Eventi climatici estremi, Siracusa chiamata di nuovo alla conta dei danni - QdS

Eventi climatici estremi, Siracusa chiamata di nuovo alla conta dei danni

Luigi Solarino

Eventi climatici estremi, Siracusa chiamata di nuovo alla conta dei danni

giovedì 07 Novembre 2019 - 00:00
Eventi climatici estremi, Siracusa chiamata di nuovo alla conta dei danni

La Giunta comunale ha deliberato la richiesta di dichiarazione dello “stato di calamità naturale”. Patrimonio pubblico danneggiato dalle avverse condizioni del 27 e 28 ottobre

SIRACUSA – In seguito ai gravi danni causati al patrimonio pubblico e privato dalle cattive condizioni meteorologiche verificatesi il 27 e 28 di ottobre la Giunta comunale, presieduta dal sindaco Francesco Italia, ha deliberato la richiesta di dichiarazione dello “stato di calamità naturale”.

Il primo cittadino ha dichiarato: “In attesa di quantificare i danni i nostri uffici, continuano a gestire le emergenze grazie anche a tutte le associazioni di volontariato che si sono spese in questi giorni di maltempo. I controlli continuano nelle strade, negli uffici pubblici e nelle scuole, e sono finalizzati alla quantificazione dei danni, che saranno oggetto della richiesta di calamità naturale da inoltrare allo Stato e alla Regione”.

L’assessore comunale, Giusy Genovesi, che si è occupata del coordinamento degli uffici della Protezione civile, ha invitato tutti coloro che abbiano subito danni a predisporre preventivamente un’adeguata documentazione con relative foto e quant’altro in possesso, al fine di poter quantificare e certificare il danno subito.

L’assessore Genovesi ha aggiunto: “Si parla ancora di eventi eccezionali sebbene, purtroppo, stiamo giornalmente assistendo ad eventi climatici estremi che assumono sempre meno quel carattere di eccezionalità e sempre più un carattere emergenziale. Siamo in piena emergenza climatica e gli effetti dell’emergenza sono ormai ben visibili; a ciò si aggiunge la mancata attenzione alla tutela del territorio dal dopoguerra ad oggi. E’ quindi di estrema importanza sebbene la complessità che ne deriva individuare, a tutti i livelli, azioni di mitigazione e lavorare affinché ci si possa dotare di un Piano di Adattamento climatico onorando l’impegno preso a seguito dell’adesione al Patto dei Sindaci”.

“C’è una forte attenzione al tema e stiamo lavorando costantemente in tal senso; è del 18 ottobre u.s., a soli 7 giorni dalla pubblicazione nella GURS, la richiesta alla Regione Siciliana per l’ammissione al finanziamento di cui al Fondo per la prevenzione e gestione del rischio idrologico ed idraulico previsto dalla L.R. 8/2018.

Ci siamo già attivati – ha concluso l’assessore alla Protezione Civile – per poter raccogliere le varie documentazioni nel più breve tempo possibile. Vorrei rivolgere un ringraziamento all’Ufficio di Protezione Civile, alle Funzioni di supporto attivate dal C.O.C. (Centro Operativo Comunale), alla Polizia municipale, a tutti i nostri volontari, impegnati a rispondere a tutte le richieste di pronto intervento pervenute al numero verde messo a disposizione dei cittadini per l’occasione”.

Ha concluso gli interventi l’assessore comunale alle Attività produttive, Cosimo Burti, che ha detto: “È ancora presto per avere una quantificazione esatta delle conseguenze del nubifragio ma è apparso chiaro da subito che i danni sono estesi e che hanno riguardato anche aziende che operano in città nel settore commerciale e artigianale. Vorrei confermare la solidarietà a quanti hanno subito danni e come amministrazione ci siamo messi al lavoro con i nostri uffici, per contattare gli operatori economici attraverso organizzazioni di categoria così da avere al più presto un quadro esaustivo”.

Tag:

0 commenti

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Commenta

Registrazione n. 552 del 18-9-1980 Tribunale di Catania
Iscrizione al R.O.C. n. 6590


Ediservice s.r.l. 95126 Catania - Via Principe Nicola, 22

P.IVA: 01153210875 - Cciaa Catania n. 01153210875


SERVIZIO ABBONAMENTI:
servizioabbonamenti@quotidianodisicilia.it
Tel. 095/372217

DIREZIONE VENDITE - Pubblicità locale, regionale e nazionale:
direzionevendite@quotidianodisicilia.it
Tel. 095/388268-095/383691 - Fax 095/7221147

AMMINISTRAZIONE, CLIENTI E FORNITORI
amministrazione@quotidianodisicilia.it
PEC: ediservicesrl@legalmail.it
Tel. 095/7222550- Fax 095/7374001

Direttore responsabile: Carlo Alberto Tregua direttore@quotidianodisicilia.it

Raffaella Tregua (vicedirettore)
vicedirettore@quotidianodisicilia.it

Dario Raffaele (redattore)
draffaele@quotidianodisicilia.it

Carmelo Lazzaro Danzuso (redattore)
clazzaro@quotidianodisicilia.it

Patrizia Penna (redattore)
ppenna@quotidianodisicilia.it

Antonio Leo (redattore)
aleo@quotidianodisicilia.it

redazione@quotidianodisicilia.it

Telefono 095.372684