Inda record, 160 mila spettatori e 30 mila studenti - QdS

Inda record, 160 mila spettatori e 30 mila studenti

redazione

Inda record, 160 mila spettatori e 30 mila studenti

sabato 03 Agosto 2019 - 00:00
Inda record, 160 mila spettatori e 30 mila studenti

Estremamente positivi i risultati conseguiti nel 2019 dall’Istituto nazionale del dramma antico. Nell’anno del rinnovamento, con una nuova governance, ha presentato tre produzioni teatrali e due eventi unici

SIRACUSA – Un numero record di spettatori e oltre trentamila giovani. La Stagione 2019 al Teatro Greco si conferma uno degli eventi più importanti e attesi dell’anno, capace di attirare migliaia di spettatori, da tutto il mondo, per assistere alle rappresentazioni classiche.

Nell’anno del rinnovamento, con una nuova governance e la fine del commissariamento, la Fondazione Inda ha presentato al pubblico tre produzioni teatrali, dal 9 maggio al 6 luglio: “Elena” con la regia di Davide Livermore, “Le Troiane” dirette da Muriel Mayette-Holtz e la commedia “Lisistrata” per la regia di Tullio Solenghi. Da segnalare anche i due eventi unici, la serata speciale con Luca Zingaretti e il concerto di Ludovico Einaudi che ha chiuso la stagione con un’esibizione memorabile nell’unica tappa siciliana del tour mondiale “Seven days walking”.

L’annata vissuta dalla Fondazione Inda è testimoniata dai numeri con 157.640 spettatori, in 48 repliche, che hanno assistito agli spettacoli classici (20 mila in più rispetto al 2018), un record assoluto in 105 anni di storia dell’Istituto nazionale del dramma antico. Se agli spettatori delle rappresentazioni classiche e della serata speciale con Luca Zingaretti si somma il pubblico del concerto di Ludovico Einaudi si arriva a 162.590 spettatori. Resta alto anche il numero di giovani con 31.786 studenti presenti. Il 2019 ha così consolidato i risultati ottenuti nelle Stagioni 2017 e 2018 confermando un trend di crescita importante del pubblico nell’ultimo triennio.

Alle produzioni teatrali e al concerto di Einaudi bisogna inoltre aggiungere tutti gli eventi che nel corso della stagione hanno rafforzato il legame tra la Fondazione Inda e la città, incrementando il numero delle persone che sono entrate in contatto con il mondo della cultura classica: le tre mostre allestite dalla Fondazione Inda, tutte con un ottimo riscontro di pubblico: “Mater” di Matteo Basilé alla Galleria regionale di Palazzo Bellomo, “Demetramata” di Umberto Passeretti al Museo archeologico regionale Paolo Orsi e l’esposizione sulle Orestiadi di Gibellina ospitata a Palazzo Greco.

E poi ancora gli incontri all’Orecchio di Dionisio con Claudio Magris, Luciano Canfora, Lella Costa ed Eva Cantarella, la consegna dell’Eschilo d’Oro all’attrice premio Oscar Vanessa Redgrave, l’omaggio a Pina Bausch, “Voci. Impronte femminili nella città antica” in collaborazione con enciclopediadelledonne.it, la Giornata mondiale del rifugiato che ha visto anche quest’anno l’Inda accanto all’Agenzia delle Nazioni unite per i rifugiati, “Agon”, organizzato insieme al The Siracusa International Institute for Criminal Justice and Human Rights, l’Ordine degli avvocati e l’associazione Amici dell’Inda, “Thysìa”, il rito segreto all’Orecchio di Dionisio con la partecipazione della sezione Fernando Balestra dell’Accademia d’arte del dramma antico che ha attirato migliaia di spettatori in soli tre giorni e il saggio di fine corso degli allievi della sezione Giusto Monaco dell’Accademia d’arte del dramma antico che, con “Lisistrata” diretta da Massimo Di Michele, hanno conquistato il pubblico sia a Siracusa che in tutta Italia. Grandissimo successo anche per “Penelope. Il grande inganno”, lo spettacolo diretto da Manuel Giliberti che ha fatto registrare il tutto esaurito in quattro repliche all’Orecchio di Dionisio ed è stato applaudito in tutta la Sicilia.

Un discorso a parte merita il “Festival internazionale del teatro classico dei giovani” a Palazzo Acreide che ha visto esibirsi sul palco 2.500 studenti da tutto il mondo; l’evento si conferma di grande importanza per la diffusione della cultura classica anche perché tenendo in considerazione sia gli studenti che si sono esibiti sia i ragazzi che non sono saliti sul palco ma hanno partecipato al viaggio a Siracusa sono stati 4.934 gli studenti coinvolti nel Festival internazionale del teatro classico dei giovani che da Palazzolo si sono poi spostati a Siracusa per assistere agli spettacoli classici.

Tag:

Potrebbe interessarti anche:

0 commenti

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Commenta

Registrazione n. 552 del 18-9-1980 Tribunale di Catania
Iscrizione al R.O.C. n. 6590


Ediservice s.r.l. 95126 Catania - Via Principe Nicola, 22

P.IVA: 01153210875 - Cciaa Catania n. 01153210875


SERVIZIO ABBONAMENTI:
servizioabbonamenti@quotidianodisicilia.it
Tel. 095/372217

DIREZIONE VENDITE - Pubblicità locale, regionale e nazionale:
direzionevendite@quotidianodisicilia.it
Tel. 095/388268-095/383691 - Fax 095/7221147

AMMINISTRAZIONE, CLIENTI E FORNITORI
amministrazione@quotidianodisicilia.it
PEC: ediservicesrl@legalmail.it
Tel. 095/7222550- Fax 095/7374001

Direttore responsabile: Carlo Alberto Tregua direttore@quotidianodisicilia.it

Raffaella Tregua (vicedirettore)
vicedirettore@quotidianodisicilia.it

Dario Raffaele (redattore)
draffaele@quotidianodisicilia.it

Carmelo Lazzaro Danzuso (redattore)
clazzaro@quotidianodisicilia.it

Patrizia Penna (redattore)
ppenna@quotidianodisicilia.it

Antonio Leo (redattore)
aleo@quotidianodisicilia.it

redazione@quotidianodisicilia.it

Telefono 095.372684