Fedez tumore pancreas, la complicanza fistola e la sorpresa dei bimbi - QdS

Fedez tumore pancreas, la complicanza fistola e la sorpresa dei bimbi

web-la

Fedez tumore pancreas, la complicanza fistola e la sorpresa dei bimbi

web-la |
martedì 29 Marzo 2022 - 15:57

Il rapper, dopo aver reso pubblico il raro tumore neuroendocrino del pancreas per il qualche doveva essere curato, è costretto a numerosi controlli

Un tumore che può presentare molte, molte insidie. Parliamo di Fedez, che è ancora in convalescenza in ospedale.

La guarigione

Il rapper, dopo aver reso pubblico il raro tumore neuroendocrino del pancreas per il qualche doveva essere curato, è costretto a numerosi controlli. La sua, come spiega il dottor Giorgio Ercolani, è una malattia poco frequente perché il tumore più conosciuto che colpisce il pancreas è l’adenocarcinoma. Eppure non per questo non esistono cure.

Il medico ha detto che si tratta di “tumori con comportamento variabile; ci sono forme a lenta crescita e bassa aggressività biologica ma anche forme a elevata tendenza a dare metastasi a distanza e quest’ultime spesso determinano una riduzione significativa dell’aspettativa di vita da chi ne è colpito”.

In ogni caso “sicuramente si può guarire da queste neoplasie o comunque cercare di cronicizzarle anche nei casi più avanzati grazie alle molteplici terapie che sono oggi a disposizione”. Complice lo stadio nel quale vengono scoperte. Lo stesso Fedez aveva detto di essere stato fortunato, avendo scoperto della malattia in tempo. Di certo per il rapper non sarà una passeggiata.

Le complicanze

Oltre a rivedere le proprie abitudini visto che Ercolani ricorda di limitare il fumo di sigaretta, l’abuso di diete ricche di grassi e proteine animali, il sovrappeso e monitorare le glicemie, il cantante dovrà fare i conti con il post-intervento. “La complicanza più frequente e temibile – conclude il dottore – è la fistola post-operatoria che può talora determinare sequele così gravi fino a una mortalità nel 2-3% dei casi. Tuttavia, nella maggior parte dei casi, dopo un decorso post-operatorio più o meno complesso, si torna a fare una vita pressochè normale come prima dell’intervento”.

Il gesto dei bambini

Fedez ha ricevuto un regalo molto speciale: si tratta di un cartellone realizzato dai bambini della pediatria dell’ospedale San Raffaele di Milano. Il gesto ha commosso tutti. Poi quel biglietto enorme, di colore verde e pieno di cuori in cartoncino, l’ha praticamente emozionato. “Noi bambini della pediatria ti siamo molto vicini in questo momento e riconosciamo il bene che tu hai fatto per tutti noi! Con affetto… Disumano!”, ha raccontato il rapper sui social.

Tag:

Articoli correlati

0 commenti

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato.

Commenta

Registrazione n. 552 del 18-9-1980 Tribunale di Catania
Iscrizione al R.O.C. n. 6590


Ediservice s.r.l. 95126 Catania - Via Principe Nicola, 22

P.IVA: 01153210875 - Cciaa Catania n. 01153210875


SERVIZIO ABBONAMENTI:
servizioabbonamenti@quotidianodisicilia.it
Tel. 095/372217

DIREZIONE VENDITE - Pubblicità locale, regionale e nazionale:
direzionevendite@quotidianodisicilia.it
Tel. 095/388268-095/383691 - Fax 095/7221147

AMMINISTRAZIONE, CLIENTI E FORNITORI
amministrazione@quotidianodisicilia.it
PEC: ediservicesrl@legalmail.it
Tel. 095/7222550- Fax 095/7374001

Direttore responsabile: Carlo Alberto Tregua direttore@quotidianodisicilia.it

Raffaella Tregua (vicedirettore)
vicedirettore@quotidianodisicilia.it

Dario Raffaele (redattore)
draffaele@quotidianodisicilia.it

Carmelo Lazzaro Danzuso (redattore)
clazzaro@quotidianodisicilia.it

Patrizia Penna (redattore)
ppenna@quotidianodisicilia.it

Antonio Leo (redattore)
aleo@quotidianodisicilia.it

redazione@quotidianodisicilia.it

Telefono 095.372684