattore)
ppenna@quotidianodisicilia.it

Antonio Leo (redattore)
aleo@quotidianodisicilia.it

redazione@quotidianodisicilia.it

Telefono 095.372684