Covid, Sicilia arancione ma con centoventi Comuni "rossi" - QdS

Covid, Sicilia arancione ma con centoventi Comuni “rossi”

redazione web

Covid, Sicilia arancione ma con centoventi Comuni “rossi”

sabato 17 Aprile 2021 - 06:06

Come dimostra questa mappa della Protezione civile regionale, pur avendo evitato la chiusura totale la nostra Isola ha vasti territori in lockdown. Gli ultimi Adrano, Acicatena, Giardini e Mistretta

La Sicilia, dunque, per un soffio è riuscita a rimanere in zona arancione, ma, come si può vedere dall’immagine della mappa diffusa dalla Protezione civile regionale – aggiornata alle 17 di ieri e dunque senza i nuovi quattro Comuni in lockdown – la situazione non è certo brillante.

Sono infatti centoventi i territori dichiarati “zona rossa” nella nostra Isola.

Peraltro i dati dei contagi Covid restano sempre molto alti e la Sicilia è una delle cinque regioni con Rt superiore a 1 e quinta per numero di positivi giornalieri.

La situazione non è grave come in Sardegna, dove, rileva il monitoraggio, la trasmissibilità è compatibile con uno scenario di tipo 3 e resta in zona rossa. Ma la Sicilia, con la Val d’Aosta, hanno una trasmissibilità compatibile con uno scenario di tipo 2, dunque ancora molto elevato.

Ieri il bollettino del Ministero della Salute ha registrato un lieve calo della curva.

Sono stati 1.370 i nuovi positivi su 33.300 tamponi, con una incidenza che scende al 4,1%.
Le vittime sono state 21 e portano il totale a 5.128.

Ma intanto vanno registrate altre quattro “zone rosse” in Sicilia, come stabilito dall’ordinanza firmata dal presidente della Regione, Nello Musumeci, a causa dell’aumento dei contagi del Covid-19.

Si tratta dei territori dei Comuni di Aci Catena e Adrano, in provincia di Catania e Giardini Naxos e Mistretta, in provincia di Messina.

Il provvedimento, richiesto dai rispettivi sindaci e a seguito delle relazioni delle autorità sanitarie, entrerà in vigore domani, domenica 18 aprile, cesserà la sua efficacia mercoledì 28 aprile.

Tag:

0 commenti

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato.

Commenta

Registrazione n. 552 del 18-9-1980 Tribunale di Catania
Iscrizione al R.O.C. n. 6590


Ediservice s.r.l. 95126 Catania - Via Principe Nicola, 22

P.IVA: 01153210875 - Cciaa Catania n. 01153210875


SERVIZIO ABBONAMENTI:
servizioabbonamenti@quotidianodisicilia.it
Tel. 095/372217

DIREZIONE VENDITE - Pubblicità locale, regionale e nazionale:
direzionevendite@quotidianodisicilia.it
Tel. 095/388268-095/383691 - Fax 095/7221147

AMMINISTRAZIONE, CLIENTI E FORNITORI
amministrazione@quotidianodisicilia.it
PEC: ediservicesrl@legalmail.it
Tel. 095/7222550- Fax 095/7374001

Direttore responsabile: Carlo Alberto Tregua direttore@quotidianodisicilia.it

Raffaella Tregua (vicedirettore)
vicedirettore@quotidianodisicilia.it

Dario Raffaele (redattore)
draffaele@quotidianodisicilia.it

Carmelo Lazzaro Danzuso (redattore)
clazzaro@quotidianodisicilia.it

Patrizia Penna (redattore)
ppenna@quotidianodisicilia.it

Antonio Leo (redattore)
aleo@quotidianodisicilia.it

redazione@quotidianodisicilia.it

Telefono 095.372684