Covid Sicilia, Cascio, "Immunità di gregge impossibile, vacciniamoci" - QdS

Covid Sicilia, Cascio, “Immunità di gregge impossibile, vacciniamoci”

Luigi Ansaloni

Covid Sicilia, Cascio, “Immunità di gregge impossibile, vacciniamoci”

domenica 31 Ottobre 2021 - 15:53

Intervista a qds.it del professore Antonio Cascio, direttore dell'unità operativa complessa di malattie infettive del Policlinico di Palermo, che parla di Covid

Intervista a qds.it del professore Antonio Cascio, direttore dell’unità operativa complessa di malattie infettive del Policlinico di Palermo, che parla di Covid.

LA SITUAZIONE IN SICILIA

“La situazione in Sicilia è buona ma mai abbassare la guardia – dice Cascio — A differenza dello scorso anno, quando ci fu una recrudescenza del virus, ma quest’anno abbiamo i vaccini e non dovrebbero esserci quei picchi, a patto che continuiamo a vaccinarci e a mantenere le norme di sicurezza mantenute fino ad ora”.

IMMUNITA’ DI GREGGE

Sull’immunità di gregge, che in molti ritengono impossibile da raggiungere, Cascio dice: “Il Covid è un virus che multa molto spesso e anche i vaccinati possono contagiare, seppure raramente e in maniera molto minore, quindi difficile l’immunità di gregge è molto difficile, quasi impossibile – continua il professore -. In Sicilia poi la situazione è più complicata, visto che ci sono molti non vaccinati, rispetto alle altre regioni. Comunque, sempre grazie appunto ai vaccini, possiamo tranquillamente gestire il tutto. I no vax costituiscono sempre un pericolo per loro stessi e per la comunità. Se si infettano possono essere fonte di contagio anche per chi invece ha scelto di vaccinarsi”.

I FRAGILI E TERZA DOSE

“Bisogna proteggere le persone più fragili ed è giusto insistere con la terza dose – dice – Gli anziani o chi è immunodepresso può anche non sviluppare gli anticorpi necessari per proteggere dalla malattia, quindi l’intenzione di fare un’ulteriore dosi inizialmente ai soggetti più fragili”.

Tag:

Articoli correlati

0 commenti

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato.

Commenta

Registrazione n. 552 del 18-9-1980 Tribunale di Catania
Iscrizione al R.O.C. n. 6590


Ediservice s.r.l. 95126 Catania - Via Principe Nicola, 22

P.IVA: 01153210875 - Cciaa Catania n. 01153210875


SERVIZIO ABBONAMENTI:
servizioabbonamenti@quotidianodisicilia.it
Tel. 095/372217

DIREZIONE VENDITE - Pubblicità locale, regionale e nazionale:
direzionevendite@quotidianodisicilia.it
Tel. 095/388268-095/383691 - Fax 095/7221147

AMMINISTRAZIONE, CLIENTI E FORNITORI
amministrazione@quotidianodisicilia.it
PEC: ediservicesrl@legalmail.it
Tel. 095/7222550- Fax 095/7374001

Direttore responsabile: Carlo Alberto Tregua direttore@quotidianodisicilia.it

Raffaella Tregua (vicedirettore)
vicedirettore@quotidianodisicilia.it

Dario Raffaele (redattore)
draffaele@quotidianodisicilia.it

Carmelo Lazzaro Danzuso (redattore)
clazzaro@quotidianodisicilia.it

Patrizia Penna (redattore)
ppenna@quotidianodisicilia.it

Antonio Leo (redattore)
aleo@quotidianodisicilia.it

redazione@quotidianodisicilia.it

Telefono 095.372684