Maxi sbarco a Pozzallo. Il sindaco: "A governare è il meteo"

Migranti, maxi sbarco a Pozzallo. Il sindaco Ammatuna: “A governare è il meteo”

marikacontarino

Migranti, maxi sbarco a Pozzallo. Il sindaco Ammatuna: “A governare è il meteo”

Redazione  |
mercoledì 10 Luglio 2024

Il fenomeno secondo il Primo cittadino deve essere affrontato con serietà, senza parlare di invasione, ma puntando su politiche di accoglienza.

“A ‘governare’ gli sbarchi sono le condizioni meteo. L’approdo delle scorse ore dimostra che non appena il mare lo consente le carrette tornano ad attraversare il Mediterraneo. Se qualcuno si illudeva, pensando a un drastico ridimensionamento o a uno stop degli sbarchi, è stato facilmente smentito”. A dirlo all’Adnkronos è Roberto Ammatuna, sindaco di Pozzallo (Ragusa) dopo il maxi sbarco all’alba di 377 migranti.

Iscriviti gratis al canale WhatsApp di QdS.it, news e aggiornamenti CLICCA QUI

Questi sono stati soccorsi a una trentina di miglia dalle unità della Guardia costiera e della Guardia di finanza mentre si trovavano su un grosso peschereccio sovraccarico. “Ieri il mare era una tavola e stamani sono approdati in 377”, spiega Ammatuna, sottolineando che “se è vero che c’è stata diminuzione degli sbarchi, è altrettanto vero che sono aumentati i morti nel Mediterraneo”.

Maxi sbarco a Pozzallo: il fenomeno

A Pozzallo, comunque, gli approdi non si sono mai fermati. “Abbiamo registrato sbarchi autonomi, barchini con 30-40 persone che raggiungono le nostre coste”. Quello migratorio per Ammatuna è “un fenomeno che va affrontato con serietà”, senza continuare a parlare di “un‘invasione che non c’è”. Al contrario bisognerebbe per Ammatuna, dopo il maxi sbarco a Pozzallo, puntare su politiche di accoglienza. “L’Italia ha un grave problema di denatalità, manca la forza lavoro ed è un Paese che continua a perdere risorse umane. Il tema, allora, più che fermare le partenze sarebbe portare avanti una politica di integrazione che consideri i migranti una ricchezza, ma con questo Governo non bisogna farsi molte illusioni”.

Foto di repertorio

Tag:

Articoli correlati

0 commenti

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Commenta

Ediservice s.r.l. 95126 Catania - Via Principe Nicola, 22

P.IVA: 01153210875 - Cciaa Catania n. 01153210875


SERVIZIO ABBONAMENTI:
servizioabbonamenti@quotidianodisicilia.it
Tel. 095/372217

DIREZIONE VENDITE - Pubblicità locale, regionale e nazionale:
direzionevendite@quotidianodisicilia.it
Tel. 095/388268-095/383691 - Fax 095/7221147

AMMINISTRAZIONE, CLIENTI E FORNITORI
amministrazione@quotidianodisicilia.it
PEC: ediservicesrl@legalmail.it
Tel. 095/7222550- Fax 095/7374001
Change privacy settings
Quotidiano di Sicilia usufruisce dei contributi di cui al D.lgs n. 70/2017