Suggestione filotto per il Centrodestra nazionale e siciliano - QdS

Suggestione filotto per il Centrodestra nazionale e siciliano

web-dr

Suggestione filotto per il Centrodestra nazionale e siciliano

Giovanni Pizzo  |
martedì 02 Agosto 2022 - 13:06

C’è una suggestione che sta animando il centrodestra nazionale e siciliano. Nonostante le divisioni, le acredini, le stanchezze di una vita forse troppo lunga passata insieme.

C’è una suggestione che sta animando il centrodestra nazionale e siciliano. Nonostante le divisioni, le acredini, le stanchezze di una vita forse troppo lunga passata insieme, quella di vincere tutti i collegi uninominali, fare un decisivo sforzo in quelli proporzionali, e ricompattare tutto e tutti per vincere di slancio le regionali e nazionali. Un filotto.

Tutto questo essendo la Sicilia da sempre un granaio di voti che può spostare equilibri. Lo è stato per la DC, lo è stato per Forza Italia, lo fu la scorsa legislatura per i 5stelle. La Sicilia è come un vento, e questo vento vuole essere preso dal centrodestra per vincere.

L’ipotesi suggestiva per convincere i maggiorenti siciliani a deporre le armi dei combattimenti interni è ritirare Musumeci, a cui verrebbe riservato un collegio sicuro alle nazionali, e dare la presidenza ad una forza che non spaventa, per peso ad oggi raggiunto, gli altri attori dello scenario.

L’ipotesi è di dare la Presidenza della Regione alla Lega, ad un moderato storico della Lega, Alessandro Pagano da San Cataldo. Ovviamente questa soluzione ha il placet del Segretario regionale della Lega Minardo, altra figura che era emersa come possibile candidato, e che probabilmente sarà inserito in un ruolo di governo nazionale, qualora il centrodestra vincesse.

Pagano ha il curriculum politico ed amministrativo per governare una terra complicata come la Sicilia, conosce ed è riconosciuto, cosa fondamentale, dagli attori in campo, e soprattutto la sua designazione potrebbe lasciare molte caselle libere a coloro che devono chiudere molte partite interne ai rispettivi partiti.

Consentirebbe a Miccichè di mantenere in orbita Forza Italia la casella della Presidenza dell’Assemblea, e a Lombardo di ottenere forse l’assessorato alla Sanità. Darebbe una vice-presidenza a Fratelli d’Italia, ed il giusto spazio agli alleati minori. Inoltre consentirebbe alla Meloni di rivendicare l’appoggio di tutti alla candidatura di suo cognato, Francesco Lollobrigida, alla carica di Presidente della Regione Lazio. Tutto questo potrebbe anche compensare gli interrogativi che sorgono dalla candidatura di Letizia Moratti in Regione Lombardia, che indeboliscono il bis di Fontana.

Sembra un puzzle, ma tale sono le dinamiche oggi in campo, una redistribuzione di posti e caselle per tenere unita una coalizione che ha altri problemi su alleanze internazionali e divergenze programmatiche.

Stessa sorte ha il centrosinistra, che però ha difficoltà a comporre alleanze, avendo un Moloch, il PD, che tende a egemonizzare senza bilanciamento i campi che occupa o costruisce. Difficilmente in un quadro di convergenza di questo tipo in Sicilia la Chinnici, che aveva tentato di cercare alleanze al centro, stoppata dagli altri partecipanti, può risultare competitiva. Quella è una coalizione al non colgo e non faccio cogliere. La suggestione è forte, per realizzarsi ha bisogno di pazienza e tessitura. Doti che non mancano al democristiano Alessandro Pagano. A Caltanissetta nacque, ricordo a tutti, la DC, ed il primo Presidente della Regione, Giuseppe Alessi. E San Cataldo dista pochi chilometri.

0 commenti

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato.

Commenta

Registrazione n. 552 del 18-9-1980 Tribunale di Catania
Iscrizione al R.O.C. n. 6590


Ediservice s.r.l. 95126 Catania - Via Principe Nicola, 22

P.IVA: 01153210875 - Cciaa Catania n. 01153210875


SERVIZIO ABBONAMENTI:
servizioabbonamenti@quotidianodisicilia.it
Tel. 095/372217

DIREZIONE VENDITE - Pubblicità locale, regionale e nazionale:
direzionevendite@quotidianodisicilia.it
Tel. 095/388268-095/383691 - Fax 095/7221147

AMMINISTRAZIONE, CLIENTI E FORNITORI
amministrazione@quotidianodisicilia.it
PEC: ediservicesrl@legalmail.it
Tel. 095/7222550- Fax 095/7374001

Direttore responsabile: Carlo Alberto Tregua direttore@quotidianodisicilia.it

Raffaella Tregua (vicedirettore)
vicedirettore@quotidianodisicilia.it

Dario Raffaele (redattore)
draffaele@quotidianodisicilia.it

Carmelo Lazzaro Danzuso (redattore)
clazzaro@quotidianodisicilia.it

Patrizia Penna (redattore)
ppenna@quotidianodisicilia.it

Antonio Leo (redattore)
aleo@quotidianodisicilia.it

redazione@quotidianodisicilia.it

Telefono 095.372684