Parte da Ibla il progetto per il Parco dello stile mediterraneo - QdS

Parte da Ibla il progetto per il Parco dello stile mediterraneo

redazione

Parte da Ibla il progetto per il Parco dello stile mediterraneo

martedì 21 Giugno 2022 - 08:51

Il Consorzio universitario ha avviato un percorso di sinergie per valorizzare cucina, stile di vita, cultura e percorsi di mobilità: un iter che punta a rilanciare il “brand Sicilia”

RAGUSA – Valorizzare lo stile di vita mediterraneo, la cucina e i prodotti agroalimentari, la cultura e i percorsi di mobilità.

Un progetto del Consorzio universitario ibleo

È questo l’obiettivo di un progetto del Consorzio universitario ibleo presentato, qualche giorno fa, a Ragusa Ibla che mira alla creazione di un parco mondiale dello stile di vita mediterraneo, coinvolgendo oltre che la nostra provincia anche il territorio siracusano e parte di quello calatino.

La sinergia tra tutti gli elementi dovrebbe permettere un unico sistema che unisca le varie realtà territoriali, al fine di rilanciare il brand Sicilia a livello mondiale all’insegna della qualità.

“È un percorso di area vasta – ha sottolineato il presidente Cui, Pinuccio Lavima – fondato sul riconoscimento Unesco della Dieta mediterranea, sul movimento Terra Madre di Petrini e sull’enciclica ‘Laudato Sì’ di Papa Francesco. Abbiamo aderito al progetto rispondendo ad un preciso invito dell’ente capofila, ovvero il comune di Caltanissetta. Sono in fase di creazione i poli tematici. Qui da noi sarà proposta la costituzione del polo ibleo. Puntiamo a tracciare un percorso virtuoso, che nasce dalla visione del professore Giuseppe De Santis, l’ideatore, promotore, guida ed anima del progetto ‘Parco mondiale’”.

Il progetto è stato sposato dal Cui vista l’imminente attivazione del nuovo corso di laurea triennale in ‘Management delle imprese per l’economia sostenibile’ e in base a quanto evidenziato da De Santis, il tutto si fonde benissimo con lo stile di vita mediterraneo.

La via che deve guidarci deve guardare alla qualità

“È una visione semplice – ha affermato De Santis – diventata progetto durante i mesi della pandemia, per consentire alla Sicilia di ripartire e guadagnare una nuova posizione a livello internazionale. Partiamo dalla constatazione che la nostra terra non può più essere competitiva a livello mondiale nel campo industriale come nel campo della nuova agricoltura. Nel campo del turismo di massa come in quello dei grandi poli imprenditoriali. La via che deve guidarci deve quindi guardare alla qualità, della vita, del cibo, del vivere. Dieci anni fa la dieta mediterranea è diventata patrimonio Unesco. La Sicilia interpreta meglio di tutti lo stile di vita mediterraneo. Ecco perché riteniamo che sull’asse salutistico, turistico-culturale e agricolo ci sia tanto da valorizzare”.

Gli interventi dell’incontro sono stati coordinati dal responsabile tecnico/esecutivo del progetto Parco mondiale per il polo ibleo Roberto Garaffa.

Sono intervenuti, tra gli altri, il sindaco di Ragusa Peppe Cassì, l’assessore del comune di Caltanissetta e responsabile tecnico/operativo del Parco mondiale Francesco Nicoletti e l’esperto di politica di coesione e programmazione dei fondi comunitari della governance territoriale e multi-livello Sergio Vasarri.

Tag:

0 commenti

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato.

Commenta

Registrazione n. 552 del 18-9-1980 Tribunale di Catania
Iscrizione al R.O.C. n. 6590


Ediservice s.r.l. 95126 Catania - Via Principe Nicola, 22

P.IVA: 01153210875 - Cciaa Catania n. 01153210875


SERVIZIO ABBONAMENTI:
servizioabbonamenti@quotidianodisicilia.it
Tel. 095/372217

DIREZIONE VENDITE - Pubblicità locale, regionale e nazionale:
direzionevendite@quotidianodisicilia.it
Tel. 095/388268-095/383691 - Fax 095/7221147

AMMINISTRAZIONE, CLIENTI E FORNITORI
amministrazione@quotidianodisicilia.it
PEC: ediservicesrl@legalmail.it
Tel. 095/7222550- Fax 095/7374001

Direttore responsabile: Carlo Alberto Tregua direttore@quotidianodisicilia.it

Raffaella Tregua (vicedirettore)
vicedirettore@quotidianodisicilia.it

Dario Raffaele (redattore)
draffaele@quotidianodisicilia.it

Carmelo Lazzaro Danzuso (redattore)
clazzaro@quotidianodisicilia.it

Patrizia Penna (redattore)
ppenna@quotidianodisicilia.it

Antonio Leo (redattore)
aleo@quotidianodisicilia.it

redazione@quotidianodisicilia.it

Telefono 095.372684