Coronavirus, il sindaco di Caltagirone “Cautela, pochi spostamenti e igiene” - QdS

Coronavirus, il sindaco di Caltagirone “Cautela, pochi spostamenti e igiene”

redazione

Coronavirus, il sindaco di Caltagirone “Cautela, pochi spostamenti e igiene”

martedì 25 Febbraio 2020 - 00:00

Il sindaco Gino Ioppolo nei giorni scorsi ha incontrato il primario dell’Unità di Malattie infettive del Gravina

CATANIA – Utili indicazioni sulle cautele da seguire in materia di Coronavirus sono scaturite dall’incontro svoltosi nei giorni scorsi, al municipio, fra il sindaco, Gino Ioppolo, la Giunta municipale e il primario dell’Unità operativa complessa (Uoc) di Malattie infettive dell’ospedale “Gravina” di Caltagirone, Salvatore Bonfante.

Ribadito e pubblicato sul sito del Comune il decalogo diffuso dal ministero della Salute. Si tratta dei dieci comportamenti da seguire per una scrupolosa azione di prevenzione, così riassumibili:
1) lavarsi spesso le mani;
2) evitare il contatto ravvicinato con persone che soffrono di infezioni respiratorie acute;
3) non toccarsi occhi, naso e bocca con le mani;
4) coprirsi bocca e naso in caso di starnuti o tosse;
5) non prendere farmaci antivirali né antibiotici, a meno che siano prescritti dal medico;
6) pulire le superfici con disinfettanti a base di cloro o alcol;
7) usare la mascherina solo se si sospetta di essere malati o se si assistono persone malate;
8) i prodotti “Made in China” e i pacchi ricevuti dalla Cina non sono pericolosi;
9) contattare il numero verde 1500 se si ha febbre o tosse e si è tornati dalla Cina da meno di 14 giorni;
10) gli animali da compagnia non diffondono il nuovo coronavirus.

Si è evidenziato che l’Uoc di Malattie infettive del nosocomio calatino è provvista dei dispositivi di protezione individuale e a breve sarà nelle condizioni di eseguire il tampone nasale e faringeo per diagnosi tempestive.

“Invitiamo tutti alla maggiore cautela possibile – ha dichiarato il sindaco Ioppolo – a limitare i viaggi all’essenziale e a curare con particolare attenzione l’igiene, specie delle parti più esposte come le mani. Seguiamo la situazione con grande e costante attenzione e sappiamo che l’ospedale, con il suo reparto di Malattie infettive, opera in stretta e continua correlazione con la direzione generale dell’Asp”.

Tag:

Potrebbe interessarti anche:

0 commenti

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Commenta

Registrazione n. 552 del 18-9-1980 Tribunale di Catania
Iscrizione al R.O.C. n. 6590


Ediservice s.r.l. 95126 Catania - Via Principe Nicola, 22

P.IVA: 01153210875 - Cciaa Catania n. 01153210875


SERVIZIO ABBONAMENTI:
servizioabbonamenti@quotidianodisicilia.it
Tel. 095/372217

DIREZIONE VENDITE - Pubblicità locale, regionale e nazionale:
direzionevendite@quotidianodisicilia.it
Tel. 095/388268-095/383691 - Fax 095/7221147

AMMINISTRAZIONE, CLIENTI E FORNITORI
amministrazione@quotidianodisicilia.it
PEC: ediservicesrl@legalmail.it
Tel. 095/7222550- Fax 095/7374001

Direttore responsabile: Carlo Alberto Tregua direttore@quotidianodisicilia.it

Raffaella Tregua (vicedirettore)
vicedirettore@quotidianodisicilia.it

Dario Raffaele (redattore)
draffaele@quotidianodisicilia.it

Carmelo Lazzaro Danzuso (redattore)
clazzaro@quotidianodisicilia.it

Patrizia Penna (redattore)
ppenna@quotidianodisicilia.it

Antonio Leo (redattore)
aleo@quotidianodisicilia.it

redazione@quotidianodisicilia.it

Telefono 095.372684