Infanzia, il rispetto dei diritti parte dalle aule scolastiche - QdS

Infanzia, il rispetto dei diritti parte dalle aule scolastiche

Stefania Zaccaria

Infanzia, il rispetto dei diritti parte dalle aule scolastiche

mercoledì 23 Novembre 2022 - 09:01

Sono 25 gli istituti scolastici sparsi in tutta la provincia che parteciperanno al progetto dell’Unicef “Scuola amica delle bambine, dei bambini e degli adolescenti” proposto dal Miur

RAGUSA – È supportato da ben 25 scuole iblee il progetto “Scuola amica delle bambine, dei bambini e degli adolescenti”, proposto dal ministero dell’Istruzione e dal comitato italiano per l’Unicef – Fondazione Onlus per l’anno scolastico appena avviato.

In ogni città della provincia, infatti, i docenti e gli studenti hanno deciso di abbracciare questa iniziativa, coinvolgendo l’intera comunità scolastica in un progetto che si prefigge – come recita il testo della circolare ministeriale – di “favorire la conoscenza e l’attuazione della Convenzione sui diritti dell’infanzia e dell’adolescenza nel contesto educativo”.

“La proposta – si legge – vuole contribuire a realizzare esperienze educative significative in ambienti di apprendimento che tutelino la salute, la non discriminazione e il diritto ad un’educazione di qualità per tutte e tutti. Il Progetto accoglie, inoltre, le indicazioni contenute nelle Linee guida per l’insegnamento dell’educazione civica, che strutturano un approccio trasversale agli insegnamenti disciplinari, coerente con i principi sanciti dalla Convenzione sui diritti dell’infanzia e dell’adolescenza e i 17 obiettivi dell’Agenda 2030”.

Il progetto, a Ragusa, è stato presentato proprio qualche giorno presso il Palazzo del Libero Consorzio comunale, insieme ai referenti delle scuole aderenti, ai rappresentanti dell’Unicef e ai rappresentanti degli studenti. Il progetto è stato illustrato dettagliatamente dalla presidente del comitato provinciale per l’Unicef di Ragusa e referente provinciale del progetto Scuola Amica, Elisa Mandarà: i docenti intervenuti hanno potuto conoscere approfonditamente il progetto che “sostiene la diffusione e la promozione della convenzione sui diritti dell’infanzia e dell’adolescenza, allo scopo della piena attuazione dei principi e diritti contenuti in essa, attraverso la promozione di percorsi di progettazione partecipata orientati ad arricchire la proposta scolastica con progetti volti alla sperimentazione dei contenuti della Crc, a favorire l’inclusione e l’accoglienza di opinioni, storie e esperienze degli alunni, a mettere al centro la partecipazione di tutti gli attori coinvolti, ad accrescere motivazione e interesse per l’esperienza scolastica”.

“Gli avvenimenti che si sono susseguiti negli ultimi anni – ha sottolineato Mandarà – hanno avuto un forte impatto sulla vita degli e delle under 18. La pandemia, la prolungata situazione prima di limitazione e poi di discontinuità educativa sono tutti elementi di forte impatto sul benessere psicologico e fisico di bambini, bambine e adolescenti. In un’ottica di progettazione congiunta ed efficace, l’Unicef ha quindi individuato le aree di intervento che più delle altre necessitano di essere messe in primo piano nei prossimi anni”.

“L’ufficio scuola di Unicef Italia – ha concluso – ha accolto questa programmazione e ha messo al centro della proposta educativa per le scuole e per tutti gli altri enti educativi per l’a. s. 2022-23 quattro aree prioritarie: educazione, salute mentale e benessere psicosociale, non discriminazione, con particolare attenzione a minorenni rifugiati, migranti e richiedenti asilo, cambiamento climatico e sostenibilità”.

Tag:

0 commenti

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Commenta

Ediservice s.r.l. 95126 Catania - Via Principe Nicola, 22

P.IVA: 01153210875 - Cciaa Catania n. 01153210875


SERVIZIO ABBONAMENTI:
servizioabbonamenti@quotidianodisicilia.it
Tel. 095/372217

DIREZIONE VENDITE - Pubblicità locale, regionale e nazionale:
direzionevendite@quotidianodisicilia.it
Tel. 095/388268-095/383691 - Fax 095/7221147

AMMINISTRAZIONE, CLIENTI E FORNITORI
amministrazione@quotidianodisicilia.it
PEC: ediservicesrl@legalmail.it
Tel. 095/7222550- Fax 095/7374001