Il ridimensionamento dei costi della politica parte da Giunta comunale e Commissioni - QdS

Il ridimensionamento dei costi della politica parte da Giunta comunale e Commissioni

Nicola Digiugno

Il ridimensionamento dei costi della politica parte da Giunta comunale e Commissioni

venerdì 14 Giugno 2019 - 00:00
Il ridimensionamento dei costi della politica parte da Giunta comunale e Commissioni

Le economie derivanti da tali iniziative saranno utilizzate per progetti destinate alla comunità. Il sindaco Gambino: “Piena corrispondenza con il programma votato dai cittadini”

CALTANISSETTA – Subito un segnale per gli elettori che hanno premiato il nuovo sindaco alle urne e un gesto per affermare l’intenzione di contenere i costi della politica. L’Amministrazione comunale ha infatti annunciato fin dai primi giorni la riduzione del 10% delle indennità di carica, i cui risparmi saranno destinati ad altre iniziative per la comunità.

“In linea con i principi del Movimento 5 stelle – ha detto il sindaco Roberto Gambino – e come già annunciato in campagna elettorale, io e i miei assessori abbiamo firmato la direttiva che prevede la riduzione del 10% dei nostri stipendi. Risparmieremo così circa 25.000 euro l’anno che investiremo in progetti utili per la città”.

Più avanti si conosceranno i dettagli dell’iniziativa e in particolare i progetti cui saranno destinate le risorse risparmiate, ma nel frattempo la decisione dell’Amministrazione, rilanciata anche sui social network, ha spinto molti cittadini a commentare. Non soltanto consensi, però, poiché non sono mancate le critiche digitali, cui lo stesso Gambino ha replicato a stretto giro.

“Il nostro provvedimento di diminuzione del 10% dell’indennità di tutta la Giunta – ha specificato – trova piena corrispondenza con il programma votato dagli elettori. Comprendo che alcuni non sono abituati a veder realizzati i punti del programma: si chiama democrazia. Così come nel nostro programma è previsto che la diminuzione dell’indennità di tutta la Giunta si inserisca in un contesto che veda ulteriori tagli ai costi della politica, con la drastica diminuzione del numero di Commissioni. Proprio perché il nostro non è un intervento meramente propagandistico, ma finalizzato a una rivalutazione ponderata dei costi della politica”.

“I nostri – ha concluso il sindaco – sono provvedimenti che bilanciano gli interessi di efficienza e democraticità del Consiglio comunale e della Giunta, con la necessità di restituire dignità delle istituzioni di fronte ai cittadini”.

Il nuovo sindaco, lo ricordiamo, può contare anche su una massiccia rappresentanza del Movimento all’interno del Consiglio comunale, con 15 consiglieri su 24. Una maggioranza solida, sulla quale i 5 stelle intendono costruire un percorso duraturo.

Tag:

0 commenti

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Commenta

Registrazione n. 552 del 18-9-1980 Tribunale di Catania
Iscrizione al R.O.C. n. 6590


Ediservice s.r.l. 95126 Catania - Via Principe Nicola, 22

P.IVA: 01153210875 - Cciaa Catania n. 01153210875


SERVIZIO ABBONAMENTI:
servizioabbonamenti@quotidianodisicilia.it
Tel. 095/372217

DIREZIONE VENDITE - Pubblicità locale, regionale e nazionale:
direzionevendite@quotidianodisicilia.it
Tel. 095/388268-095/383691 - Fax 095/7221147

AMMINISTRAZIONE, CLIENTI E FORNITORI
amministrazione@quotidianodisicilia.it
PEC: ediservicesrl@legalmail.it
Tel. 095/7222550- Fax 095/7374001

Direttore responsabile: Carlo Alberto Tregua direttore@quotidianodisicilia.it

Raffaella Tregua (vicedirettore)
vicedirettore@quotidianodisicilia.it

Dario Raffaele (redattore)
draffaele@quotidianodisicilia.it

Carmelo Lazzaro Danzuso (redattore)
clazzaro@quotidianodisicilia.it

Patrizia Penna (redattore)
ppenna@quotidianodisicilia.it

Antonio Leo (redattore)
aleo@quotidianodisicilia.it

redazione@quotidianodisicilia.it

Telefono 095.372684