Manifestazioni turistiche, la Regione cambia rotta - QdS

Manifestazioni turistiche, la Regione cambia rotta

Michele Giuliano

Manifestazioni turistiche, la Regione cambia rotta

martedì 22 Ottobre 2019 - 00:00
Manifestazioni turistiche, la Regione cambia rotta

Criteri di selezione per gli eventi di richiamo turistico. La Regione può intervenire a sostegno fino al 50% delle spese ammissibili. Una apposita convenzione con il soggetto organizzatore disciplinerà le modalità di realizzazione della kermesse

PALERMO – Le carte in tavola cambiano con i giochi in corso. È stata cambiata dalla Regione la circolare che disciplinava la presentazione delle istanze per il finanziamento delle “manifestazioni direttamente promosse”, cioè tutte quelle manifestazioni che l’assessore regionale del Turismo, dello Sport e dello Spettacolo è autorizzato a promuovere e realizzare direttamente, anche mediante convenzioni con enti pubblici e soggetti ed organismi privati di comprovata esperienza e capacità tecnica e finanziaria.

Si tratta di manifestazioni importanti, che richiamano turisti siciliani, italiani e stranieri, che fanno ormai parte della storia e del folklore del territorio, o che, anche se di recente affermazione, hanno subito trovato un loro spazio nel circuito turistico isolano.

In questi casi, la Regione può decidere di intervenire finanziariamente a sostegno delle spese di realizzazione delle manifestazioni promosse ed organizzate da soggetti terzi, entro il limite massimo del 50% delle spese complessive riconosciute ammissibili.

In attesa di una più generale riorganizzazione del settore, che comprenda le iniziative a cofinanziamento competitivo e progetti speciali (Co.Co. e Co.P.S.) nonché i cosiddetti “patrocini onerosi”, è stato necessario dare le opportune indicazioni per disciplinare i criteri di selezione e le modalità di presentazione delle istanze.

Secondo le nuove indicazioni, la selezione delle candidature avverrà tenendo conto di elementi considerati prioritari: in primis, le iniziative direttamente proposte ed organizzate a cura del Dipartimento Turismo, o inserite nel Calendario degli eventi di grande richiamo turistico per l’anno di riferimento o per quello immediatamente antecedente, poi gli eventi sportivi di richiamo nazionale ed internazionale non rientranti nell’ordinaria attività sportiva e le manifestazioni ed eventi culturali e di spettacolo di livello nazionale ed internazionale, con ampia copertura mediatica.

A seguito della individuazione delle manifestazioni da finanziare, l’assessorato regionale al Turismo, Sport e Spettacolo stipulerà con il soggetto organizzatore apposita convenzione nella quale saranno dettagliate le modalità di realizzazione congiunta della manifestazione nonché le specifiche per la rendicontazione dell’intervento. Per la parte economica, dovrà essere presentato un bilancio consuntivo attestante la spesa relativa all’intera manifestazione, una dichiarazione sostitutiva di atto di notorietà, a firma del legale rappresentante, che attesta la riferibilità alla manifestazione e la veridicità di tutti i documenti presentati per la spesa rimborsata.

Ancora, dovrà essere dimostrato l’assolvimento di ogni onere fiscale, assistenziale, previdenziale, assicurativo e contributivo relativo, compresi gli oneri per Siae; ogni spesa sostenuta, inoltre, va rinvenuta nella documentazione bancaria necessaria alla verifica della tracciabilità dei pagamenti, oltre ad essere comprovata, ovviamente, da fatture, documenti di trasporto e ricevute di bonifici o del tipologia di pagamento scelta, che sia comunque rintracciabile.

Le manifestazioni finanziate dovranno svolgersi nell’ambito del territorio della regione siciliana ed essere liberamente aperti al pubblico. I beneficiari dell’intervento, prima della stipula della convenzione, dovranno dichiarare l’assenza di cause impeditive, come previsto dalla normativa in materia di prevenzione della criminalità organizzata.

Tag:

0 commenti

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Commenta

Registrazione n. 552 del 18-9-1980 Tribunale di Catania
Iscrizione al R.O.C. n. 6590


Ediservice s.r.l. 95126 Catania - Via Principe Nicola, 22

P.IVA: 01153210875 - Cciaa Catania n. 01153210875


SERVIZIO ABBONAMENTI:
servizioabbonamenti@quotidianodisicilia.it
Tel. 095/372217

DIREZIONE VENDITE - Pubblicità locale, regionale e nazionale:
direzionevendite@quotidianodisicilia.it
Tel. 095/388268-095/383691 - Fax 095/7221147

AMMINISTRAZIONE, CLIENTI E FORNITORI
amministrazione@quotidianodisicilia.it
PEC: ediservicesrl@legalmail.it
Tel. 095/7222550- Fax 095/7374001

Direttore responsabile: Carlo Alberto Tregua direttore@quotidianodisicilia.it

Raffaella Tregua (vicedirettore)
vicedirettore@quotidianodisicilia.it

Dario Raffaele (redattore)
draffaele@quotidianodisicilia.it

Carmelo Lazzaro Danzuso (redattore)
clazzaro@quotidianodisicilia.it

Patrizia Penna (redattore)
ppenna@quotidianodisicilia.it

Antonio Leo (redattore)
aleo@quotidianodisicilia.it

redazione@quotidianodisicilia.it

Telefono 095.372684