Internazionalizzazione, nuove agevolazioni per le imprese - QdS

Internazionalizzazione, nuove agevolazioni per le imprese

Serena Giovanna Grasso

Internazionalizzazione, nuove agevolazioni per le imprese

martedì 06 Agosto 2019 - 06:00
Internazionalizzazione, nuove agevolazioni per le imprese

Le due circolari del ministero dello Sviluppo economico regolano l’erogazione di finanziamenti a tassi agevolati, Gli interventi sosterranno lo sviluppo di piattaforme e-commerce e l’inserimento temporaneo di export manager

PALERMO – Con la pubblicazione delle circolari attuative 1/394/2019 e 2/394/2019 dello scorso 25 luglio da parte del ministero dello Sviluppo economico, si ampliano gli strumenti a sostegno dell’internazionalizzazione delle imprese italiane programmati dal decreto del ministro Di Maio dello scorso 8 aprile 2019. Sono previsti finanziamenti a tassi agevolati intesi a favorire lo sviluppo di piattaforme e-commerce attraverso un market place o un proprio sito web e per l’inserimento temporaneo in azienda di un Temporary export manager (Tem), in entrambi i casi per progetti da realizzare in Paesi extra-Ue.

Con la prima circolare, le imprese, in forma singola o rete d’impresa, potranno chiedere finanziamenti per la creazione, sviluppo e gestione di una propria piattaforma informatica o market place e per sostenere le spese relative alle attività promozionali ed alla formazione connesse allo sviluppo del programma. Ogni singolo programma potrà ricevere un finanziamento massimo pari a 300 mila euro e non inferiore a 25 mila euro: nello specifico, potranno essere finanziati importi non superiori al 12,5% dei ricavi medi risultanti dagli ultimi due bilanci approvati e depositati del richiedente.

Se il market place viene fornito da un soggetto terzo, l’importo del finanziamento agevolato non potrà essere superiore a 200 mila euro. La domanda di finanziamento agevolato dovrà riguardare un solo Paese di destinazione extra Ue nel quale registrare un dominio di primo livello nazionale. La durata complessiva del finanziamento è di quattro anni, di cui uno di preammortamento e tre di ammortamento.

Con la seconda circolare, le imprese potranno richiedere un finanziamento agevolato per sostenere le spese relative alle prestazioni di figure professionali specializzate (Tem) e le spese strettamente connesse alla realizzazione del progetto elaborato con l’assistenza del Tem. La domanda dovrà riguardare al massimo tre Paesi extra Ue. Anche in questo caso, l’importo finanziabile non potrà superare il 12,5% dei ricavi medi risultanti dagli ultimi due bilanci e l’importo minimo non potrà essere inferiore a 25 mila euro, a cambiare, però, è l’importo massimo che non potrà superare i 150 mila euro.

Le spese relative alle prestazioni del Tem devono essere pari almeno al 60% del finanziamento concesso. Il contratto di servizio, da presentare contestualmente con il modulo di domanda, deve prevedere i dati che identificano le figure professionali individuate, l’oggetto della prestazione professionale, l’indicazione dei Paesi di destinazione extra Ue, una durata minima almeno pari a sei mesi, il calendario degli interventi da effettuarsi nel periodo di realizzazione del progetto e il corrispettivo economico pattuito tra le parti, compresi viaggi e soggiorni. Anche in questo caso, la durata complessiva del finanziamento è di quattro anni, ma cambiano i tempi di preammortamento (due anni) e di ammortamento (due anni).

In entrambi i casi il finanziamento potrà coprire il 100% delle spese, a un tasso d’interesse pari al 10% del tasso di riferimento europeo (attualmente pari allo 0,089%). La domanda di finanziamento dovrà essere presentata sull’apposita piattaforma online gestita da Sace Simest.

Tag:

0 commenti

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Commenta

Registrazione n. 552 del 18-9-1980 Tribunale di Catania
Iscrizione al R.O.C. n. 6590


Ediservice s.r.l. 95126 Catania - Via Principe Nicola, 22

P.IVA: 01153210875 - Cciaa Catania n. 01153210875


SERVIZIO ABBONAMENTI:
servizioabbonamenti@quotidianodisicilia.it
Tel. 095/372217

DIREZIONE VENDITE - Pubblicità locale, regionale e nazionale:
direzionevendite@quotidianodisicilia.it
Tel. 095/388268-095/383691 - Fax 095/7221147

AMMINISTRAZIONE, CLIENTI E FORNITORI
amministrazione@quotidianodisicilia.it
PEC: ediservicesrl@legalmail.it
Tel. 095/7222550- Fax 095/7374001

Direttore responsabile: Carlo Alberto Tregua direttore@quotidianodisicilia.it

Raffaella Tregua (vicedirettore)
vicedirettore@quotidianodisicilia.it

Dario Raffaele (redattore)
draffaele@quotidianodisicilia.it

Carmelo Lazzaro Danzuso (redattore)
clazzaro@quotidianodisicilia.it

Patrizia Penna (redattore)
ppenna@quotidianodisicilia.it

Antonio Leo (redattore)
aleo@quotidianodisicilia.it

redazione@quotidianodisicilia.it

Telefono 095.372684