Sensibilizzazione delle giovani generazioni contro i pericoli collegati alle dipendenze - QdS

Sensibilizzazione delle giovani generazioni contro i pericoli collegati alle dipendenze

redazione

Sensibilizzazione delle giovani generazioni contro i pericoli collegati alle dipendenze

sabato 03 Agosto 2019 - 01:00
Sensibilizzazione delle giovani generazioni contro i pericoli collegati alle dipendenze

In primo piano i rischi associati all’uso di sostanze psicoattive, all’abuso di alcol e altro ancora. L’Azienda sanitaria provinciale ha curato il progetto chiamato “Approcci pericolosi 2”

ENNA – L’Azienda sanitaria provinciale ha lanciato, in collaborazione con il Dipartimento delle Politiche giovanili e del Servizio civile, il progetto “Approcci pericolosi 2, ovvero giovani e droghe tra rischio e piacere”, affidando proprio ai ragazzi, di età compresa tra 18 e 28 anni, il compito di informare i propri coetanei sui rischi associati all’uso di sostanze psicoattive, ai comportamenti addictive e alle problematiche a questi associate (come la sicurezza stradale e le Malattie a trasmissione sessuale Mst).

Gli otto volontari, dopo un periodo di formazione su temi specifici legati alle dipendenze e alla comunicazione con i giovani, hanno prodotto del materiale informativo-divulgativo di cui si sono serviti e si serviranno prossimamente per raggiungere i ragazzi e le ragazze che frequentano le scuole medie inferiori, le scuole medie superiori e l’Università Kore di Enna, anche in maniera indiretta attraverso i loro genitori.

L’obiettivo del progetto è quello di presentare il Sert e il Dipartimento delle Dipendenze patologiche come riferimento per tutti gli adolescenti, i preadolescenti e i loro genitori, in merito a tutte quelle problematiche che in questa delicata fascia di età possono manifestarsi.

Il progetto è già stato inserito in diverse iniziative sia all’interno delle scuole che in occasione di alcuni eventi pubblici e privati, come la Giornata della salute, la Giornata della guida sicura, l’Infiorata di Nicosia.

Anche le scuole guida dei quattro Distretti sanitari sono state coinvolte per ciò che riguarda i temi della guida in stato di ebbrezza e sotto l’effetto di sostanze stupefacenti.

Tag:

0 commenti

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Commenta

Registrazione n. 552 del 18-9-1980 Tribunale di Catania
Iscrizione al R.O.C. n. 6590


Ediservice s.r.l. 95126 Catania - Via Principe Nicola, 22

P.IVA: 01153210875 - Cciaa Catania n. 01153210875


SERVIZIO ABBONAMENTI:
servizioabbonamenti@quotidianodisicilia.it
Tel. 095/372217

DIREZIONE VENDITE - Pubblicità locale, regionale e nazionale:
direzionevendite@quotidianodisicilia.it
Tel. 095/388268-095/383691 - Fax 095/7221147

AMMINISTRAZIONE, CLIENTI E FORNITORI
amministrazione@quotidianodisicilia.it
PEC: ediservicesrl@legalmail.it
Tel. 095/7222550- Fax 095/7374001

Direttore responsabile: Carlo Alberto Tregua direttore@quotidianodisicilia.it

Raffaella Tregua (vicedirettore)
vicedirettore@quotidianodisicilia.it

Dario Raffaele (redattore)
draffaele@quotidianodisicilia.it

Carmelo Lazzaro Danzuso (redattore)
clazzaro@quotidianodisicilia.it

Patrizia Penna (redattore)
ppenna@quotidianodisicilia.it

Antonio Leo (redattore)
aleo@quotidianodisicilia.it

redazione@quotidianodisicilia.it

Telefono 095.372684