Totò Cascio si racconta, da "Nuovo cinema Paradiso" alla malattia - VIDEO - QdS

Totò Cascio si racconta, da “Nuovo cinema Paradiso” alla malattia – VIDEO

web-iz

Totò Cascio si racconta, da “Nuovo cinema Paradiso” alla malattia – VIDEO

Antonio Licitra  |
domenica 27 Marzo 2022 - 17:58

Una malattia invalidante che lo ha fatto chiudere in se stesso. Anni difficili che Totò Cascio racconta ne "La gloria e la prova".

In esclusiva per il Quotidiano di Sicilia, l’attore Totò Cascio, il bambino protagonista di “Nuovo cinema Paradiso” si è raccontato, analizzando anche il motivo della sua lunga assenza dalle scene.

Come nacque l’esperienza di Nuovo Cinema Paradiso e cosa ti ricordi?

“E’ stata una bellissima esperienza nata con il primo ciak l’8 Maggio del 1988. Per me fu un’esperienza naturalmente nuova. Ero molto piccolo, avevo solamente otto anni e l’ho vissuta come un gioco con spontaneità e naturalezza. Fortunatamente è andata molto bene. Giuseppe Tornatore, scelse la piazza di Palazzo Adriano per poter girare film, in quello che è il mio paese natale.

Successivamente, ha girato le scuole dei paesi limitrofi ed attraverso un paio di selezioni fotografiche, dove sono stato selezionato con altri bambini con alcuni requisiti particolari e dopo che il regista ci ha voluto incontrare, il prescelto sono stato io. Da lì iniziò la mia esperienza nel mondo del cinema”.

Ad un certo punto, però, vi è stata quest’improvvisa assenza dalla scena. Dopo tanti anni, tu racconti la motivazione di quest’assenza nella tua autobiografia “La gloria e la prova”. Cos’è la gloria e la prova per Totò Cascio?

“La gloria è tutto quello di cui abbiamo parlato fino adesso, ovvero aver lavorato con personaggi fantastici, l’Oscar, il successo, l’affetto del pubblico e tutti gli altri film. La gloria, naturalmente la si accetta facilmente.

Successivamente, nella mia vita è arrivata la prova, ovvero la retinite pigmentosa con edema oculare con che è una malattia invalidante. Quindi, mi sono fermato, chiudendomi in me stesso e non parlandone con nessuno. Sono stati anni difficili, fatti di lacrime e sacrifici. Dopo un lungo percorso, ho trovato il coraggio di uscirne e di prendere in mano la mia vita attraverso il libro che ho scritto e nel quale ho potuto esternare il tutto”.

Quali sono i tuoi progetti futuri?

“Mi piacerebbe poter tornare al cinema e in televisione. Inoltre, vorrei portare in autunno ‘La gloria e la prova’ in teatro. Avevo bisogno di accettare lentamente ma con consapevolezza quello che mi è accaduto”.

Qual è il consiglio che ti sentiresti di dare ai giovani che vogliono intraprendere questo mestiere ed ancor più a quelli che vivono una situazione di salute difficile?

“La seconda, a mio avviso è la più importante. Chi vive un periodo di ‘prova’ e affronta una salita, deve essere pronto a farsi aiutare. Essere aiutati, infatti, non è una vergogna, anzi, tutt’altro. Bisogna prendere consapevolezza e chiedere aiuto, che per me è la forma più nobile del coraggio, per riprendere in mano la propria vita.

A chi vuole intraprendere un percorso in questo mestiere, mi sento di poter dire di avere tanta passione, divertendosi e amando quel che si fa. Non bisogna pensare subito al guadagno ed al successo ma investire su se stessi”.

Antonio Licitra

Tag:

Articoli correlati

0 commenti

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato.

Commenta

Registrazione n. 552 del 18-9-1980 Tribunale di Catania
Iscrizione al R.O.C. n. 6590


Ediservice s.r.l. 95126 Catania - Via Principe Nicola, 22

P.IVA: 01153210875 - Cciaa Catania n. 01153210875


SERVIZIO ABBONAMENTI:
servizioabbonamenti@quotidianodisicilia.it
Tel. 095/372217

DIREZIONE VENDITE - Pubblicità locale, regionale e nazionale:
direzionevendite@quotidianodisicilia.it
Tel. 095/388268-095/383691 - Fax 095/7221147

AMMINISTRAZIONE, CLIENTI E FORNITORI
amministrazione@quotidianodisicilia.it
PEC: ediservicesrl@legalmail.it
Tel. 095/7222550- Fax 095/7374001

Direttore responsabile: Carlo Alberto Tregua direttore@quotidianodisicilia.it

Raffaella Tregua (vicedirettore)
vicedirettore@quotidianodisicilia.it

Dario Raffaele (redattore)
draffaele@quotidianodisicilia.it

Carmelo Lazzaro Danzuso (redattore)
clazzaro@quotidianodisicilia.it

Patrizia Penna (redattore)
ppenna@quotidianodisicilia.it

Antonio Leo (redattore)
aleo@quotidianodisicilia.it

redazione@quotidianodisicilia.it

Telefono 095.372684