Taiwan, il grattacielo verde che purifica l’aria - QdS

Taiwan, il grattacielo verde che purifica l’aria

web-j

Taiwan, il grattacielo verde che purifica l’aria

web-j |
giovedì 11 Marzo 2021 - 18:48

Quasi completo l’edificio slanciato verso l’alto che con i suoi 23 mila alberi assorbe l’inquinamento e purifica l’aria dalla CO2

Partita nel 2010 la costruzione della torre Tao Zhu Yin Yuan, a Taipei capitale di Taiwan, sta per essere completata. L’edificio dell’architetto belga Vincent Callebaut, oltre ad essere un manifesto di eleganza e modernità, rappresenta il connubio tra edilizia e sostenibilità. La peculiarità dell’edificio infatti, che lo rende un capolavoro di architettura ecologica, sta nell’incredibile numero di piante e di alberi installati, sono ben 23 mila, e permetteranno l’assorbimento di circa 130 tonnellate di anidride carbonica all’anno.

Il progetto di costruzione del grattacielo è stato subito pensato per essere totalmente green e avvicinarsi il più possibile a essere a emissioni zero. Il team di ingegneri, architetti, interior design e paesaggisti che ha lavorato alla costruzione ha voluto pensare e sviluppare questa struttura come un’estensione verticale della terra più che come un edificio separato, analizzando l’esposizione alla luce solare, al vento e alle caratteristiche bioclimatiche dell’area per migliorare l’efficienza energetica del grattacielo.

Grazie ai pannelli fotovoltaici, agli azionamenti rigenerativi degli ascensori e all’ottimizzazione della ventilazione e dell’illuminazione naturale, garantita dalla forma elicoidale della struttura, che la rende anche antisismica, si è riuscito a ridurre al minimo anche la richiesta energetica della struttura, rendendola quasi autosufficiente.

“il progetto tiene conto dei cambiamenti climatici e del surriscaldamento globale. – ha spiegato Callebaut- È ispirato alla filosofia di Fan Li, che vede il mondo come una comunità: ogni cambiamento che apporta benefici, quindi, non è limitato al luogo in cui si attua, ma riguarda il mondo intero.”

Tag:

0 commenti

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Commenta

Registrazione n. 552 del 18-9-1980 Tribunale di Catania
Iscrizione al R.O.C. n. 6590


Ediservice s.r.l. 95126 Catania - Via Principe Nicola, 22

P.IVA: 01153210875 - Cciaa Catania n. 01153210875


SERVIZIO ABBONAMENTI:
servizioabbonamenti@quotidianodisicilia.it
Tel. 095/372217

DIREZIONE VENDITE - Pubblicità locale, regionale e nazionale:
direzionevendite@quotidianodisicilia.it
Tel. 095/388268-095/383691 - Fax 095/7221147

AMMINISTRAZIONE, CLIENTI E FORNITORI
amministrazione@quotidianodisicilia.it
PEC: ediservicesrl@legalmail.it
Tel. 095/7222550- Fax 095/7374001

Direttore responsabile: Carlo Alberto Tregua direttore@quotidianodisicilia.it

Raffaella Tregua (vicedirettore)
vicedirettore@quotidianodisicilia.it

Dario Raffaele (redattore)
draffaele@quotidianodisicilia.it

Carmelo Lazzaro Danzuso (redattore)
clazzaro@quotidianodisicilia.it

Patrizia Penna (redattore)
ppenna@quotidianodisicilia.it

Antonio Leo (redattore)
aleo@quotidianodisicilia.it

redazione@quotidianodisicilia.it

Telefono 095.372684