Differenziata, per la Città dei Templi risultati positivi - QdS

Differenziata, per la Città dei Templi risultati positivi

Irene Milisenda

Differenziata, per la Città dei Templi risultati positivi

mercoledì 22 Luglio 2020 - 00:00
Differenziata, per la Città dei Templi risultati positivi

Il capoluogo segnalato come migliore fra i nove siciliani con un dato pari al 74 per cento. Per l’Amministrazione comunale un’opportunità per il miglioramento dei servizi ai cittadini

AGRIGENTO – Boom di Comuni virtuosi in Sicilia sul fronte differenziata. Nel 2019 sono stati 133 i centri che hanno raggiunto la soglia del 65 per cento, così come richiesto dall’Ue, e sono stati premiati nei giorni scorsi dal presidente della Regione, Nello Musumeci, alla presenza dell’assessore regionale all’Energia e ai Servizi di pubblica utilità, Alberto Pierobon, del dirigente generale della Protezione civile, Salvo Cocina, e del neo dirigente generale del dipartimento Acqua e Rifiuti, Calogero Foti.

Anche Agrigento è stata premiata come realtà virtuosa, poiché con il 74 per cento ha raggiunto la più alta percentuale di differenziata tra tutti i capoluoghi siciliani. “Si tratta di un grande traguardo – hanno commentato il sindaco Lillo Firetto e l’assessore all’Ambiente, Nello Hamel – realizzato attraverso la collaborazione dei cittadini. Le premialità in denaro che saranno erogate ad Agrigento verranno utilizzate per diminuire le bollette e migliorare i servizi. Ora tutte le energie saranno concentrate sulla soluzione del problema dello scerbamento e nella pulizia delle strade urbane, utilizzando anche una serie di risorse umane aggiuntive senza nessun costo od onere per il Comune di Agrigento”.

Ma al di là di questo ottimo risultato, la provincia di Agrigento continua ad avere grossi problemi per quanto riguarda la gestione dei Rsu: la discarica di Siculiana è stata chiusa per irregolarità dell’impianto e con rifiuti abbandonati in ogni angolo della città, ma anche in luoghi di bellezza naturali che dovrebbero essere tutelati, vedi Punta Bianca o il boschetto di Maddalusa. C’è bisogno, insomma, che tutti facciano la propria parte per non lasciare un territorio meraviglioso, che oggi più che mai ha bisogno di una pubblicità positiva, in balia dell’immondizia.

Tag:

Potrebbe interessarti anche:

0 commenti

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Commenta

Registrazione n. 552 del 18-9-1980 Tribunale di Catania
Iscrizione al R.O.C. n. 6590


Ediservice s.r.l. 95126 Catania - Via Principe Nicola, 22

P.IVA: 01153210875 - Cciaa Catania n. 01153210875


SERVIZIO ABBONAMENTI:
servizioabbonamenti@quotidianodisicilia.it
Tel. 095/372217

DIREZIONE VENDITE - Pubblicità locale, regionale e nazionale:
direzionevendite@quotidianodisicilia.it
Tel. 095/388268-095/383691 - Fax 095/7221147

AMMINISTRAZIONE, CLIENTI E FORNITORI
amministrazione@quotidianodisicilia.it
PEC: ediservicesrl@legalmail.it
Tel. 095/7222550- Fax 095/7374001

Direttore responsabile: Carlo Alberto Tregua direttore@quotidianodisicilia.it

Raffaella Tregua (vicedirettore)
vicedirettore@quotidianodisicilia.it

Dario Raffaele (redattore)
draffaele@quotidianodisicilia.it

Carmelo Lazzaro Danzuso (redattore)
clazzaro@quotidianodisicilia.it

Patrizia Penna (redattore)
ppenna@quotidianodisicilia.it

Antonio Leo (redattore)
aleo@quotidianodisicilia.it

redazione@quotidianodisicilia.it

Telefono 095.372684