Sistema duale della formazione seconda annualità in fase partenza - QdS

Sistema duale della formazione seconda annualità in fase partenza

Michele Giuliano

Sistema duale della formazione seconda annualità in fase partenza

sabato 21 Settembre 2019 - 00:00

Linee guida della Regione per finanziare i percorsi che prevedono teoria e pratica in azienda. Completata la fase di presentazione dei progetti, importo massimo per corso di 84.000 €

PALERMO – È il momento di avviare le attività per il secondo anno del sistema duale della formazione professionale. È stata emessa la circolare che autorizza l’avvio dei percorsi didattici per l’anno scolastico 2019/2020, in co-progettazione tra gli enti di formazione e gli istituti professionali che hanno già lavorato insieme per l’anno scolastico 2018/2019.

La circolare traccia le linee guida dell’attività sia amministrativa che scolastica.

Il sistema duale o circolare è un modello formativo, mutuato dalla Germania, che coniuga le attuali politiche di transizione tra il mondo della scuola e quello del lavoro. Il contratto di apprendistato diventa, in quest’ottica, la forma privilegiata di inserimento dei giovani nel mercato del lavoro poiché consente, da un lato, il conseguimento di un titolo di studio, e dall’altro, l’esperienza professionale diretta.

È possibile assumere giovani con contratto di apprendistato di I livello nell’ambito della sperimentazione del sistema duale.

Il progetto ha una durata biennale e si compone sostanzialmente di due linee di intervento: la Linea 1 – Sviluppo e rafforzamento del sistema di placement dei Cfp, e la Linea 2 – Sostegno di percorsi di Iefp. Per lo svolgimento delle attività e per l’avvio dei percorsi, gli enti dovranno attenersi al calendario dell’anno scolastico 2019/2020.

L’importo massimo finanziabile per ciascun percorso è di 84 mila euro, per un monte ore complessivo di 1.056 ore, deve prevedere un massimale per le spese del personale, da rendicontare a costi reali pari a 60 mila euro. Sono ammissibili tra le spese collegate alla frequenza degli allievi quelle relative al trasporto e alla copertura assicurativa. Ancora, sono ammesse le spese per il personale dell’ente, comprensive degli oneri fiscali, assistenziali e previdenziali.

Tra il personale amministrativo, ogni ente dovrà indicare il nominativo di due unità lavorative cui rivolgersi per notizie in merito alla gestione dei percorsi. Anche le spese per il personale della scuola sono omnicomprensive degli oneri fiscali, assistenziali e previdenziale e prevedono un numero totale di 50 ore complessive per la co-progettazione, il monitoraggio, la valutazione, il tutoraggio, e spese varie per il personale e 200 ore di lezione. I beni acquistati con i finanziamenti relativi ai percorsi triennali andranno iscritti in un apposito registro di inventario con l’indicazione del corso di riferimento. Se le attrezzature didattiche avranno un costo unitario inferiore a 516,64 euro, dovranno essere utilizzate per la durata del corso triennale, se il costo è superiore alla stessa cifra, l’utilizzo sarà pari alla vita utile del bene.

Nel caso in cui gli enti utilizzeranno attrezzature o locali dell’istituzione scolastica, le somme necessarie dovranno essere trasferite all’istituto. Per la rendicontazione, ci si atterrà alle disposizioni contenute nel Vademecum di attuazione del programma operativo del fondo sociale europeo 2014/2020, ed al conseguente manuale delle procedure, secondo il quale si adotta un sistema di calcolo basato sulla semplificazione dei costi, per cui si atterrà a due principi cardine: rimborso a costi reali dei costi diretti del personale impegnato nel progetto, e riconoscimento di un importo forfettario pari al 40% del costo diretto del personale ritenuto ammissibile, a copertura di tutti i restanti costi dell’operazione.

Tag:

0 commenti

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato.

Commenta

Registrazione n. 552 del 18-9-1980 Tribunale di Catania
Iscrizione al R.O.C. n. 6590


Ediservice s.r.l. 95126 Catania - Via Principe Nicola, 22

P.IVA: 01153210875 - Cciaa Catania n. 01153210875


SERVIZIO ABBONAMENTI:
servizioabbonamenti@quotidianodisicilia.it
Tel. 095/372217

DIREZIONE VENDITE - Pubblicità locale, regionale e nazionale:
direzionevendite@quotidianodisicilia.it
Tel. 095/388268-095/383691 - Fax 095/7221147

AMMINISTRAZIONE, CLIENTI E FORNITORI
amministrazione@quotidianodisicilia.it
PEC: ediservicesrl@legalmail.it
Tel. 095/7222550- Fax 095/7374001

Direttore responsabile: Carlo Alberto Tregua direttore@quotidianodisicilia.it

Raffaella Tregua (vicedirettore)
vicedirettore@quotidianodisicilia.it

Dario Raffaele (redattore)
draffaele@quotidianodisicilia.it

Carmelo Lazzaro Danzuso (redattore)
clazzaro@quotidianodisicilia.it

Patrizia Penna (redattore)
ppenna@quotidianodisicilia.it

Antonio Leo (redattore)
aleo@quotidianodisicilia.it

redazione@quotidianodisicilia.it

Telefono 095.372684