Marsala, 2 milioni per riqualificare ex scuola - QdS

Marsala, 2 milioni per riqualificare ex scuola

Pietro Vultaggio

Marsala, 2 milioni per riqualificare ex scuola

giovedì 25 Giugno 2020 - 00:00
Marsala, 2 milioni per riqualificare ex scuola

Sottoscritto l’accordo tra Comune e Iacp di Trapani grazie ai fondi del Po-Fesr 2014-20. Via libera al progetto di “social housing”: alloggi sociali e più servizi ai cittadini

TRAPANI – È stato sottoscritto, negli uffici dell’Istituto autonomo case popolari di Trapani, il contratto di appalto relativo ai lavori di social housing per la riqualificazione dell’ex scuola in contrada Amabilina a Marsala.

Il finanziamento, per un importo pari a 2 milioni di euro, fa parte del Po Fers 2014/2020 ed è finalizzato alla riqualificazione edilizia di un’area della contrada marsalese, attraverso la realizzazione di alloggi sociali e l’incremento di azioni e servizi volti al miglioramento della qualità della vita ed a un maggior sviluppo sociale.

Il progetto, frutto di un protocollo d’Intesa tra Amministrazione comunale di Marsala e Iacp di Trapani, mira a promuovere “interventi di potenziamento del patrimonio pubblico esistente e di recupero di alloggi di proprietà pubblica dei Comuni ed ex Iacp, per incrementare la disponibilità di alloggi sociali e servizi abitativi per categorie fragili per ragioni economiche e sociali.

Interventi infrastrutturali finalizzati alla sperimentazione di modelli innovativi sociali e abitativi”, così come scritto nella nota stampa. Nel dettaglio, da un immobile, prima adibito a scuola, si ricaveranno 25 alloggi sociali di diversa metratura, destinati a specifiche categorie di utenti.
La riqualificazione del quartiere si completerà, inoltre, con la creazione di aree verdi e spazi socio-educativi, ricreativi, sportivi e culturali finalizzati a potenziare l’area e a fornire qualità all’intera zona.

Saranno presenti due tipologie di servizi: servizi locali e urbani, con la realizzazione di un poliambulatorio ed un centro analisi e servizi integrativi fra cui una biblioteca, una cucina e zona living condivisa, una sala brico. Inoltre, saranno potenziate strade e realizzate aree verdi attrezzate con giochi per bambini e panchine, e verranno predisposti orti comuni, che gli utenti potranno curare coltivando erbe aromatiche o piccole piantagioni. La consegna dei lavori è prevista entro i prossimi 45 giorni. La definizione e la conclusione dei lavori dovrà avvenire entro un anno e mezzo dalla materiale consegna del cantiere.

Un grande intervento di riqualificazione, quindi, di una intera area che attualmente versa in stato di abbandono. Dare agli ultimi per creare una società migliore, questo l’intento di un progetto che si aspetta da tempo.

Tag:

Potrebbe interessarti anche:

0 commenti

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Commenta

Registrazione n. 552 del 18-9-1980 Tribunale di Catania
Iscrizione al R.O.C. n. 6590


Ediservice s.r.l. 95126 Catania - Via Principe Nicola, 22

P.IVA: 01153210875 - Cciaa Catania n. 01153210875


SERVIZIO ABBONAMENTI:
servizioabbonamenti@quotidianodisicilia.it
Tel. 095/372217

DIREZIONE VENDITE - Pubblicità locale, regionale e nazionale:
direzionevendite@quotidianodisicilia.it
Tel. 095/388268-095/383691 - Fax 095/7221147

AMMINISTRAZIONE, CLIENTI E FORNITORI
amministrazione@quotidianodisicilia.it
PEC: ediservicesrl@legalmail.it
Tel. 095/7222550- Fax 095/7374001

Direttore responsabile: Carlo Alberto Tregua direttore@quotidianodisicilia.it

Raffaella Tregua (vicedirettore)
vicedirettore@quotidianodisicilia.it

Dario Raffaele (redattore)
draffaele@quotidianodisicilia.it

Carmelo Lazzaro Danzuso (redattore)
clazzaro@quotidianodisicilia.it

Patrizia Penna (redattore)
ppenna@quotidianodisicilia.it

Antonio Leo (redattore)
aleo@quotidianodisicilia.it

redazione@quotidianodisicilia.it

Telefono 095.372684