Zes, a Vittoria restano fuori dai giochi mercato ortofrutticolo e autoporto - QdS

Zes, a Vittoria restano fuori dai giochi mercato ortofrutticolo e autoporto

Stefania Zaccaria

Zes, a Vittoria restano fuori dai giochi mercato ortofrutticolo e autoporto

sabato 17 Agosto 2019 - 01:00
Zes, a Vittoria restano fuori dai giochi mercato ortofrutticolo e autoporto

Delineato il programma delle Zone economiche speciali: assegnati 297 ettari a Pozzallo e Comiso. La Cna incalza il commissario D’Erba affinché trovi una soluzione che li faccia rientrare

RAGUSA – Si è delineato il programma delle Zes, le zone economiche speciali, di cui si è discusso molto in questi mesi.

È andata bene a Pozzallo e Comiso, per quel che riguarda la provincia iblea: al primo comune, infatti, sono andati ben 270 ettari sui 297 previsti in dotazione per l’area iblea, e Comiso, con i 27 ettari rimanenti. L’area retroportuale, la zona industriale Modica – Pozzallo e l’ambito aeroportuale sono gli ambiti prescelti.

Non si può ben dire, però, di Vittoria, del suo mercato ortofrutticolo e dell’autoporto, rimasti praticamente fuori dai giochi. “L’esclusione di Vittoria dalla Zes rappresenta oggettivamente un problema non solo per quella città ma anche per tutto il territorio della provincia di Ragusa – ha sottolineato il sindaco di Pozzallo Roberto Ammatuna -. L’assegnazione di 270 ettari su 295 della Zes al porto di Pozzallo e alla zona retroportuale, si muove in linea con quello che è lo spirito della legge 91/2017, in quanto queste zone fanno riferimento ad un porto ed a una zona retroportuale. Se questo principio è stato rispettato, è altrettanto indispensabile che la struttura portuale di Pozzallo deve essere collegata con altre zone produttive del territorio. Per quanto riguarda l’aeroporto di Comiso questo è avvenuto, ma altrettanto non è avvenuto per il mercato e l’autoporto di Vittoria”.

La Cna ha intanto sollecitato il commissario straordinario di Vittoria Gaetano D’Erba per attivare gli uffici competenti affinché sia presentato un progetto che faccia rientrare la struttura economica più importante, il mercato ortofrutticolo, con le aree ad esso collegate, nell’assegnazione delle Zes rimanenti.

“La struttura commerciale alla produzione orticola più importante dell’isola, dove ogni giorno conferiscono migliaia di produttori della fascia trasformata, dove c’è una significativa concentrazione di imprese del settore imballaggi, logistica e trasformazione dei prodotti ortofrutticoli – hanno evidenziato il presidente della Cna comunale di Vittoria, Rocco Candiano e il responsabile organizzativo, Giorgio Stracquadanio – non può e non deve rimanere fuori dalle agevolazioni fiscali e contributive previste per le Zone economiche speciali.

Come Cna abbiamo ribadito con forza al commissario D’Erba come tutto ciò che sia commercializzato e trasformato in un’area vasta che comprende anche la struttura commerciale possa essere trasportato tramite tir nei porti di Catania e Palermo, che sono le due autorità portuali individuate dalla Regione, per poi raggiungere le varie destinazioni nei centri commerciali del Nord Italia e dei vari paesi europei. È inspiegabile come un’area così calzante con quanto prevede la normativa di individuazione delle Zes e così economicamente importante sia stata dimenticata dalla cabina di regia e dal gruppo di lavoro interdipartimentale istituiti dal Governo Musumeci”.

Tag:

Potrebbe interessarti anche:

0 commenti

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Commenta

Registrazione n. 552 del 18-9-1980 Tribunale di Catania
Iscrizione al R.O.C. n. 6590


Ediservice s.r.l. 95126 Catania - Via Principe Nicola, 22

P.IVA: 01153210875 - Cciaa Catania n. 01153210875


SERVIZIO ABBONAMENTI:
servizioabbonamenti@quotidianodisicilia.it
Tel. 095/372217

DIREZIONE VENDITE - Pubblicità locale, regionale e nazionale:
direzionevendite@quotidianodisicilia.it
Tel. 095/388268-095/383691 - Fax 095/7221147

AMMINISTRAZIONE, CLIENTI E FORNITORI
amministrazione@quotidianodisicilia.it
PEC: ediservicesrl@legalmail.it
Tel. 095/7222550- Fax 095/7374001

Direttore responsabile: Carlo Alberto Tregua direttore@quotidianodisicilia.it

Raffaella Tregua (vicedirettore)
vicedirettore@quotidianodisicilia.it

Dario Raffaele (redattore)
draffaele@quotidianodisicilia.it

Carmelo Lazzaro Danzuso (redattore)
clazzaro@quotidianodisicilia.it

Patrizia Penna (redattore)
ppenna@quotidianodisicilia.it

Antonio Leo (redattore)
aleo@quotidianodisicilia.it

redazione@quotidianodisicilia.it

Telefono 095.372684