Imprese, in Sicilia cresciute dell’1,6% nel 2021 - QdS

Imprese, in Sicilia cresciute dell’1,6% nel 2021

Marco Carlino

Imprese, in Sicilia cresciute dell’1,6% nel 2021

martedì 25 Gennaio 2022 - 06:30

Unioncamere: “Percentuale più che raddoppiata rispetto al 2020 quando era a +0,78”. Saldo positivo di +7.701 nuove registrazioni: Catania, Palermo e Messina in vetta

PALERMO – Imprese siciliane in crescita nel 2021. Secondo quanto emerge dal report di Movimprese – l’analisi statistica realizzata da Unioncamere e InfoCamere – il 2021 si è chiuso con un tasso di crescita che si attesta all’1,63%, più che raddoppiato rispetto al 2020 quando era a +0,78%.

Nello specifico l’Isola, nell’anno appena concluso, ha chiuso con un saldo di +7.701 aziende, collocandosi al quinto posto nella classifica delle regioni italiane alle spalle di Lazio, Lombardia, Campania e Puglia. Non solo, con il suo tasso di crescita la Sicilia ha superato anche la media di crescita italiana, ferma a +1,42%. Nel 2021 in Sicilia si sono registrate 22.915 iscrizioni, 15.214 cessazioni per un totale di imprese registrate, al 31 dicembre, che ammonta a 478.967.

Il 2021 si è chiuso, anche a livello nazionale, con un ritrovato slancio delle attività imprenditoriali che, dopo la frenata imposta nel 2020 dal lockdown e dalla fase acuta dell’emergenza Covid, hanno fatto registrare 332.596 nuove iscrizioni (il 14% in più rispetto all’anno precedente). Un dato, però, ancora ben lontano dal periodo pre-pandemia. Si è mantenuto, infatti, un gap di circa 20 mila aperture in meno rispetto al 2019 e di circa 50 mila in meno rispetto alla media del decennio ante-Covid.

Il Mezzogiorno, in generale, è l’area del Paese che ha registrato nel 2021 il maggior numero di iscrizioni: quasi 109 mila le nuove imprese nate lo scorso anno, a fronte di circa 72 mila cessazioni. Il risultato mostra un saldo positivo di poco meno di 37 mila unità, che per un terzo si deve al risultato della Campania (+12.732). Il Nord Ovest segna un incremento dello stock di imprese di oltre 20 mila unità, grazie a 91 mila iscrizioni e 70 mila cancellazioni.

A spiccare in quest’area è la Lombardia con 14 mila imprese in più in un anno. A seguire il Centro, con un saldo complessivo di poco meno di 20 mila imprese dovuto a 72 mila iscrizioni e 52 mila cessazioni.
Il Lazio traina la cresciuta di imprese tra le regioni centrali, con 14mila imprese in più. Il Nord Est, infine, registra il minor incremento dello stock di imprese (oltre 9mila unità), differenza tra 60 mila iscrizioni e 51 mila cessazioni. Veneto ed Emilia Romagna le regioni con i saldi più elevati.

Se guardiano all’analisi territoriale, il tasso di crescita più importante si registra a Palermo +2,04% ((saldo +2.015), seguono Catania +1,94% (saldo +2.023), Siracusa +1,67% (saldo +654), Trapani +1,61% (saldo +764), Ragusa +1,48% (saldo +554), Agrigento +1,37% (saldo +560), Caltanissetta +1,18% (saldo +301), Enna +1,09% (saldo +164) e, fanalino di coda, Messina +1,06 (saldo +666).

Dai dati dei vari settori emerge, invece, come commercio ingrosso e dettaglio abbiano 130.847 imprese registrate con un saldo aziende di -1.399, seguiti dalle costruzioni con 52.308 imprese registrate e con un saldo +751, le attività manifatturiere con 31.961 imprese registrate e un saldo di -398, le attività servizi alloggio e ristorazione con 31.184 imprese registrate e un saldo di -514 e le attività professionale, scientifica e tecnica con imprese registrate 11.188 e un saldo di +249. Una menzione a parte, infine, per il settore agricoltura che in Sicilia conta 82.023 imprese e un saldo di -10, facendo registrare nel 2021 un andamento stabile.

Tag:

0 commenti

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato.

Commenta

Registrazione n. 552 del 18-9-1980 Tribunale di Catania
Iscrizione al R.O.C. n. 6590


Ediservice s.r.l. 95126 Catania - Via Principe Nicola, 22

P.IVA: 01153210875 - Cciaa Catania n. 01153210875


SERVIZIO ABBONAMENTI:
servizioabbonamenti@quotidianodisicilia.it
Tel. 095/372217

DIREZIONE VENDITE - Pubblicità locale, regionale e nazionale:
direzionevendite@quotidianodisicilia.it
Tel. 095/388268-095/383691 - Fax 095/7221147

AMMINISTRAZIONE, CLIENTI E FORNITORI
amministrazione@quotidianodisicilia.it
PEC: ediservicesrl@legalmail.it
Tel. 095/7222550- Fax 095/7374001

Direttore responsabile: Carlo Alberto Tregua direttore@quotidianodisicilia.it

Raffaella Tregua (vicedirettore)
vicedirettore@quotidianodisicilia.it

Dario Raffaele (redattore)
draffaele@quotidianodisicilia.it

Carmelo Lazzaro Danzuso (redattore)
clazzaro@quotidianodisicilia.it

Patrizia Penna (redattore)
ppenna@quotidianodisicilia.it

Antonio Leo (redattore)
aleo@quotidianodisicilia.it

redazione@quotidianodisicilia.it

Telefono 095.372684