Caro carburanti, come evitare la stangata - QdS

Caro carburanti, come evitare la stangata

Marco Carlino

Caro carburanti, come evitare la stangata

venerdì 12 Novembre 2021 - 02:00

L’aumento dei prezzi in continua impennata preoccupa gli automobilisti: difendersi è possibile. Dalla manutenzione agli “accessori”: con alcuni accorgimenti si può risparmiare sui consumi

ROMA – I rincari sul carburante non accennano a fermarsi. Secondo i dati settimanali del Mite-Ministero della Transizione Ecologica, i prezzi continuano con l’impennata, con la verde che raggiunge la media di 1,751 euro al litro. Il continuo aumento dei prezzi della benzina e del gasolio preoccupa i consumatori e non solo. Il caro-benzina, secondo Assoutenti, determinerà delle ripercussioni anche sui consumi di Natale, ormai alle porte.

Per cercare di arginare le spese legate alla pompa di benzina, gli esperti di Parclick hanno messo a disposizione degli utenti un pratico vademecum per fare fronte ai rincari senza particolari sacrifici.

  • Non accelerare troppo o frenare bruscamente. Un andamento di marcia costante a media velocità, coerentemente al rispetto dei limiti di velocità, e una guida fluida contribuiscono a evitare gli sprechi di carburante. Stressare il motore con brusche accelerazioni e frenate comporta un maggior consumo, anche se è comprensibile che, soprattutto nella guida in città, le frenate brusche siano necessarie.
  • Tenere una velocità moderata costante in autostrada. Usare il cambio in maniera corretta, utilizzando la marcia più alta all’aumento di velocità e viceversa.
  • Mantenere il motore a un basso regime di giri. Tenere d’occhio il contagiri, perché può incidere sul consumo di benzina.
  • Spegnere il motore durante le soste prolungate. I modelli più recenti lo fanno autonomamente anche a semaforo rosso, ma se non ci pensa l’auto, tocca al guidatore farlo.
  • Controllare regolarmente le gomme ed effettua una manutenzione periodica. In particolare controllare l’olio, verificare la pulizia dei filtri (soprattutto il filtro dell’aria) e gli opportuni cambi gomme (al massimo ogni 5mila km). Una corretta e adeguata manutenzione è sicuramente utile per risparmiare benzina.
  • Non abusare del condizionatore. Il climatizzatore sottrae energia al veicolo, consumando carburante: tenerlo acceso a una potenza eccessiva o quando non è strettamente necessario, comporta dispendio di carburante.
  • Tenere i finestrini chiusi. Il finestrino aperto, soprattutto quando si viaggia a velocità sostenuta, comporta un maggiore consumo: l’aria, entrando nell’auto, ne compromette l’aerodinamica e il veicolo fa uno sforzo maggiore per mantenere la velocità stabilita. Ovviamente se nel veicolo fa molto caldo dovrai scegliere tra accendere il climatizzatore o aprire i finestrini (magari usa l’aria condizionata se viaggi fuori città e apri i finestrini nei tragitti urbani, insomma usa il buonsenso).
  • Spegnere i dispositivi elettrici che non servono. Come per il climatizzatore, anche i dispositivi elettrici “rubano” energia al veicolo, quindi utilizzali ma solo se davvero necessari.
  • Evitare le discese in folle. Percorrere le discese in folle rappresenta uno spreco: il motore, infatti, fa l’inutile fatica di restare in funzione per raggiungere il minimo di giri e non spegnersi, ma se non si mantiene la marcia inserita, il motore fa tutto questo senza sforzo.
  • Evitare carichi inutili. Ridurre al minimo il bagaglio riduce i consumi. Guidare con 100 chili di bagaglio in più, per esempio, aumenta il costo associato ad un’auto di media grandezza del 6%. Pertanto, prima di partire (e soprattutto nei viaggi lunghi), è essenziale preparare bene i bagagli e portare con sé solo lo stretto indispensabile.

Tag:

Articoli correlati

0 commenti

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato.

Commenta

Registrazione n. 552 del 18-9-1980 Tribunale di Catania
Iscrizione al R.O.C. n. 6590


Ediservice s.r.l. 95126 Catania - Via Principe Nicola, 22

P.IVA: 01153210875 - Cciaa Catania n. 01153210875


SERVIZIO ABBONAMENTI:
servizioabbonamenti@quotidianodisicilia.it
Tel. 095/372217

DIREZIONE VENDITE - Pubblicità locale, regionale e nazionale:
direzionevendite@quotidianodisicilia.it
Tel. 095/388268-095/383691 - Fax 095/7221147

AMMINISTRAZIONE, CLIENTI E FORNITORI
amministrazione@quotidianodisicilia.it
PEC: ediservicesrl@legalmail.it
Tel. 095/7222550- Fax 095/7374001

Direttore responsabile: Carlo Alberto Tregua direttore@quotidianodisicilia.it

Raffaella Tregua (vicedirettore)
vicedirettore@quotidianodisicilia.it

Dario Raffaele (redattore)
draffaele@quotidianodisicilia.it

Carmelo Lazzaro Danzuso (redattore)
clazzaro@quotidianodisicilia.it

Patrizia Penna (redattore)
ppenna@quotidianodisicilia.it

Antonio Leo (redattore)
aleo@quotidianodisicilia.it

redazione@quotidianodisicilia.it

Telefono 095.372684