Covid, variante Delta in 99% casi, scomparsa la Alfa - QdS

Covid, variante Delta in 99% casi, scomparsa la Alfa

Web-al

Covid, variante Delta in 99% casi, scomparsa la Alfa

Web-al |
venerdì 29 Ottobre 2021 - 17:49

Già il bollettino Iss del primo ottobre ne registrava il 98,4%. E' quanto riferisce l'ultimo bollettino dell'Istituto Superiore di Sanità sulle varianti in Italia

In Italia il 99,9% dei sequenziamenti depositati negli ultimi 45 giorni, è riconducibile alla variante delta. Già il bollettino Iss del primo ottobre ne registrava il 98,4%. E’ quanto riferisce l’ultimo bollettino dell’Istituto Superiore di Sanità sulle varianti in Italia.

I dati

Nel mese di settembre, sebbene i dati siano ancora in fase di consolidamento, sono stati segnalati poco più di 7000 genotipizzazioni/sequenziamenti da casi confermati di infezione da SARS-CoV-2 al Sistema di Sorveglianza Integrata COVID-19, pari al 5,7% dei casi confermati segnalati nello stesso periodo, valore superiore alla soglia minima richiesta del 5%. Negli ultimi 45 giorni (11 settembre – 25 ottobre), i casi di infezione da virus SARS-CoV-2 causati dalla variante delta continuano ad essere i più frequentemente segnalati (92,2%) e diffusi su gran parte del territorio italiano.

Maggiore trasmissibilità

Si osserva per la prima volta la mancate segnalazione di casi dovuti alla variante alfa e sono rari i nuovi casi di infezione causati dalla variante gamma e beta. La variante delta è caratterizzata da una maggiore trasmissibilità rispetto alla variante alfa (tra il 40% e il 60%) ed un aumentato rischio di ospedalizzazione in particolare tra individui parzialmente vaccinati o non vaccinati. “È necessario continuare a monitorare con grande attenzione la circolazione delle varianti di SARS-CoV-2 ed in particolare la presenza di mutazioni riconducibili ad una maggiore trasmissibilità e/o associate ad una potenziale capacità di evadere la risposta del sistema immunitario” si legge nel report. (ANSA).

Tag:

0 commenti

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato.

Commenta

Registrazione n. 552 del 18-9-1980 Tribunale di Catania
Iscrizione al R.O.C. n. 6590


Ediservice s.r.l. 95126 Catania - Via Principe Nicola, 22

P.IVA: 01153210875 - Cciaa Catania n. 01153210875


SERVIZIO ABBONAMENTI:
servizioabbonamenti@quotidianodisicilia.it
Tel. 095/372217

DIREZIONE VENDITE - Pubblicità locale, regionale e nazionale:
direzionevendite@quotidianodisicilia.it
Tel. 095/388268-095/383691 - Fax 095/7221147

AMMINISTRAZIONE, CLIENTI E FORNITORI
amministrazione@quotidianodisicilia.it
PEC: ediservicesrl@legalmail.it
Tel. 095/7222550- Fax 095/7374001

Direttore responsabile: Carlo Alberto Tregua direttore@quotidianodisicilia.it

Raffaella Tregua (vicedirettore)
vicedirettore@quotidianodisicilia.it

Dario Raffaele (redattore)
draffaele@quotidianodisicilia.it

Carmelo Lazzaro Danzuso (redattore)
clazzaro@quotidianodisicilia.it

Patrizia Penna (redattore)
ppenna@quotidianodisicilia.it

Antonio Leo (redattore)
aleo@quotidianodisicilia.it

redazione@quotidianodisicilia.it

Telefono 095.372684