Covid 19, UniCredit al fianco di famiglie e imprese - QdS

Covid 19, UniCredit al fianco di famiglie e imprese

Michele Giuliano

Covid 19, UniCredit al fianco di famiglie e imprese

martedì 28 Aprile 2020 - 00:00

Salvatore Malandrino, regional manager Sicilia di UniCredit, fa il punto sulle misure adottate per i propri clienti. Il decreto Liquidità operativo dal 20 aprile: le richieste possono essere presentate per Pec senza recarsi in filiale

PALERMO – Unicredit Sicilia risponde presente all’emergenza finanziaria che ha colpito il tessuto economico del territorio regionale per le misure restrittive legate al contrasto al diffondersi del Coronavirus. Non solo si è subito provveduto ad adeguarsi immediatamente al “Decreto liquidità” per l’erogazione agevolata di finanziamenti da 25 mila euro per liberi professionisti e piccole e medie imprese, ma si è anche andati oltre mettendo in piedi un vero e proprio pacchetto a sostegno anche delle famiglie. L’intervista a Salvatore Malandrino, regional manager Sicilia di UniCredit.

Il vostro istituto di credito ha attivato queste misure e come vi farete fronte?
“UniCredit ha già pubblicato sul proprio sito internet le istruzioni per le richieste relative ai finanziamenti fino a 25.000 euro, garantiti al 100% dal Fondo Centrale di Garanzia e previsti dal Decreto Liquidità dello scorso 8 aprile. I finanziamenti potranno avere una durata massima di 72 mesi e un preammortamento di 24 mesi. I tassi di interesse e le commissioni terranno conto della copertura dei soli costi di istruttoria e di gestione dell’operazione finanziaria. L’importo del finanziamento, come previsto dal ‘Decreto Liquidità‘, non potrà essere superiore al 25% dei ricavi del soggetto beneficiario, come risultante dall’ultimo bilancio o dichiarazione fiscale o da autocertificazione per i soggetti beneficiari costituiti dopo l’1.1.2019 e comunque con un importo massimo 25 mila euro”.

Ci sono stati nell’attivazione dei problemi burocratici?
“Il decreto liquidità è operativo da lunedì 20 aprile ed i nostri gestori sono a disposizione di professionisti, artigiani e imprese per fornire informazioni e processare le richieste che possono essere presentate tramite posta certificata, senza bisogno di recarsi fisicamente in filiale”.

Dal vostro punto di vista come vedete il periodo di emergenza? Come si può far fronte e quali iniziative ha intrapreso o intraprenderà il vostro istituto di credito per aiutare i propri clienti?
“UniCredit ha immediatamente attivato un pacchetto emergenza a favore di imprese e famiglie. Per i privati abbiamo deciso di mitigare l’impatto economico rendendo disponibile la sospensione del rimborso della quota capitale delle rate dei mutui. Iniziativa attivabile restando a casa, grazie al servizio di assistenza remota con i nostri consulenti. La moratoria è rivolta a tutti coloro che si trovano in una situazione di difficoltà finanziaria legata all’emergenza, come ad esempio l’interruzione del contratto di lavoro, la sospensione dal posto di lavoro o la riduzione dell’orario di lavoro. A favore delle piccole e medie imprese, oltre alle misure annunciate dall’Associazione Bancaria Italiana e pienamente in linea con il decreto Cura Italia, abbiamo previsto finanziamenti aggiuntivi, pari ad almeno il 10% dell’utilizzato in essere, attraverso la rinegoziazione e/o il consolidamento del debito e con la garanzia del Fondo Centrale di Garanzia. Per tutte le altre imprese abbiamo messo in campo diverse iniziative a supporto della gestione del capitale circolante o di nuova liquidità quali la proroga delle linee di import fino a 120 giorni, la concessione di linee di credito di liquidità con durata sino a 6 mesi, e la sospensione del rimborso della quota capitale delle rate per 3-6 mesi, con possibilità di proroga fino a un massimo di 12 mesi dei finanziamenti a medio-lungo termine.
In Sicilia abbiamo già lavorato, sino alla scorsa settimana, 13.000 richieste di moratoria: sono circa 10.000 quelle pervenute dalle imprese, per finanziamenti sottostanti pari ad oltre 550 milioni, e oltre 3.000 quelle dei privati, corrispondenti a circa 230 milioni di finanziamenti. Stiamo lavorando attivamente per fornire rapidamente ai nostri clienti il supporto di cui hanno bisogno.
La banca ha anche deciso di pagare subito, a vista, le fatture dei nostri numerosi fornitori sul territorio al fine di assicurargli liquidità immediata. UniCredit e Sace Simest hanno siglato nelle scorse settimane un accordo per sostenere le imprese italiane, in particolare PMI attraverso un plafond dedicato da 1 miliardo, per affrontare l’emergenza legata alla diffusione del Covid-19. Le risorse consentiranno alle imprese di superare le difficoltà legate a momentanei ritardi nei flussi di incasso degli ordini e delle commesse in essere e di far fronte alle limitazioni nelle consegne ai clienti o dai fornitori, garantendo, quindi, continuità nella loro operatività con i mercati internazionali.
UniCredit, la principale banca in Sicilia, è attenta ad ascoltare i propri clienti nonché a sostenerne il percorso di ripresa, grazie al fatto di essere una banca commerciale paneuropea, semplice e di successo.

Tag:

0 commenti

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato.

Commenta

Registrazione n. 552 del 18-9-1980 Tribunale di Catania
Iscrizione al R.O.C. n. 6590


Ediservice s.r.l. 95126 Catania - Via Principe Nicola, 22

P.IVA: 01153210875 - Cciaa Catania n. 01153210875


SERVIZIO ABBONAMENTI:
servizioabbonamenti@quotidianodisicilia.it
Tel. 095/372217

DIREZIONE VENDITE - Pubblicità locale, regionale e nazionale:
direzionevendite@quotidianodisicilia.it
Tel. 095/388268-095/383691 - Fax 095/7221147

AMMINISTRAZIONE, CLIENTI E FORNITORI
amministrazione@quotidianodisicilia.it
PEC: ediservicesrl@legalmail.it
Tel. 095/7222550- Fax 095/7374001

Direttore responsabile: Carlo Alberto Tregua direttore@quotidianodisicilia.it

Raffaella Tregua (vicedirettore)
vicedirettore@quotidianodisicilia.it

Dario Raffaele (redattore)
draffaele@quotidianodisicilia.it

Carmelo Lazzaro Danzuso (redattore)
clazzaro@quotidianodisicilia.it

Patrizia Penna (redattore)
ppenna@quotidianodisicilia.it

Antonio Leo (redattore)
aleo@quotidianodisicilia.it

redazione@quotidianodisicilia.it

Telefono 095.372684