A Palermo il virus non ferma i Teatri, il Massimo in streaming - QdS

A Palermo il virus non ferma i Teatri, il Massimo in streaming

redazione

A Palermo il virus non ferma i Teatri, il Massimo in streaming

venerdì 13 Marzo 2020 - 00:00
A Palermo il virus non ferma i Teatri, il Massimo in streaming

Dopo il Biondo con la prosa, anche la lirica propone tante iniziative sul web per intrattenere gli appassionati di spettacolo in questo momento difficile. Il sovrintendente Giambrone, "importante investimento sul digitale"

PALERMO – Un gran numero di visualizzazioni ha accolto la programmazione della web tv della Fondazione Teatro Massimo, che prosegue nel segno della grande musica anche nel fine settimana. Collegandosi al sito ufficiale si potrà assistere da casa ad alcuni tra gli spettacoli e i concerti più belli prodotti negli ultimi anni e continuare a restare in contatto in un momento così difficile per l’intero Paese.

Da oggi a domenica 15 marzo si potrà riascoltare “Cavalleria Rusticana” di Mascagni o la “Nona Sinfonia” di Beethoven diretta da Zubin Mehta o farsi catturare da “Danza d’autore… Bolero”, con il Corpo di ballo del Teatro Massimo.

“In questi anni – ha affermato il soprindentente del Francesco Giambrone – abbiamo fatto un investimento importante sul digitale e intendiamo adesso utilizzare questi strumenti per mandare un messaggio: siamo con voi e vi faremo compagnia a casa”.

Oggi, come detto, è in programma la “Cavalleria rusticana” di Pietro Mascagni, presentata a giugno 2018 sul palcoscenico del Teatro Massimo, con il debutto italiano nel ruolo di Santuzza del mezzosoprano Sonia Ganassi. Sul podio Fabrizio Maria Carminati, mentre la regia è di Marina Bianchi, scene e costumi di Francesco Zito. Nel cast anche Mura Karahan (Turiddu), Gevorg Hakobyan (Alfio) e Martina Belli (Lola).

Per domani è prevista una delle più grandi composizioni della storia della musica, la “Nona Sinfonia” di Beethoven, diretta da Zubin Mehta nel luglio 2017 al Teatro antico di Taormina. Orchestra e Coro del Teatro Massimo. Con il soprano Julianna Di Giacomo, il mezzosoprano Lilly Jørstad, il tenore Michael Schade e il basso Wilhelm Schwinghammer. Maestro del Coro Piero Monti.

Infine domenica 15 marzo “Danza d’autore… Bolero”, la serata che ha visto protagonista nell’estate 2019 il Corpo di ballo del Teatro Massimo al Teatro di Verdura. In apertura e chiusura due coreografie create da Valerio Longo: la prima Plasma su musica di Mauro De Pietri, un duo interpretato da Alessandro Cascioli ed Emilio Barone. A seguire tre momenti tratti da grandi balletti dell’Ottocento, La bella addormentata, di Pëtr Il’ič Čajkovskij, coreografia di Matteo Laveggi, interpreti Gianluca Mascia, Romina Leone e Michele Morelli; Giselle su musica di Adolphe Adam con la coreografia storica di Ricardo Nuñez, interpreti Linda Messina, Francesca Bellone, Giovanni Traetto e Diego Mulone; Don Chisciotte, su coreografia di Marius Petipa con la musica di Ludwig Minkus e i due solisti ospiti, Sara Renda, étoile dell’Opéra National di Bordeaux e Alessio Rezza, primo ballerino del Teatro dell’Opera di Roma. In chiusura il debutto di Quadro Ravel di Valerio Longo che parte dalle musiche di Maurice Ravel – dapprima le cinque favole della suite Ma mère l’Oye e poi il celebre Bolero. Sul podio dell’Orchestra del Teatro Massimo il direttore Simon Krečič.

Successo anche per i programmi in streaming del Teatro Biondo, che con lo spettacolo “Viva la vida” ha riscosso grande successo sul proprio canale YouTube. Nel rispetto dei decreti governativi volti a tutelare la salute degli italiani, la direttrice Pamela Villoresi ha invitato il pubblico a rimanere a casa il più possibile, pur non rinunciando all’intrattenimento di qualità.

“Come promesso – ha detto Villoresi – il Teatro Biondo non vi lascia soli. Abbiamo mandato online ‘Classicamente Biondo’, che prevede recital di poesie, letture di grandi classici, fiabe per bambini, monologhi accompagnati da musiche e canti. Ogni giorno ci saranno sorprese perché le ore passino più serenamente, perché studiare da soli sia più divertente, perché stare insieme con poesia è confortante”.

Online il recital di poesie “Il leone maremmano”, che Villoresi ha realizzato in occasione del centenario della morte di Giosuè Carducci, insieme ad altri interventi tra cui quelli di Vincenzo Pirrotta, Mario Incudine. Disponibile anche il teatro per bambini di Chicca Cosentino con Costanza Minafra e una selezione di riprese integrali di alcuni spettacoli prodotti negli ultimi anni dal Teatro Biondo.

Tag:

0 commenti

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Commenta

Registrazione n. 552 del 18-9-1980 Tribunale di Catania
Iscrizione al R.O.C. n. 6590


Ediservice s.r.l. 95126 Catania - Via Principe Nicola, 22

P.IVA: 01153210875 - Cciaa Catania n. 01153210875


SERVIZIO ABBONAMENTI:
servizioabbonamenti@quotidianodisicilia.it
Tel. 095/372217

DIREZIONE VENDITE - Pubblicità locale, regionale e nazionale:
direzionevendite@quotidianodisicilia.it
Tel. 095/388268-095/383691 - Fax 095/7221147

AMMINISTRAZIONE, CLIENTI E FORNITORI
amministrazione@quotidianodisicilia.it
PEC: ediservicesrl@legalmail.it
Tel. 095/7222550- Fax 095/7374001

Direttore responsabile: Carlo Alberto Tregua direttore@quotidianodisicilia.it

Raffaella Tregua (vicedirettore)
vicedirettore@quotidianodisicilia.it

Dario Raffaele (redattore)
draffaele@quotidianodisicilia.it

Carmelo Lazzaro Danzuso (redattore)
clazzaro@quotidianodisicilia.it

Patrizia Penna (redattore)
ppenna@quotidianodisicilia.it

Antonio Leo (redattore)
aleo@quotidianodisicilia.it

redazione@quotidianodisicilia.it

Telefono 095.372684