Lotta al randagismo, il progetto del primo canile a Bagheria - QdS

Lotta al randagismo, il progetto del primo canile a Bagheria

web-la

Lotta al randagismo, il progetto del primo canile a Bagheria

Sonia Sabatino  |
giovedì 19 Maggio 2022 - 07:26

Inizieranno a breve i lavori per la costituzione del primo canile di Bagheria che ha l’obiettivo di arginare il grave problema di randagismo con cui in questa zona si combatte ormai da anni

Inizieranno a breve i lavori per la costituzione del primo canile di Bagheria che ha l’obiettivo di arginare il grave problema di randagismo con cui in questa zona si combatte ormai da anni.

Tutto ciò è finalmente possibile perché nella recente finanziaria regionale è stato previsto lo stanziamento di 100 mila euro per la realizzazione della struttura, in seguito all’approvazione dell’emendamento presentato dai deputati all’Ars del Movimento 5 Stelle Giampiero Trizzino, Luigi Sunseri e Salvo Siragusa.

Il progetto

La misura si è resa necessaria per porre rimedio al nodo finanziario e gestionale che il Comune sta attraversando da quando è stato chiuso il canile privato presso cui dimoravano i cani del territorio. In realtà, però, si tratta di una questione annosa, infatti, il problema era già stato posto dall’amministrazione precedentemente in carica, guidata dal Patrizio Cinque anche lui del M5S, che tra la fine del 2017 e la metà del 2018, aveva individuato il terreno e avviato l’iter per dotare Bagheria di un proprio canile municipale. Dalla chiusura della struttura privata, il Comune aveva incrementato notevolmente la spesa per questo servizio e da allora i cani sono trasferiti a Sambuca di Sicilia senza soluzione di continuità.

L’investimento

Questa somma, insieme con gli 80 mila euro già presenti in bilancio e sbloccati a seguito della fuoriuscita dal dissesto del Comune, servirà a completare il lavoro avviato dalla precedente amministrazione comunale di Bagheria, come ha raccontato ai microfoni di Qds.it il sindaco Filippo Tripoli.

Articoli correlati

0 commenti

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato.

Commenta

Registrazione n. 552 del 18-9-1980 Tribunale di Catania
Iscrizione al R.O.C. n. 6590


Ediservice s.r.l. 95126 Catania - Via Principe Nicola, 22

P.IVA: 01153210875 - Cciaa Catania n. 01153210875


SERVIZIO ABBONAMENTI:
servizioabbonamenti@quotidianodisicilia.it
Tel. 095/372217

DIREZIONE VENDITE - Pubblicità locale, regionale e nazionale:
direzionevendite@quotidianodisicilia.it
Tel. 095/388268-095/383691 - Fax 095/7221147

AMMINISTRAZIONE, CLIENTI E FORNITORI
amministrazione@quotidianodisicilia.it
PEC: ediservicesrl@legalmail.it
Tel. 095/7222550- Fax 095/7374001

Direttore responsabile: Carlo Alberto Tregua direttore@quotidianodisicilia.it

Raffaella Tregua (vicedirettore)
vicedirettore@quotidianodisicilia.it

Dario Raffaele (redattore)
draffaele@quotidianodisicilia.it

Carmelo Lazzaro Danzuso (redattore)
clazzaro@quotidianodisicilia.it

Patrizia Penna (redattore)
ppenna@quotidianodisicilia.it

Antonio Leo (redattore)
aleo@quotidianodisicilia.it

redazione@quotidianodisicilia.it

Telefono 095.372684