Disabili, fondo non autosufficienza, alla Sicilia 47 milioni - QdS

Disabili, fondo non autosufficienza, alla Sicilia 47 milioni

Andrea Carlino

Disabili, fondo non autosufficienza, alla Sicilia 47 milioni

martedì 25 Febbraio 2020 - 05:00

Assistenza socio-sanitaria, Sulla Guri n. 28 del 4 febbraio il Piano per eliminare le disuguaglianze territoriali. L’intento è quello di fornire sostegno a domicilio ad anziani e a persone con gravissime disabilità

PALERMO – Pubblicato in Gazzetta ufficiale (la n.28 del 4 febbraio 2020) il Piano per la non autosufficienza relativo al triennio 2019-2021 volto ad eliminare le diseguaglianze territoriali e a costruire un percorso condiviso.
Riparto di un fondo pari a 573,2 milioni di euro per il 2019, a 571 milioni di euro nel 2020 ed a 568,9 milioni di euro nel 2021 .

Le risorse sono finalizzate alla copertura dei costi di rilevanza sociale dell’assistenza socio-sanitaria e sono aggiuntive rispetto alle risorse già destinate alle prestazioni e ai servizi a favore delle persone non autosufficienti da parte delle Regioni, nonché da parte delle autonomie locali, differenti sul territorio nazionale per entità, organizzazione ed efficienza.

Per la Sicilia sono previsti oltre 47 milioni di euro all’anno nel triennio.
Nel dettaglio, l’Isola assorbe l’8,21% dei 573,2 milioni di euro investiti complessivamente nelle venti regioni italiane. Solo alla Lombardia (91,2 milioni di euro all’anno), Lazio (52,3 milioni di euro all’anno) e Campania (48,5 milioni di euro all’anno) sono andate somme più consistenti.

Risorse importanti per far fronte a situazioni particolarmente critiche, in cui la disabilità è aggravata dal non poter contare sull’appoggio e l’aiuto della famiglia.

Gli interventi previsti dal Piano fanno riferimento alle risorse del Fondo per le non autosufficienze, istituito con la Legge finanziaria per il 2007 (all’epoca con importo di soli 100 milioni), con l’intento di fornire sostegno a persone con gravissima disabilità e ad anziani non autosufficienti per favorirne una dignitosa permanenza presso il proprio domicilio evitando il rischio di istituzionalizzazione. Non solo: il Fondo garantisce, su tutto il territorio nazionale, l’attuazione dei livelli essenziali delle prestazioni assistenziali. Sulla base delle indicazioni programmatiche del Piano le regioni adottano un Piano regionale per la non autosufficienza o altro atto di programmazione necessari per l’attuazione del Piano nazionale.

In particolare, all’interno del sistema dei servizi dovrà essere garantito, specialmente alle persone con disabilità gravissima (inclusi quelli a sostegno delle persone con sclerosi laterale amiotrofica, con stato di demenza molto grave e con il morbo di Alzheimer), un assegno di cura e per l’autonomia che permetta di intensificare sensibilmente i sostegni di cui tali persone necessitano.

Novità rispetto allo scorso anno è che le Regioni potranno chiedere da subito al ministero il 50 per cento delle risorse anche in attesa del perfezionamento del previsto Piano regionale, per evitare qualsiasi interruzione dei servizi. Una parte del fondo verrà utilizzata dalle regioni per lo sviluppo di “Progetti di vita indipendente”: nel dettaglio, si tratta di azioni che permettano alle persone con disabilità di scegliere il proprio luogo di residenza, dove e con chi vivere, e non siano obbligate a vivere in una particolare sistemazione.

Da segnalare, per la Sicilia, che lo scorso novembre, il governo Musumeci ha stanziato la somma di 40 milioni di euro per il mantenimento delle attività di assistenza agli alunni con disabilità fisiche o sensoriali e altri 33 milioni di euro per l’erogazione dell’assegno di cura ai gravissimi.

Tag:

0 commenti

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato.

Commenta

Registrazione n. 552 del 18-9-1980 Tribunale di Catania
Iscrizione al R.O.C. n. 6590


Ediservice s.r.l. 95126 Catania - Via Principe Nicola, 22

P.IVA: 01153210875 - Cciaa Catania n. 01153210875


SERVIZIO ABBONAMENTI:
servizioabbonamenti@quotidianodisicilia.it
Tel. 095/372217

DIREZIONE VENDITE - Pubblicità locale, regionale e nazionale:
direzionevendite@quotidianodisicilia.it
Tel. 095/388268-095/383691 - Fax 095/7221147

AMMINISTRAZIONE, CLIENTI E FORNITORI
amministrazione@quotidianodisicilia.it
PEC: ediservicesrl@legalmail.it
Tel. 095/7222550- Fax 095/7374001

Direttore responsabile: Carlo Alberto Tregua direttore@quotidianodisicilia.it

Raffaella Tregua (vicedirettore)
vicedirettore@quotidianodisicilia.it

Dario Raffaele (redattore)
draffaele@quotidianodisicilia.it

Carmelo Lazzaro Danzuso (redattore)
clazzaro@quotidianodisicilia.it

Patrizia Penna (redattore)
ppenna@quotidianodisicilia.it

Antonio Leo (redattore)
aleo@quotidianodisicilia.it

redazione@quotidianodisicilia.it

Telefono 095.372684