L’arte dei musei in quarantena in mostra online - QdS

L’arte dei musei in quarantena in mostra online

Pietro Vultaggio

L’arte dei musei in quarantena in mostra online

martedì 14 Aprile 2020 - 00:00
L’arte dei musei in quarantena in mostra online

L’iniziativa di Google Arts & Culture: una raccolta di immagini ad alta risoluzione di opere in questo momento nascoste al pubblico. La Sicilia presente con la Galleria d’arte moderna di Palermo, la Valle dei Templi, il Teatro Massimo e altri gioielli

PALERMO – Il Coronavirus ha cambiato il nostro modo di vivere. Godere della normalità delle giornate come gustare un buon piatto al ristorante, andar a vedere un film al cinema ed osservare un’opera d’arte al museo, sembra essere diventato impossibile e lo sarà fino ad emergenza rientrata.

Proprio per questo motivo, i musei si stanno attrezzando per far godere visivamente tutti anche dai portali online. Spaziare da un capo all’altro della Sicilia non è mai stato così semplice, con tutte le problematiche che comportano le infrastrutture dell’Isola.

Un viaggio visivo e mentale creato da Google Arts & Culture, con una raccolta online di immagini ad alta risoluzione delle opere d’arte esposte in vari musei in tutto il mondo e che include anche tantissime opere del patrimonio siciliano. È, quindi, possibile ammirare opere digitalizzate attraverso una serie di tour virtuali, fruibili da PC, smartphone o con un visore VR, per godere di ogni dettaglio.

Entrando nel vivo dell’iniziativa, La Galleria d’Arte Moderna di Palermo mette a disposizione oltre 200 opere digitalizzate. Tra i più significativi dipinti: Francesco Lojacono, “Veduta di Palermo” (1875), Antonino Leto, “La raccolta delle olive” (1874), Ettore De Maria Bergler, “Taormina” (1907), Michele Catti, “Porta Nuova” (1908), Giovanni Boldini, “Femme aux gants” (1901), Franz Von Stuck, “Il peccato” (1909), Mario Sironi, “Il tram” (1920), Felice Casorati, “Gli scolari” (1928), Renato Guttuso, “Autoritratto” (1936).

Anche la Valle dei Templi di Agrigento, patrimonio mondiale dell’umanità, è sulla piattaforma del Google Cultural Institute. Gli utenti potranno camminare virtualmente, percorrendo gli oltre 1.300 ettari del Parco Archeologico attraverso 4 percorsi di visita virtuale e migliaia di immagini Street View.

Anche il Museo dei Motori dell’Università di Palermo è stato selezionato da Google Art e Culture per una grande mostra interattiva su invenzioni e scoperte.

Alla Farm Cultural Park di Favara, l’esposizione digitale “For ordinary people” mostra alcune delle opere e delle installazioni che sono state presenti al centro culturale indipendente di Favara.

Al Teatro Massimo di Palermo, invece, un viaggio virtuale celebra i capolavori del passato, per scoprire curiosità e storie legate alla cultura, allo sviluppo urbano, alle innovazioni del nostro Paese.

La piattaforma di Google permette, anche, di esplorare i gioielli artistici di Mazara del Vallo e le opere d’arte dell’associazione Club Piloti della Targa Florio 1906-1977.

In questo scenario siciliano, sarà possibile spaziare ed andare oltre: La Pinacoteca di Brera, attraverso la pubblicazione delle opere dei più grandi artisti, coinvolge il pubblico social con domande e attività proposte per famiglie; la Galleria degli Uffizi, sui profili Instagram e Twitter degli Uffizi, pubblica storie dedicate ai capolavori custoditi nella Galleria; Musei di Solferino e San Martino; Museo Egizio di Torino; MUSE Firenze; Museo Gypsotheca Antonio Canova; i Musei Vaticani; la Galleria Borghese; il Louvre per vedere la sezione del Rinascimento italiano e le opere di Leonardo Da Vinci; il Guggenheim di New York; il Van Gogh Museum di Amsterdam ed il British Museum al Prado di Madrid.

Tag:

0 commenti

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Commenta

Registrazione n. 552 del 18-9-1980 Tribunale di Catania
Iscrizione al R.O.C. n. 6590


Ediservice s.r.l. 95126 Catania - Via Principe Nicola, 22

P.IVA: 01153210875 - Cciaa Catania n. 01153210875


SERVIZIO ABBONAMENTI:
servizioabbonamenti@quotidianodisicilia.it
Tel. 095/372217

DIREZIONE VENDITE - Pubblicità locale, regionale e nazionale:
direzionevendite@quotidianodisicilia.it
Tel. 095/388268-095/383691 - Fax 095/7221147

AMMINISTRAZIONE, CLIENTI E FORNITORI
amministrazione@quotidianodisicilia.it
PEC: ediservicesrl@legalmail.it
Tel. 095/7222550- Fax 095/7374001

Direttore responsabile: Carlo Alberto Tregua direttore@quotidianodisicilia.it

Raffaella Tregua (vicedirettore)
vicedirettore@quotidianodisicilia.it

Dario Raffaele (redattore)
draffaele@quotidianodisicilia.it

Carmelo Lazzaro Danzuso (redattore)
clazzaro@quotidianodisicilia.it

Patrizia Penna (redattore)
ppenna@quotidianodisicilia.it

Antonio Leo (redattore)
aleo@quotidianodisicilia.it

redazione@quotidianodisicilia.it

Telefono 095.372684