Caos aerei, cancellazioni e ritardi: ItaliaRimborso tutela i viaggiatori - QdS

Caos aerei tra cancellazioni e ritardi, la trapanese ItaliaRimborso a tutela dei viaggiatori

web-sr

Caos aerei tra cancellazioni e ritardi, la trapanese ItaliaRimborso a tutela dei viaggiatori

Vito Manca  |
domenica 10 Luglio 2022 - 13:00

“ItaliaRimborso” è una claim company trapanese che in poco tempo è riuscita a conquistare una importante quota di mercato nel settore. Non a caso è stata selezionata tra le prime sei start up italiane

Venticinque milioni di euro che rimandano a disagi, tensioni, vacanze in tilt, ritardi al lavoro, problemi di ogni genere. Venticinque milioni che portano dritto alle compagnie aeree, a voli cancellati o in ritardo. E si tratta soltanto del mese di giugno come sottolinea il Ceo di “ItaliaRimborso” Felice D’Angelo.

“Giornalmente – sottolinea – veniamo contattati da migliaia di passeggeri che subiscono un disservizio aereo per richiedere la nostra assistenza. Ciò che stiamo analizzando in queste settimane è qualcosa che va fuori dal normale. Le compagnie, infatti, spesso, lasciano il viaggiatore solamente con una mail e il passeggero, così, non si trova preparato, non conoscendo i propri diritti.

I 25 milioni di euro richiedibili di risarcimento, per il solo mese di giugno, sono la testimonianza dei pesanti disservizi aerei di questi giorni. Ciò che fa rabbia è che solamente il 5% dei viaggiatori è informato dei propri diritti”.

Tra le prime sei start up italiane

“ItaliaRimborso” è una claim company trapanese che in poco tempo è riuscita a conquistare una importante quota di mercato nel settore. Non a caso è stata selezionata tra le prime sei start up italiane – ha dovuto competere con altre 211 aziende – che hanno partecipato all’Italian Lifestyle Program di Firenze nello scorso mese di marzo.

Un vero e proprio tagliando di qualità nell’area legale per i disservizi aerei. Una conferma che ha già registrato l’impegno di D’Angelo a rilanciare su basi ancora più solide: “Dopo essere diventati un punto di riferimento importante del settore in Italia, la nostra azienda, anche grazie all’importante sviluppo tecnologico, punta ad allargarsi con un progetto che vede l’espansione in Europa”.

“Crediamo nel percorso di accelerazione”

“Crediamo in questo percorso di accelerazione. Ci sentiamo sicuri e pronti per questa nuova esperienza, certi che sarà ricca di contenuti che porteremo al nostro bagaglio culturale ed aziendale”.

Il servizio al passeggero è gratuito. Il Ceo entra nei dettagli: “Lavoriamo con il modello definito litigation funding. Grazie a un algoritmo brevettato, unico al mondo, che prevaluta il disservizio aereo, siamo in grado di determinare la responsabilità del vettore aereo, necessaria per richiedere la compensazione pecuniaria, il rimborso del biglietto o le eventuali spese extra sostenute a causa del disservizio in questione”.

“Una procedura digitale consente al passeggero di avviare il reclamo in pochi step e di seguire lo stato di avanzamento della pratica grazie ad un tracciamento”.

Come chiedere il rimborso

I riferimenti normativi dell’azienda sono il regolamento europeo 261/04 e la Convenzione di Montreal. Il raggio d’azione punta ai voli in ritardo o cancellati, al danneggiamento o allo smarrimento dei bagagli, alla perdita della coincidenza ed anche agli scioperi.

In quest’ultimo caso, prepotentemente d’attualità, D’Angelo rimarca che “il passeggero non può richiedere la compensazione pecuniaria ma può ottenere il rimborso delle spese sostenute per giungere a destinazione. Tra queste rientrano quelle per il trasporto, le eventuali notti in hotel e pasti”.

Il Ceo mette sulle tracce dei disservizi al centro delle cronache: “La voglia di viaggiare è certamente tanta. I primi rapporti sui passeggeri si avvicinano costantemente a quelli del 2019, anno di pre-pandemia.

Il rischio, però, è che la domanda sia superiore all’offerta, con le compagnie che procedono con le cancellazioni improvvise a scapito di chi desidera passare qualche giornata in relax. Ecco quindi che è consigliato partire conoscendo i propri diritti”.

L’azienda trapanese ha scelto di stare sul mercato e di affrontare la concorrenza con la linea verde. La start up può infatti contare su professionisti under 40. E ha anche scelto la linea della collaborazione.

“Sarà un’estate caldissima”

“ItaliaRimborso – spiega D’Angelo – avrà la possibilità di crescere in uno spazio all’interno della innovativa sede di Nana Bianca, start up studio ad alta proliferazione tecnologica che ha in forza oltre 200 professionisti”. Il Ceo sa che sarà un’estate “caldissima” e di lavoro e che il dato dei 25 milioni di euro potrebbe essere superato. Da qui le istruzioni per l’uso.

Luglio ed agosto sono i mesi preferiti dagli italiani per partire. Nella maggior parte dei casi le responsabilità ricadono sulle compagnie aeree ed i passeggeri si possono rifare al regolamento europeo di competenza ottenendo una compensazione che va da 250 a 600 euro”.

“Una sorta di risarcimento richiedibile se il volo in ritardo supera le tre ore o se il volo viene cancellato con un preavviso inferiore a 14 giorni”.

0 commenti

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato.

Commenta

Registrazione n. 552 del 18-9-1980 Tribunale di Catania
Iscrizione al R.O.C. n. 6590


Ediservice s.r.l. 95126 Catania - Via Principe Nicola, 22

P.IVA: 01153210875 - Cciaa Catania n. 01153210875


SERVIZIO ABBONAMENTI:
servizioabbonamenti@quotidianodisicilia.it
Tel. 095/372217

DIREZIONE VENDITE - Pubblicità locale, regionale e nazionale:
direzionevendite@quotidianodisicilia.it
Tel. 095/388268-095/383691 - Fax 095/7221147

AMMINISTRAZIONE, CLIENTI E FORNITORI
amministrazione@quotidianodisicilia.it
PEC: ediservicesrl@legalmail.it
Tel. 095/7222550- Fax 095/7374001

Direttore responsabile: Carlo Alberto Tregua direttore@quotidianodisicilia.it

Raffaella Tregua (vicedirettore)
vicedirettore@quotidianodisicilia.it

Dario Raffaele (redattore)
draffaele@quotidianodisicilia.it

Carmelo Lazzaro Danzuso (redattore)
clazzaro@quotidianodisicilia.it

Patrizia Penna (redattore)
ppenna@quotidianodisicilia.it

Antonio Leo (redattore)
aleo@quotidianodisicilia.it

redazione@quotidianodisicilia.it

Telefono 095.372684