Il “Seppellimento di Santa Lucia” si trasferirà al Mart - QdS

Il “Seppellimento di Santa Lucia” si trasferirà al Mart

Luigi Solarino

Il “Seppellimento di Santa Lucia” si trasferirà al Mart

sabato 27 Giugno 2020 - 00:00
Il “Seppellimento di Santa Lucia” si trasferirà al Mart

I tecnici dell’Icr dopo una verifica delle condizioni del dipinto hanno dato l’ok allo spostamento. Una volta finito il prestito l’opera verrà esposta nella chiesa di Santa Lucia alla Borgata

SIRACUSA – Alla fine il “Seppellimento di Santa Lucia” del Caravaggio sarà prestato al Mart (Museo d’arte moderna e contemporanea) di Rovereto. Infatti, i tecnici dell’Istituto centrale del restauro (Icr), dopo aver verificato le condizioni del dipinto conservato all’interno della chiesa di Santa Lucia alla Badia, non hanno riscontrato alcun motivo che possa precluderne il trasferimento.

Ma prima di raggiungere Rovereto, per essere esposto in una mostra, il quadro dovrà sostare a Roma presso l’Icr per essere sottoposto ad alcuni interventi di manutenzione. L’esito delle analisi ed il progetto del Mart sono stati illustrati nel corso di una conferenza che si è svolta presso il Castello Maniace.

All’incontro hanno preso parte il presidente del Mart, Vittorio Sgarbi, l’assessore regionale ai Beni Culturali, Alberto Samonà, la soprintendente ai Bbcc di Siracusa, Donatella Aprile, l’assessore comunale alla Cultura di Siracusa, Fabio Granata, l’assessore alla Cultura della Provincia di Trento, Mirko Bisesti. Le condizioni del dipinto sono state definite soddisfacenti anche se necessita di piccoli interventi di manutenzione. Vittorio Sgarbi ha detto che, dopo la tappa a Roma, il dipinto verrà esposto al Mart di Rovereto dalla metà di ottobre e farà ritorno a Siracusa entro il 13 dicembre giorno della festa della patrona Santa Lucia. Il Mart realizzerà, a proprie spese, una speciale teca per proteggere il dipinto; provvederà a sostituire l’originale con una copia per il periodo di permanenza a Rovereto; presterà alcuni dipinti di autori del ‘900 al Museo di Palazzo Bellomo.

Una volta riportato a Siracusa, il quadro non tornerà più nella chiesa di Santa Lucia alla Badia, in Ortigia, ma sarà allocato nella chiesa di Santa Lucia alla Borgata. Ricordiamo che il prestito del “Seppellimento di Santa Lucia” ha suscitato parecchie polemiche. A favore del prestito si sono espressi la Regione, con l’assessore ai Beni culturali Samonà, la Sovrintendente, Donatella Aprile, l’arcivescovato e l’assessore comunale ai beni culturali, Granata. Contrari il sindaco di Siracusa, Francesco Italia, e 350 intellettuali che avevano firmato una petizione inviata al ministro dei Beni Culturali, Franceschini, ed al ministro degli Interni, Lamorgese.

Lo storico dell’arte aretuseo, Paolo Giansiracusa, che aveva dato il via alla raccolta di firme, ha commentato sul proprio profilo Facebook: “Il dipinto, che non necessita di restauri ma di un normale controllo, sarà portato a Roma, nella sede dell’Icr; ciò contro il parere di chi prefigurava accertamenti a vista, davanti al pubblico dei visitatori della Badia di Santa Lucia. Dopo il collaudo romano partirà per Rovereto decisione presa tra aspri contrasti, polemiche, raccolte di firme e petizioni (di solito un prestito avviene con pacifico accordo tra le parti). Coloro che hanno deciso (immagino il Fondo edifici di culto e la Soprintendenza) non hanno avuto, allo stato attuale, il buonsenso e la sensibilità di ascoltare le posizioni contrarie al prestito e al viaggio. Arriveranno al Museo Bellomo (chi ha deciso la sede?) opere di artisti vari (chi le ha scelte, chi le vuole?) per dare corpo ad una iniziativa che non rientra nei progetti culturali della città e del territorio”.

Tag:

Potrebbe interessarti anche:

0 commenti

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Commenta

Registrazione n. 552 del 18-9-1980 Tribunale di Catania
Iscrizione al R.O.C. n. 6590


Ediservice s.r.l. 95126 Catania - Via Principe Nicola, 22

P.IVA: 01153210875 - Cciaa Catania n. 01153210875


SERVIZIO ABBONAMENTI:
servizioabbonamenti@quotidianodisicilia.it
Tel. 095/372217

DIREZIONE VENDITE - Pubblicità locale, regionale e nazionale:
direzionevendite@quotidianodisicilia.it
Tel. 095/388268-095/383691 - Fax 095/7221147

AMMINISTRAZIONE, CLIENTI E FORNITORI
amministrazione@quotidianodisicilia.it
PEC: ediservicesrl@legalmail.it
Tel. 095/7222550- Fax 095/7374001

Direttore responsabile: Carlo Alberto Tregua direttore@quotidianodisicilia.it

Raffaella Tregua (vicedirettore)
vicedirettore@quotidianodisicilia.it

Dario Raffaele (redattore)
draffaele@quotidianodisicilia.it

Carmelo Lazzaro Danzuso (redattore)
clazzaro@quotidianodisicilia.it

Patrizia Penna (redattore)
ppenna@quotidianodisicilia.it

Antonio Leo (redattore)
aleo@quotidianodisicilia.it

redazione@quotidianodisicilia.it

Telefono 095.372684