Abbandono rifiuti, a Valderice, multe più salate per chi trasgredisce - QdS

Abbandono rifiuti, a Valderice, multe più salate per chi trasgredisce

Pietro Vultaggio

Abbandono rifiuti, a Valderice, multe più salate per chi trasgredisce

sabato 12 Ottobre 2019 - 00:00

Sono stati incrementati i controlli attraverso l’installazione di fototrappole in diverse aree. Linea dura da parte della Giunta guidata da Stabile: ammenda fino a 3.000 euro

VALDERICE (TP) – A Valderice gli incivili non avranno più vita facile. Infatti, sono state inasprite le sanzioni per chi abbandona i rifiuti. Si tratta di un nuovo provvedimento dell’Amministrazione comunale guidata da Francesco Stabile, che porta da 300 a 3.000 euro l’importo massimo dell’ammenda per chi viene colto in flagranza, cioè nel momento stesso in cui lascia per strada qualsiasi tipo di rifiuto che non sia conforme alle regole cittadine.

Linea dura da parte della giunta, quindi, che non intende tollerare più comportamenti fuori dai canoni, soprattutto dal momento che negli ultimi mesi si sono verificati casi di abbandono animalesco. Nella fattispecie, sono stati incrementati i controlli con l’uso e la nuova installazione di fototrappole in diverse aree del territorio, prima completamente dimenticate.

Amministrazione e Polizia Municipale, quindi in una piena collaborazione per identificare e redigere i verbali nei confronti dei cittadini che commettono questi reati ambientali, al fine di salvaguardare il territorio ed anche il possibile turista che si trova a trascorrere un periodo di relax nel trapanese.

“Mi piace sottolineare anche – commenta il sindaco Francesco Stabile – come il senso civico di molti cittadini valdericini abbia consentito di ottenere ottimi risultati per la raccolta differenziata, che si attesta oggi attorno all’80 percento. Questo risultato è stato possibile anche grazie all’attività di sensibilizzazione svolta tra la popolazione e i servizi di riferimento”. I cittadini meritevoli ci sono e vogliono il cambiamento non solo di una città, ma dell’intero pianeta. Il fattore ambientale è importante, da questo deriva il futuro della Terra. “Questo deve essere un motivo ulteriore – continua l’amministratore – per continuare a differenziare ancora meglio e ottenere sempre più risultati importanti per la nostra città ed il bene comune”.

L’uomo fa parte di un sistema complesso, fatto di risorse ed equilibri che devono essere garantiti e salvaguardati affinchè l’uomo stesso possa sopravvivere. Proteggere questo equilibrio è una responsabilità che investe ognuno di noi. Tutelare l’ambiente è importante perché le risorse ambientali come l’aria, l’acqua, le specie vegetali ed animali sono limitate e l’uomo, inevitabilmente, le consuma, con effetti spesso distruttivi. La protezione dell’ambiente non è solo una capriccio di alcuni, ma riguarda l’intera popolazione mondiale. è necessario, quindi, che ciascuno impari a calibrare le proprie azioni, considerando tutte le possibili conseguenze.

Tag:

Articoli correlati

Ediservice s.r.l. 95126 Catania - Via Principe Nicola, 22

P.IVA: 01153210875 - Cciaa Catania n. 01153210875


SERVIZIO ABBONAMENTI:
servizioabbonamenti@quotidianodisicilia.it
Tel. 095/372217

DIREZIONE VENDITE - Pubblicità locale, regionale e nazionale:
direzionevendite@quotidianodisicilia.it
Tel. 095/388268-095/383691 - Fax 095/7221147

AMMINISTRAZIONE, CLIENTI E FORNITORI
amministrazione@quotidianodisicilia.it
PEC: ediservicesrl@legalmail.it
Tel. 095/7222550- Fax 095/7374001