Boccata d'ossigeno per le imprese siciliane, da Irfis altri 12,5 milioni - QdS

Boccata d’ossigeno per le imprese siciliane, da Irfis altri 12,5 milioni

Web-al

Boccata d’ossigeno per le imprese siciliane, da Irfis altri 12,5 milioni

Web-al |
mercoledì 07 Settembre 2022 - 13:24

L'Irfis-Fin Sicilia erogherà nei prossimi giorni 12 milioni e mezzo di euro alle imprese che avevano partecipato al bando riguardante le misure Po-Fers e Fsc Sicilia

L’Irfis-Fin Sicilia erogherà nei prossimi giorni 12 milioni e mezzo di euro alle imprese che avevano partecipato al bando riguardante le misure Po-Fers e Fsc Sicilia e che erano state inserite in graduatoria ma senza ricevere alcuna somma. E’ quanto il presidente dell’Irfis, Giacomo Gargano, ha comunicato al presidente regionale Confcommercio Sicilia, Gianluca Manenti, che, in questo senso, aveva sollecitato i vertici della società partecipata dalla Regione per fornire risposte adeguate al momento di grave crisi che le imprese del terziario di mercato, oltre che degli altri comparti, stanno vivendo.

Manenti: “Un servizio utile alle imprese”

“Ci è stato spiegato dallo stesso presidente Gargano, che ringrazio per la sollecita risposta fornitaci – aggiunge Manenti – che la procedura, secondo quanto previsto dal bando, è già stata integralmente ultimata essendo state liquidate le istanze ammesse per un importo di 50 milioni. Le erogazioni ancora in sospeso, infatti, riguardavano il successivo provvedimento di ‘rifinanziamento’ del governo Musumeci mediante risorse che sono già state trasferite, in parte, all’Irfis. Si tratta, nello specifico, di un ulteriore importo di 25 milioni già integralmente corrisposto agli imprenditori (per un totale di 75 milioni di euro). L’auspicio era che ulteriori somme potessero essere prontamente erogate a completamento. E da qui la notizia dello stanziamento di 12,5 milioni per rendere ancora un utile servizio alle imprese”.

“Ringrazio il presidente Gargano, il consiglio direttivo, e assieme a loro anche il direttore generale Calogero Guagliano, per la capacità che hanno avuto di fare squadra e di fornirci un sostegno in questo momento così complicato. Riteniamo che solo attraverso un modus operandi del genere si possa arrivare a lenire tutte le sofferenze con cui i comparti da noi rappresentati stanno facendo i conti in questa difficile fase”, conclude Gianluca Manenti.

Articoli correlati

0 commenti

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Commenta

Ediservice s.r.l. 95126 Catania - Via Principe Nicola, 22

P.IVA: 01153210875 - Cciaa Catania n. 01153210875


SERVIZIO ABBONAMENTI:
servizioabbonamenti@quotidianodisicilia.it
Tel. 095/372217

DIREZIONE VENDITE - Pubblicità locale, regionale e nazionale:
direzionevendite@quotidianodisicilia.it
Tel. 095/388268-095/383691 - Fax 095/7221147

AMMINISTRAZIONE, CLIENTI E FORNITORI
amministrazione@quotidianodisicilia.it
PEC: ediservicesrl@legalmail.it
Tel. 095/7222550- Fax 095/7374001