Calcio a Catania, Ilari, gli altri imprenditori e Torre del Grifo: il suo progetto

Ilari, gli altri imprenditori e Torre del Grifo: il suo progetto per il Catania

Web-al

Ilari, gli altri imprenditori e Torre del Grifo: il suo progetto per il Catania

Antonio Licitra  |
martedì 21 Giugno 2022 - 17:30

A seguire la società di Manuele Ilari, l’avvocato Gioacchino Amato che ai microfoni di QdS.it ha spiegato i progetti relativi al gruppo che rappresenta

Lo scorso 18 Giugno scadeva il termine per presentare le manifestazioni d’interesse relative all’acquisizione del Calcio Catania. A Palazzo degli Elefanti, ne sono arrivate cinque, tra cui quella della società MMR Cinema dell’imprenditore Manuele Ilari. A seguire la società, è l’avvocato Gioacchino Amato che ai microfoni di QdS.it ha spiegato i progetti relativi al gruppo che rappresenta.

Il progetto di Ilari per la nuova squadra di calcio a Catania

“Il progetto è sicuramente di valorizzazione per la città di Catania – dichiara Amato -. Sarà una ripartenza da zero a livello calcistico dove dovremmo rifare la squadra dalla A alla Zeta. Abbiamo sentito tanti potenziali interessati che parlano di cifre faraoniche ma personalmente ho forti dubbi. In totale serietà, c’è bisogno di costruire una squadra che abbia le basi solide senza sperperare soldi e cercando di creare accordi con vivai e settori giovanili“.

“Il progetto che rappresentiamo – aggiunge – è quello di valorizzare i giovani talenti e chiaramente realizzare un percorso che riporti velocemente il Catania in Lega Pro. Inoltre, l’idea è quella di trasmettere le partite casalinghe ed in trasferta in streaming attraverso il Catania Channel. Si possono fare tante attività in una piazza così importante in cui anche i tifosi seguono molto la squadra. Bisogna riportare entusiasmo senza fare programmi altisonanti ma con umiltà, concretezza e serietà in modo che la squadra in qualche anno possa tornare in Serie A. Il nostro modello è quello di avere una gestione virtuosa che non faccia debiti ma che faccia stare in equilibrio la squadra.”

Quando è nata l’idea della manifestazione d’interesse

“Noi ci stiamo lavorando da un po’ di tempo – prosegue Amato – abbiamo cercato di capire la situazione e di studiare il progetto. Riteniamo, inoltre, che Torre del Grifo sia un valore aggiunto e quindi nel caso in cui dovessimo acquisire il titolo sportivo faremo pure un’offerta per rilevare il centro sportivo. Catania è una piazza in cui si può lavorare bene in un bacino molto ampio. Non ci siamo presentati alle precedenti aste perché il Calcio Catania era una società piena di debiti creati dalle precedenti gestioni. Rilevando una società senza debiti, invece, possiamo dedicare tutte le risorse finanziare sulla squadra.”

Ilari non sarà da solo: gli altri nomi

“La MMR Cinema è una società storica che esiste da sessant’anni e che gestisce multisala cinematografiche a Roma, Ragusa ed Iglesias – continua -. Ilari in questa operazione non sarà solo. Ci stanno contattando, infatti, diversi imprenditori per affiancarci e poter entrare in società o per sponsorizzazioni esterne e stiamo lavorando, dunque, per allargare il progetto imprenditoriale anche ad altre realtà”.

“Non facciamo nomi di possibili allenatori e giocatori – conclude Amato – fin quando non sarà formalizzato un accordo. Abbiamo fatto uscire soltanto i nomi di Tempestilli e di Bifulco che sono stati quelli che hanno manifestato particolare interesse a partecipare all’iniziativa. Stiamo riscontrando molto interesse anche da parte di imprenditori locali per supportarci ma escludo categoricamente che si tratta di ex soci SIGI. Noi non cerchiamo pubblicità e siamo usciti allo scoperto proprio alla fine perché abbiamo lavorato dietro le quinte. Se la cosa andrà a buon fine noi ci saremo e faremo la nostra parte.”

Antonio Licitra

Tag:

Articoli correlati

0 commenti

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato.

Commenta

Registrazione n. 552 del 18-9-1980 Tribunale di Catania
Iscrizione al R.O.C. n. 6590


Ediservice s.r.l. 95126 Catania - Via Principe Nicola, 22

P.IVA: 01153210875 - Cciaa Catania n. 01153210875


SERVIZIO ABBONAMENTI:
servizioabbonamenti@quotidianodisicilia.it
Tel. 095/372217

DIREZIONE VENDITE - Pubblicità locale, regionale e nazionale:
direzionevendite@quotidianodisicilia.it
Tel. 095/388268-095/383691 - Fax 095/7221147

AMMINISTRAZIONE, CLIENTI E FORNITORI
amministrazione@quotidianodisicilia.it
PEC: ediservicesrl@legalmail.it
Tel. 095/7222550- Fax 095/7374001

Direttore responsabile: Carlo Alberto Tregua direttore@quotidianodisicilia.it

Raffaella Tregua (vicedirettore)
vicedirettore@quotidianodisicilia.it

Dario Raffaele (redattore)
draffaele@quotidianodisicilia.it

Carmelo Lazzaro Danzuso (redattore)
clazzaro@quotidianodisicilia.it

Patrizia Penna (redattore)
ppenna@quotidianodisicilia.it

Antonio Leo (redattore)
aleo@quotidianodisicilia.it

redazione@quotidianodisicilia.it

Telefono 095.372684