Mascherine e numero chiuso in città, ancora cortei no vax anche a Palermo - QdS

Mascherine e numero chiuso in città, ancora cortei no vax anche a Palermo

web-la

Mascherine e numero chiuso in città, ancora cortei no vax anche a Palermo

web-la |
sabato 27 Novembre 2021 - 19:56

Da Trento a Palermo ci sono stati raduni rigorosamente senza mascherina nonostante l'ulteriore allarme contagi per la nuova variante Omicron

Mentre nelle vie dello shopping debuttano transennamenti e accessi contingentati per far fronte alla folla degli acquisti natalizi e in alcuni centri storici le mascherine diventano obbligatorie anche all’aperto, in diverse città italiane è andato in scena l’ennesimo sabato di proteste contro il Green pass.

Da Trento a Taranto ci sono stati raduni rigorosamente senza mascherina nonostante l’ulteriore allarme contagi per la nuova variante Omicron. Anche a Palermo no green pass in piazza (Guarda sotto il video).

A Milano un centinaio di persone ha manifestato in piazza del Duomo per il diciannovesimo sabato consecutivo. I partecipanti si sono seduti in mezzo alla piazza senza mascherina, nonostante da oggi sia scattato l’obbligo per il centro della città. Non sono mancati attimi di tensione quando un gruppo ha tentato di partire in corteo, ma ha trovato la strada sbarrata dagli agenti in tenuta antisommossa.

Alcuni negozi hanno abbassato le serrande e i clienti che si trovavano all’interno sono rimasti bloccati per alcuni minuti. In tilt il traffico nella zona. A Torino è tornato il ‘No Paura Day’ con militanti di Forza Nuova in prima fila. In duemila sono scesi in piazza invece a Trento. Molti partecipanti sono arrivati da Bolzano, Merano, Pusteria e Val d’Ultimo, dove il movimento no vax è ben radicato, e dove i contagi sono aumentati in maniera vertiginosa.

Tra i presenti anche l’ex comandante degli Schützen Jürgen Wirth Anderlan e quello della Schützenkompanie Trient Major Giuseppe de Betta, Paolo Primon. Il corteo si è diretto per le strade del centro, fermandosi davanti a Palazzo di Giustizia e paralizzando il traffico già congestionato dal Mercatino di Natale. “Giù le mani dai bambini” è stato invece lo slogan intonato a Taranto. Presente anche Stefano Puzzer, coordinatore dei lavoratori portuali di Trieste. Mentre in mille hanno sfilato in corteo a Verona. A scendere in piazza anche il sacerdote no vax don Floriano Pellegrini. F

lop invece a Roma dove era stato annunciato un blitz su Ponte Sisto, in zona Trastevere: ma all’appuntamento annunciato sui social alle 17.30 è arrivato solo qualche no vax solitario, subito identificato dalla polizia. La fiaccolata attesa nel pomeriggio non c’è stata. E venti partecipanti alla manifestazione di Circo Massimo di sabato scorso sono stati identificati e multati per il mancato uso della mascherina.

Da oggi nella Capitale entra in vigore il ‘modello Roma’, utilizzato anche lo scorso anno nel periodo delle Feste, con controlli e misure anti-assembramento. Sotto la lente le tradizionali vie dello shopping, super affollate oggi per gli sconti del weekend del Black Friday. Già da ieri sono in atto i controlli per il weekend nelle zone della movida.

Quasi 200 le verifiche dei Green pass, due sanzionati e due locali del centro chiusi perché non rispettavano le norme. Raffica di multe anche in Alto Adige. Nelle ultime due notti, i carabinieri hanno segnalato 12 persone e controllato quasi venti locali scansionando decine e decine di codici QR. Un centralissimo bar di Brunico è stato chiuso perché era in corso una festa con tanto di dj. (ANSA).

Tag:

0 commenti

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Commenta

Registrazione n. 552 del 18-9-1980 Tribunale di Catania
Iscrizione al R.O.C. n. 6590


Ediservice s.r.l. 95126 Catania - Via Principe Nicola, 22

P.IVA: 01153210875 - Cciaa Catania n. 01153210875


SERVIZIO ABBONAMENTI:
servizioabbonamenti@quotidianodisicilia.it
Tel. 095/372217

DIREZIONE VENDITE - Pubblicità locale, regionale e nazionale:
direzionevendite@quotidianodisicilia.it
Tel. 095/388268-095/383691 - Fax 095/7221147

AMMINISTRAZIONE, CLIENTI E FORNITORI
amministrazione@quotidianodisicilia.it
PEC: ediservicesrl@legalmail.it
Tel. 095/7222550- Fax 095/7374001

Direttore responsabile: Carlo Alberto Tregua direttore@quotidianodisicilia.it

Raffaella Tregua (vicedirettore)
vicedirettore@quotidianodisicilia.it

Dario Raffaele (redattore)
draffaele@quotidianodisicilia.it

Carmelo Lazzaro Danzuso (redattore)
clazzaro@quotidianodisicilia.it

Patrizia Penna (redattore)
ppenna@quotidianodisicilia.it

Antonio Leo (redattore)
aleo@quotidianodisicilia.it

redazione@quotidianodisicilia.it

Telefono 095.372684