Nove milioni di euro per Oreto e Addaura tra sentieri, lotta ai rifiuti e cura del verde - QdS

Nove milioni di euro per Oreto e Addaura tra sentieri, lotta ai rifiuti e cura del verde

Ingargiola Gaspare

Nove milioni di euro per Oreto e Addaura tra sentieri, lotta ai rifiuti e cura del verde

venerdì 26 Aprile 2019 - 00:00
Nove milioni di euro per Oreto e Addaura tra sentieri, lotta ai rifiuti e cura del verde

PALERMO – La Giunta del capoluogo ha approvato nei giorni scorsi due progetti per la valle del fiume Oreto e la costa dell’Addaura – due Zone di conservazione speciale – che parteciperanno al bando regionale Po Feasr Sicilia 2014-2020 che assegna i fondi europei “Rete Natura 2000”.

I fondi cui il Comune spera di avere accesso ammontano a complessivi nove milioni di euro. Al fiume Oreto sarebbero dedicati 6,8 milioni di euro per la sistemazione e la realizzazione di sentieri e percorsi di visita, il mantenimento e il recupero di siepi, arbusti e filari di alberi in aree agricole, la riqualificazione del bacino fluviale, l’eradicazione di specie infestanti autoctone, la realizzazione di un centro di educazione ambientale e di punti di accoglienza, l’organizzazione di azioni di sensibilizzazione ambientale, la creazione di un museo di sculture a cielo aperto nel territorio della valle dell’Oreto. Per il principale corso d’acqua di Palermo è la seconda, concreta buona notizia nell’arco di pochi mesi dopo il secondo posto al concorso Fai “I luoghi del cuore”, che ha portato in dote un premio di 45 mila euro.

All’Addaura saranno destinati altri due milioni e mezzo, anche in questo caso per mantenere e realizzare sentieri recuperando anche percorsi dismessi, curare il verde, le siepi, gli alberi e gli arbusti, promuovere incentivi per l’acquisizione al patrimonio pubblico delle aree private e di particolare pregio storico, ambientale e paesaggistico, la rinaturazione della copertura vegetazionale degradata e il contenimento dell’erosione del suolo costiero.

Entrambi i progetti comprendono ovviamente l’eliminazione di tutte le discariche abusive e gli inerti da edilizia e l’abbattimento di tutti gli immobili abusivi.

“Rendere fruibili dai cittadini queste aree in modo sostenibile è un passo fondamentale per sottrarle all’abbandono”, ha commentato il sindaco Leoluca Orlando, mentre l’assessore all’Ambiente Giusto Catania ha promesso: “Riscopriremo i percorsi naturalistici dell’Addaura e lungo il fiume Oreto. Grazie ai tecnici del mio assessorato per il lavoro prezioso e competente”.

Come sottolineato dal consigliere comunale Idv e presidente della III Commissione, Paolo Caracausi, “il progetto approvato dalla Giunta del Comune di Palermo sulla valle del fiume Oreto e candidato al finanziamento con fondi Po-Fesr 2014-2020 dell’assessorato Territorio e Ambiente della Regione Siciliana servirà a riqualificare il fiume tra la sua foce e il ponte Corleone. Una soddisfazione per quanti in questi anni si sono spesi per rivedere risplendere l’Oreto e in particolare per gli oltre 80.000 cittadini che hanno votato il fiume come luogo del cuore del Fai”.

“L’approvazione del progetto – ha concluso – che adesso andrà alla valutazione, ci fa ben sperare che gli sforzi messi in campo non saranno vanificati. Nel contempo, la III Commissione, in sinergia con le associazioni ambientaliste e i sindaci dei Comuni interessati, ossia Altofonte, Monreale e Palermo, sta elaborando i progetti per i fondi del Fai”.

Gaspare Ingargiola

0 commenti

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Commenta

Registrazione n. 552 del 18-9-1980 Tribunale di Catania
Iscrizione al R.O.C. n. 6590


Ediservice s.r.l. 95126 Catania - Via Principe Nicola, 22

P.IVA: 01153210875 - Cciaa Catania n. 01153210875


SERVIZIO ABBONAMENTI:
servizioabbonamenti@quotidianodisicilia.it
Tel. 095/372217

DIREZIONE VENDITE - Pubblicità locale, regionale e nazionale:
direzionevendite@quotidianodisicilia.it
Tel. 095/388268-095/383691 - Fax 095/7221147

AMMINISTRAZIONE, CLIENTI E FORNITORI
amministrazione@quotidianodisicilia.it
PEC: ediservicesrl@legalmail.it
Tel. 095/7222550- Fax 095/7374001

Direttore responsabile: Carlo Alberto Tregua direttore@quotidianodisicilia.it

Raffaella Tregua (vicedirettore)
vicedirettore@quotidianodisicilia.it

Dario Raffaele (redattore)
draffaele@quotidianodisicilia.it

Carmelo Lazzaro Danzuso (redattore)
clazzaro@quotidianodisicilia.it

Patrizia Penna (redattore)
ppenna@quotidianodisicilia.it

Antonio Leo (redattore)
aleo@quotidianodisicilia.it

redazione@quotidianodisicilia.it

Telefono 095.372684