Primi bilanci per la Zona a traffico limitato di Ibla - QdS

Primi bilanci per la Zona a traffico limitato di Ibla

Stefania Zaccaria

Primi bilanci per la Zona a traffico limitato di Ibla

giovedì 22 Settembre 2022 - 09:06

L’Amministrazione comunale ha incontrato Confimprese per discutere della Ztl estiva e del Piano strategico del turismo: nonostante i risvolti positivi, resta ancora qualche nodo da sciogliere

RAGUSA – Si è svolto in gran ritardo l’incontro tra Amministrazione comunale di Ragusa, associazioni di categoria e comitati spontanei per discutere di Ibla.

Al centro del dibattito la sperimentazione della Ztl: ecco perché si auspicava un incontro preventivo, ma la Giunta guidata dal sindaco Peppe Cassì ha incontrato in un secondo momento tutti gli attori protagonisti, anche per discutere del piano strategico del turismo che dovrà essere elaborato su diversi livelli.

Per quanto riguarda il ‘parere’ delle associazioni sulle problematiche legate alla ztl e alla viabilità all’interno e all’esterno di Ragusa Ibla, non è molto cambiato rispetto a qualche mese fa.

“Prendiamo atto dello spirito assolutamente costruttivo e propositivo dell’incontro – ha sottolineato il componente del direttivo di Confimprese iblea Salvo Scollo – ma l’Amministrazione Cassì non ha ritenuto opportuno convocare le parti nella fase antecedente la sperimentazione sollevando le ire dei commercianti e delle associazioni di categoria. I dati sulle presenze turistiche sono discordanti e le cifre sui fruitori dei bus navetta, pari a 62 mila presenze a Luglio e agosto secondo i dati forniti dal Comune, non danno un’esatta visione del fenomeno turistico durante la stagione estiva. Un piano di comunicazione e informazione oggettivamente carente al netto di qualche dichiarazione spot. In questo specifico caso non c’è stata alcuna condivisione e concertazione presso nessun tavolo istituzionale”.

“La concertazione si fa alla luce del sole – ha aggiunto Salvo Scollo – interfacciandosi sistematicamente con gli interlocutori interessati. Siamo consapevoli della difficile convivenza con i residenti e i singoli portatori di interesse”.

Il comitato spontaneo dei residenti, Comibleo, ha manifestato invece preoccupazione prima di tutto per l’ampiezza della carreggiata della circonvallazione Ottaviano che, per motivi di sicurezza, “non consentiva il parcheggio così come è stato pensato e attuato. Men che meno quando la sosta viene effettuata da autobus che, tra l’altro, così come è accaduto e documentato, rallentano l’attività dei mezzi di soccorso, in questo caso un’autopompa dei vigili del fuoco”.

“Per fortuna – ha aggiunto il Comibleo riferendosi a fatti accaduti – questa volta non è accaduto niente di irreparabile e il ritardo non ha causato danni. Però, è chiaro che non possiamo affidarci ogni volta alla fortuna e che sia necessaria una migliore regolamentazione di tutto il tragitto che fa riferimento alla circonvallazione. Siamo convinti che ci sia qualcosa da rivedere. Troppi episodi si sono verificati che meritano di essere presi in considerazione e che ci convincono sul fatto che la scelta effettuata non va bene”.

“Auspichiamo che – ha concluso il comitato – su questo versante ci possa essere maggiore ragionevolezza nell’individuare quegli spunti che si rendono necessari per arrivare il prima possibile al dunque che, per quanto ci riguarda, significa una transitabilità adeguata dell’intera circonvallazione”.

Tag:

Articoli correlati

0 commenti

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato.

Commenta

Registrazione n. 552 del 18-9-1980 Tribunale di Catania
Iscrizione al R.O.C. n. 6590


Ediservice s.r.l. 95126 Catania - Via Principe Nicola, 22

P.IVA: 01153210875 - Cciaa Catania n. 01153210875


SERVIZIO ABBONAMENTI:
servizioabbonamenti@quotidianodisicilia.it
Tel. 095/372217

DIREZIONE VENDITE - Pubblicità locale, regionale e nazionale:
direzionevendite@quotidianodisicilia.it
Tel. 095/388268-095/383691 - Fax 095/7221147

AMMINISTRAZIONE, CLIENTI E FORNITORI
amministrazione@quotidianodisicilia.it
PEC: ediservicesrl@legalmail.it
Tel. 095/7222550- Fax 095/7374001

Direttore responsabile: Carlo Alberto Tregua direttore@quotidianodisicilia.it

Raffaella Tregua (vicedirettore)
vicedirettore@quotidianodisicilia.it

Dario Raffaele (redattore)
draffaele@quotidianodisicilia.it

Carmelo Lazzaro Danzuso (redattore)
clazzaro@quotidianodisicilia.it

Patrizia Penna (redattore)
ppenna@quotidianodisicilia.it

Antonio Leo (redattore)
aleo@quotidianodisicilia.it

redazione@quotidianodisicilia.it

Telefono 095.372684