L’Ance regala ad Agrigento un progetto per la Sp 15 - QdS

L’Ance regala ad Agrigento un progetto per la Sp 15

Irene Milisenda

L’Ance regala ad Agrigento un progetto per la Sp 15

giovedì 08 Aprile 2021 - 00:00
L’Ance regala ad Agrigento un progetto per la Sp 15

Le pessime condizioni dell’asfalto nel tratto di strada vicino all’ospedale San Giovanni di Dio preoccupano in molti, ma finora varie questioni hanno rallentato interventi sempre più necessari

AGRIGENTO – Avvallamenti, buche e veri e pericoli di vario genere mettono in serio pericolo gli utenti della Strada provinciale 15, tra l’ospedale San Giovanni di Dio e contrada San Benedetto. Un asse viario molto trafficato, di competenza di più enti, attraversato costantemente dalle ambulanze che si recano al nosocomio.

“Una situazione estremamente grave – ha detto il presidente provinciale dell’Ance, Carmelo Salamone – cui la mia associazione vuole provare a porre rimedio. Consapevoli di come le amministrazioni pubbliche siano spesso a corto di risorse umane e finanziarie, abbiamo infatti deciso di donare un progetto esecutivo per la messa in sicurezza della strada, al fine di eliminare le situazioni in pericolo”.

“Ci attiveremo fin da subito – ha aggiunto – per contattare le Amministrazioni comunali di Agrigento, Favara e Aragona per definire le questioni burocratiche. Strade più sicure sono un diritto dei cittadini e delle imprese”.

Da diversi anni ormai l’arteria viaria in questione versa in gravissime condizioni di dissesto, con enormi rischi per la viabilità. Più volte sono arrivate grida d’allarme da parte degli operatori del 118 che ogni giorno attraversano la zona e più volte si sono verificati incidenti stradali di varia gravità.

Adesso, la situazione rischia di sfuggire di mano e gli interventi tampone non sono più sufficienti: bisogna rifare il manto stradale, eliminare gli avvallamenti, installare la segnaletica orizzontale a oggi inesistente e ritracciare le strisce pedonali per consentire un attraversamento pedonale sicuro. Ne va dell’incolumità degli agrigentini e non solo.

Tag:

Potrebbe interessarti anche:

0 commenti

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Commenta

Registrazione n. 552 del 18-9-1980 Tribunale di Catania
Iscrizione al R.O.C. n. 6590


Ediservice s.r.l. 95126 Catania - Via Principe Nicola, 22

P.IVA: 01153210875 - Cciaa Catania n. 01153210875


SERVIZIO ABBONAMENTI:
servizioabbonamenti@quotidianodisicilia.it
Tel. 095/372217

DIREZIONE VENDITE - Pubblicità locale, regionale e nazionale:
direzionevendite@quotidianodisicilia.it
Tel. 095/388268-095/383691 - Fax 095/7221147

AMMINISTRAZIONE, CLIENTI E FORNITORI
amministrazione@quotidianodisicilia.it
PEC: ediservicesrl@legalmail.it
Tel. 095/7222550- Fax 095/7374001

Direttore responsabile: Carlo Alberto Tregua direttore@quotidianodisicilia.it

Raffaella Tregua (vicedirettore)
vicedirettore@quotidianodisicilia.it

Dario Raffaele (redattore)
draffaele@quotidianodisicilia.it

Carmelo Lazzaro Danzuso (redattore)
clazzaro@quotidianodisicilia.it

Patrizia Penna (redattore)
ppenna@quotidianodisicilia.it

Antonio Leo (redattore)
aleo@quotidianodisicilia.it

redazione@quotidianodisicilia.it

Telefono 095.372684