Maria Arena, il tema del "nuovo femminismo" nei suoi docufilm - QdS

Maria Arena, il tema del “nuovo femminismo” nei suoi docufilm

Web-al

Maria Arena, il tema del “nuovo femminismo” nei suoi docufilm

Web-al |
giovedì 26 Agosto 2021 - 12:50

Sulla poltrona di Nicoletta abbiamo quest'oggi la regista Maria Arena che con i suoi film documentari cerca di sensibilizzare i media e i giudici per tutelare le donne

La regista Maria Arena è stata ospite sulla mia poltrona per presentare il suo ritorno sul set con “Il terribile inganno”, un film che racconta il movimento “Non una di meno”, per presentare al pubblico quello che oggi possiamo definire il “nuovo femminismo”.

Maria Arena, catanese di nascita, ma milanese di adozione, a sette anni dal suo primo film “Gesù è morto per i peccati degli altri” dedicato ai temi della transessualità, della prostituzione, dimostra anche con questo suo nuovo film una forte sensibilità legata ai temi dell’emarginazione, della diversità e della violenza di genere.

Quindi, una regista attenta alle problematiche che attraverso la sua telecamera denuncia facendo un lavoro d’introspezione anche attraverso gli incontri diretti con le attiviste, sia durante gli scioperi che nelle loro sedi.

Di fronte ai 47 femminicidi già avvenuti dall’inizio del 2021 il tema è più che attuale, e nostro malgrado, dobbiamo aggiungere Vanessa Zappalà, la ragazza uccisa dal suo fidanzato ad Acitrezza, proprio qualche giorno fa.

Questo film documentario ha anche lo scopo di sensibilizzare i media e i giudici per tutelare le donne che continuano a morire perché non ascoltate e a perdere il lavoro più di quanto lo possa perdere un uomo nella stessa posizione.

Prodotto da Invisibile Film, il documentario è stato realizzato grazie a un crowdfunding sulla piattaforma Produzioni dal Basso con la collaborazione di Infinity Lab. Per aggiornamenti sulle uscite nei vari cinema italiani consultare la pagina Facebook e Instagram.

Nicoletta Fontana

Tag:

0 commenti

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Commenta

Registrazione n. 552 del 18-9-1980 Tribunale di Catania
Iscrizione al R.O.C. n. 6590


Ediservice s.r.l. 95126 Catania - Via Principe Nicola, 22

P.IVA: 01153210875 - Cciaa Catania n. 01153210875


SERVIZIO ABBONAMENTI:
servizioabbonamenti@quotidianodisicilia.it
Tel. 095/372217

DIREZIONE VENDITE - Pubblicità locale, regionale e nazionale:
direzionevendite@quotidianodisicilia.it
Tel. 095/388268-095/383691 - Fax 095/7221147

AMMINISTRAZIONE, CLIENTI E FORNITORI
amministrazione@quotidianodisicilia.it
PEC: ediservicesrl@legalmail.it
Tel. 095/7222550- Fax 095/7374001

Direttore responsabile: Carlo Alberto Tregua direttore@quotidianodisicilia.it

Raffaella Tregua (vicedirettore)
vicedirettore@quotidianodisicilia.it

Dario Raffaele (redattore)
draffaele@quotidianodisicilia.it

Carmelo Lazzaro Danzuso (redattore)
clazzaro@quotidianodisicilia.it

Patrizia Penna (redattore)
ppenna@quotidianodisicilia.it

Antonio Leo (redattore)
aleo@quotidianodisicilia.it

redazione@quotidianodisicilia.it

Telefono 095.372684