Pandoro e panettone, lievitano i prezzi, più cinque per cento rispetto al 2019 - QdS

Pandoro e panettone, lievitano i prezzi, più cinque per cento rispetto al 2019

Michele Giuliano

Pandoro e panettone, lievitano i prezzi, più cinque per cento rispetto al 2019

martedì 22 Dicembre 2020 - 00:00
Pandoro e panettone, lievitano i prezzi, più cinque per cento rispetto al 2019

L’indagine di mercato realizzata dall’osservatorio Federconsumatori: rincari medi del 5%. Ma gli italiani non rinunceranno all’usanza: una famiglia su 4 sceglierà le versioni tradizionali

ROMA – Le feste natalizie sono alle porte e, anche se non sarà possibile trascorrere queste giornate in grandi tavolate tra parenti e amici, gli italiani (e siciliani) non si faranno mancare di certo cibo e dolci, e tra questi, senza dubbio, il panettone e il pandoro.

A fare il punto della situazione, l’indagine realizzata per il quarto anno consecutivo dall’osservatorio Federconsumatori, che monitora i costi, ma anche le scelte e le preferenze degli italiani in relazione ai dolciumi che verranno consumati durante le feste.

Primo punto, la certezza del legame degli italiani con la tradizione: in vetta alle preferenze dei consumatori ci sono sempre il pandoro classico e il panettone ambrosiano. Ancora una famiglia su 4 acquista la versione tradizionale, immediatamente seguita dalle versioni al cioccolato, acquistata nel 15% dei casi.

Gli acquisti on line rimangono ancora marginali, registrando circa il 12% del totale della spesa, rispetto al mercato dei negozi e presso la grande distribuzione: spesso, infatti, i costi applicati risultano più onerosi (i prezzi online sono più cari in media del +4,2% rispetto a quelli dei negozi).

Anche nel circuito tradizionale, comunque, i prezzi dei dolci tipici natalizi fanno registrare un aumento medio del +5% rispetto al 2019. In particolare, il prezzo medio del pandoro classico si attesta sui 9,55 euro, prendendo in considerazione sia i prodotti delle marche più blasonate che di quelle meno conosciute, con un aumento del 25%, raggiungendo così il costo del panettone, che invece cresce solo del 2%.

L’osservatorio Federconsumatori ha voluto anche dare dei consigli per orientarsi tra l’ampia gamma di prodotti proposti, la cui varietà può disorientare il consumatore, distraendolo da elementi importanti: constatare l’integrità della confezione, che non deve presentare buchi o tagli; controllare con attenzione la data di scadenza. Ancora, bisogna prestare attenzione alla denominazione del prodotto: ad esempio, l’eventuale utilizzo della dicitura “dolce natalizio” invece di “pandoro” o “panettone” comporta l’impiego di ingredienti diversi rispetto a quelli della ricetta classica.

Proprio per verificare in maniera corretta il prodotto, l’indagine parte comunque dalle basi, da ciò che è la definizione stessa del prodotto “pandoro” e “panettone, come prescritto dal decreto 22 luglio 2005 del ministero delle attività produttive e dal ministero delle politiche agricole e forestali, che stabilisce appunto gli ingredienti da utilizzare e le procedure da seguire nella preparazione.

La stessa legge prescrive come, che sia industriale o artigianale, in qualità di prodotti preconfezionati i pandori e i panettoni devono riportare in etichetta alcune informazioni: denominazione di vendita, elenco ingredienti, quantità, termine minimo di conservazione o data di scadenza, nome o ragione sociale o marchio depositato e la sede del fabbricante o del confezionatore o di un venditore stabilito nella Comunità Europea, istruzioni per l’uso, ingrediente o coadiuvanti che possono provocare allergie o intolleranze usato nella fabbricazione o preparazione di prodotti.

Altro consiglio più “tecnico”, la verifica, qualora sia possibile, lo stato di lievitazione del panettone, che per essere perfetto deve vedere la curvatura del dolce partire dal pirottino. Nel caso del panettone la presenza di canditi e uvette in superficie è quasi sempre sinonimo di un impasto interno ricco. Al taglio il dolce deve presentare alveoli (cioè i tipici fori) grandi e irregolari, che indicano una buona lievitazione. Il pandoro deve avere un colore dorato e uniforme e non deve risultare unto all’esterno ma perfettamente asciutto.

Tag:

0 commenti

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Commenta

Registrazione n. 552 del 18-9-1980 Tribunale di Catania
Iscrizione al R.O.C. n. 6590


Ediservice s.r.l. 95126 Catania - Via Principe Nicola, 22

P.IVA: 01153210875 - Cciaa Catania n. 01153210875


SERVIZIO ABBONAMENTI:
servizioabbonamenti@quotidianodisicilia.it
Tel. 095/372217

DIREZIONE VENDITE - Pubblicità locale, regionale e nazionale:
direzionevendite@quotidianodisicilia.it
Tel. 095/388268-095/383691 - Fax 095/7221147

AMMINISTRAZIONE, CLIENTI E FORNITORI
amministrazione@quotidianodisicilia.it
PEC: ediservicesrl@legalmail.it
Tel. 095/7222550- Fax 095/7374001

Direttore responsabile: Carlo Alberto Tregua direttore@quotidianodisicilia.it

Raffaella Tregua (vicedirettore)
vicedirettore@quotidianodisicilia.it

Dario Raffaele (redattore)
draffaele@quotidianodisicilia.it

Carmelo Lazzaro Danzuso (redattore)
clazzaro@quotidianodisicilia.it

Patrizia Penna (redattore)
ppenna@quotidianodisicilia.it

Antonio Leo (redattore)
aleo@quotidianodisicilia.it

redazione@quotidianodisicilia.it

Telefono 095.372684