Terzo mandato sindaci, Anci Sicilia chiede incontro urgente all'Ars - QdS

Terzo mandato sindaci, Anci Sicilia chiede incontro urgente all’Ars

web-dr

Terzo mandato sindaci, Anci Sicilia chiede incontro urgente all’Ars

web-dr |
giovedì 03 Marzo 2022 - 12:36

Leoluca Orlando, presidente di Anci Sicilia, chiede un un incontro urgente con Gianfranco Micciché sul tema del terzo mandato per i dindaci dei comuni più piccoli

“Chiediamo che una delegazione di sindaci venga ricevuta urgentemente dal presidente dell’Ars, Gianfranco Miccichè, dal presidente della prima commissione, Stefano Pellegrino, e dai capigruppo parlamentari in merito all’adeguamento delle indennità e al terzo mandato dei sindaci“.

Lo ha detto il sindaco di Palermo, Leoluca Orlando, presidente di Anci Sicilia. “Ribadiamo la necessità dell’adeguamento delle indennità, anche in Sicilia, a partire dal primo gennaio – aggiunge -. È noto, infatti, che la legge di Bilancio 2022 ha previsto un incremento della indennità di funzione dei sindaci dei Comuni delle regioni a Statuto ordinario e tale provvedimento esclude i Comuni delle Regioni a statuto speciale. Il mancato adeguamento sorprende e mortifica il lavoro dei primi cittadini che ogni giorno portano avanti il mandato ricevuto dagli elettori, cercando di far fronte alle varie emergenze così come hanno fatto in questi due anni con le numerose problematiche scaturite dalla pandemia”.

“In merito al terzo mandato poi – conclude Orlando – ci preme sottolineare che la proposta, già approvata dalla prima commissione dell’Ars, nasce dal presupposto che tali limitazioni non appaiono giustificate in quanto non trovano corrispondenza in altre cariche istituzionali e rimuovere questa limitazione anche per i Comuni con popolazione da 5.000 a 15.000 abitanti non vuol dire, com’è evidente, rimuovere la competizione elettorale evitando di sottoporre i candidati alla valutazione degli elettori”.

Tag:

Articoli correlati

0 commenti

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato.

Commenta

Registrazione n. 552 del 18-9-1980 Tribunale di Catania
Iscrizione al R.O.C. n. 6590


Ediservice s.r.l. 95126 Catania - Via Principe Nicola, 22

P.IVA: 01153210875 - Cciaa Catania n. 01153210875


SERVIZIO ABBONAMENTI:
servizioabbonamenti@quotidianodisicilia.it
Tel. 095/372217

DIREZIONE VENDITE - Pubblicità locale, regionale e nazionale:
direzionevendite@quotidianodisicilia.it
Tel. 095/388268-095/383691 - Fax 095/7221147

AMMINISTRAZIONE, CLIENTI E FORNITORI
amministrazione@quotidianodisicilia.it
PEC: ediservicesrl@legalmail.it
Tel. 095/7222550- Fax 095/7374001

Direttore responsabile: Carlo Alberto Tregua direttore@quotidianodisicilia.it

Raffaella Tregua (vicedirettore)
vicedirettore@quotidianodisicilia.it

Dario Raffaele (redattore)
draffaele@quotidianodisicilia.it

Carmelo Lazzaro Danzuso (redattore)
clazzaro@quotidianodisicilia.it

Patrizia Penna (redattore)
ppenna@quotidianodisicilia.it

Antonio Leo (redattore)
aleo@quotidianodisicilia.it

redazione@quotidianodisicilia.it

Telefono 095.372684