Schillaci: "No obbligo vaccini, abbiamo altre emergenze" - QdS

Il ministro Schillaci manda in soffitta il Covid: “Stop obbligo vaccinale, ci sono emergenze più importanti”

web-sr

Il ministro Schillaci manda in soffitta il Covid: “Stop obbligo vaccinale, ci sono emergenze più importanti”

Redazione  |
lunedì 05 Dicembre 2022 - 07:52

Il ministro della Salute, Orazio Schillaci, afferma che è necessario affrontare la pandemia di Covid con misure meno drastiche per dare un "segno di discontinuità" con il passato Governo.

Non rimetteremo l’obbligo vaccinale e saremo sempre attenti a mediare il diritto alla salute con il rispetto delle libertà personali”, lo ha dichiarato il ministro della Salute del Governo Meloni, Orazio Schillaci, in un’intervista concessa a Libero.

Il ministro assicura di non volere mettere in dubbio “l’utilità di vaccini” così come di non avere “mai detto che andasse tolto l’obbligo delle mascherine negli ospedali“. Tuttavia, per Schillaci, è necessario affrontare la pandemia da Covid-19 con misure meno drastiche rispetto al passato perché “la forma attuale è meno aggressiva e sappiamo curare meglio”.

“Stop obbligo vaccini è messaggio di discontinuità”

“La situazione negli ospedali e nelle Terapie Intensive è sotto controllo”, ha assicurato ancora il ministro. Adesso “serve dare un messaggio di discontinuità con la gestione precedente. La salute pubblica va depoliticizzata, non è di destra o di sinistra”.

Inoltre, per Schillaci, “oggi ci sono emergenze più importanti della pandemia, per esempio i tumori”. Per fronteggiare tutto questo servono anche i “medici non vaccinati”. Per il ministro “dire che non credono nella scienza” è “superficiale”.

Tag:

Ediservice s.r.l. 95126 Catania - Via Principe Nicola, 22

P.IVA: 01153210875 - Cciaa Catania n. 01153210875


SERVIZIO ABBONAMENTI:
servizioabbonamenti@quotidianodisicilia.it
Tel. 095/372217

DIREZIONE VENDITE - Pubblicità locale, regionale e nazionale:
direzionevendite@quotidianodisicilia.it
Tel. 095/388268-095/383691 - Fax 095/7221147

AMMINISTRAZIONE, CLIENTI E FORNITORI
amministrazione@quotidianodisicilia.it
PEC: ediservicesrl@legalmail.it
Tel. 095/7222550- Fax 095/7374001