Terremoto a Siracusa, Sicilia impreparata al Big One, quali rischi corre

Terremoto a Siracusa, Sicilia impreparata in attesa del Big One: quali rischi?

web-dr

Terremoto a Siracusa, Sicilia impreparata in attesa del Big One: quali rischi?

web-dr |
venerdì 15 Aprile 2022

Il terremoto registrato questa notte nel siracusano è l'ultimo di una lunga serie. Un territorio impreparato ad altissimo rischio sismico.

Un terremoto di magnitudo 4.2 si è registrato questa notte alle ore 3.34 in un tratto di mare prospicente la costa siracusana (che di recente è stata classificata come zona a più alto rischio sismico in Italia). L’ipocentro è stato collocato dall’stituto nazionale di geofisica e vulcanologia (Ingv) a 33 km di profondità. Il sisma è stato di origine tettonica.

Paura e commenti sui Social

Questa mattina sono tantissimi i post e i commenti che si leggono sui social.

“Mi ha svegliato alle 3,35 pensando fosse il vento, ma ho capito bene che era una scossa di terremoto, il letto letteralmente si muoveva!”, scrive Erika da Siracusa su Facebook. “Si è sentito perfettamente e abito solo al secondo piano a Catania”, le fa eco Pina. “Si è sentito distintamente anche a Grammichele”, scrivono altri utenti Fb.

Protezione Civile, “Nessun danno”

Riguardo ai danni ha scritto anche la Protezione Civile regionale: “Alle ore 9.30 del 15.4.2022, nessun danno segnalato alla sala operativa regionale (SORIS) della Protezione civile Siciliana da sindaci e enti competenti. Stanotte il terremoto di magnitudo ML 4.2, avvenuto nell’area della Costa Siracusana (Siracusa), alle ore 01:34:41, è stato solamente avvertito dalla popolazione”.

Un questionario per descrivere il terremoto

Intanto il geologo nonché volontario di Protezione Civile nella zona etnea Vincenzo Adorno consiglia in questi casi la compilazione del questionario predisposto dall’INGV riguardo i terremoti. Questo serve a raccogliere i dati statistici su come è stato avvertito il terremoto fin nei minimi dettagli. Il questionario si può compilare al seguente link: https://www.hsit.it/

Zona sismica e l’incubo Big One

La zona del siracusano e della Sicilia orientale è fortemente soggetta a questi fenomeni. L’Ingv ha emanato dei grafici con i terremoti registrati dal 1985 in questa zona e la lettura della mappa che vi mostriamo è abbastanza evidente. Avvicinandoci alla data di oggi e considerando solo gli ultimi 90 giorni, si osserva comunque che questi fenomeni sono “normali”.

I terremoti nella costa orientale dell’Isola dal 1985 ad oggi

Il problema è il territorio, assolutamente impreparato a un evento più forte (il Big One) e purtroppo atteso. E la storia sembra non averci insegnato niente. La Sicilia è stata colpita in passato da diversi terremoti catastrofici (Terremoto di Messina del 1908, del Belice 53 anni fa, Val di Noto e Siracusa nel 1693 e ancora più recentemente).

Articoli correlati

0 commenti

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Commenta

Ediservice s.r.l. 95126 Catania - Via Principe Nicola, 22

P.IVA: 01153210875 - Cciaa Catania n. 01153210875


SERVIZIO ABBONAMENTI:
servizioabbonamenti@quotidianodisicilia.it
Tel. 095/372217

DIREZIONE VENDITE - Pubblicità locale, regionale e nazionale:
direzionevendite@quotidianodisicilia.it
Tel. 095/388268-095/383691 - Fax 095/7221147

AMMINISTRAZIONE, CLIENTI E FORNITORI
amministrazione@quotidianodisicilia.it
PEC: ediservicesrl@legalmail.it
Tel. 095/7222550- Fax 095/7374001
Change privacy settings
Quotidiano di Sicilia usufruisce dei contributi di cui al D.lgs n. 70/2017