Truffe informatiche, arriva la guida dell'Abi su come difendersi - QdS

Truffe informatiche, arriva la guida dell’Abi su come difendersi

Marco Carlino

Truffe informatiche, arriva la guida dell’Abi su come difendersi

mercoledì 01 Aprile 2020 - 00:00
Truffe informatiche, arriva la guida dell’Abi su come difendersi

L’associazione bancaria lancia un vademecum a tutela della sicurezza dei consumatori. Dall’home al mobile banking a un utilizzo sicuro delle carte di pagamento nei siti di e-commerce

CATANIA – Si moltiplica l’impegno del mondo bancario nella lotta contro i crimini informatici. Le vittime di attacchi phishing superano i 10-20 milioni di utenti ogni anno e nel 2018 le banche italiane hanno investito oltre 300 milioni di euro per garantire alla clientela operazioni online sempre più sicure e veloci.

A tale scopo l’Abi (Associazione Bancaria Italiana) ha diramato una guida sull’uso responsabile della tecnologia e degli strumenti di pagamento da parte della clientela. Il vademecum illustra le regole base per concludere acquisti sul web, usando con attenzione carte di credito/debito sui canali digitali delle banche con l’accesso da pc, tablet e smartphone.

L’associazione parte da tre utili consigli per usare in sicurezza l’home banking:
– Per connetterti al sito della banca l’utente deve digitare direttamente l’indirizzo nella barra di navigazione e controllare che il nome del sito sia scritto correttamente, inoltre non bisogna cliccare mai su link che rimandano al sito della banca se sono all’interno di email o sms sospetti.

– Quando si naviga sul sito della banca, è importante cliccare due volte sull’icona del lucchetto nella barra di navigazione e verificare la correttezza dei dati che vengono visualizzati.

– È consigliato modificare periodicamente i codici di accesso alla propria area riservata e controllare regolarmente le movimentazioni del conto corrente per assicurarsi che le transizioni riportate siano quelle che hai realmente effettuato.

Per quanto concerne l’utilizzo sicuro del mobile banking:

– Installare e mantenere sempre aggiornati l’antivirus, il sistema operativo e gli applicativi, ricordando di disattivare il WI-Fi, la geolocalizzazione e il bluetooth quando non li utilizza.
– Utilizzare esclusivamente app ufficiali e, in fase d’installazione, fare attenzione ai permessi richiesti assicurandosi che siano strettamente connessi al servizio che si intende utilizzare. Nel caso di furto o smarrimento del dispositivo avvertire immediatamente la banca affinché interrompa il servizio app di mobile banking.
– Per una maggiore sicurezza impostare il blocco automatico del proprio dispositivo quando si entra in modalità pausa e, quando possibile, attivare la crittografia del dispositivo e della memory card.

Utilizzo sicuro delle carte di pagamento:
– Custodire la carta con cura e mai insieme al PIN e non comunicare ad altri le informazioni di dettaglio delle tue carte.

– Se ci si accorge di un utilizzo non autorizzato della carta, è bene comunicarlo subito alla propria. In caso di furto o smarrimento, Abi consiglia di rivolgersi subito alle forze dell’ordine per sporgere denuncia e applicare il blocco immediato al fine di evitare l’uso fraudolento dei propri dati.
– Allo sportello automatico (ATM) della banca è bene seguire alcuni accorgimenti: come impedire che qualcuno possa leggere il PIN ed evitare di lasciarsi distrarre da estranei mentre si compiono le operazioni.

Infine, alcune linee guida per utilizzare in sicurezza l’e-commerce:
– Occorre evitare di effettuare transazioni online da computer condivisi o postazioni in luoghi che potrebbero risultare poco sicuri, ad esempio hotel o internet caffè e al termine di ogni transazione, ricordare di effettuare il log-out dal sito e-commerce.
– Utilizzare credenziali diverse per autenticarsi su siti diversi. E non solo, è necessario evitare il “salvataggio automatico” delle password sui programmi di navigazione.
– Dare particolare attenzione alle recensioni lasciate dagli altri utenti, allo scopo di testare l’affidabilità e la trasparenza del venditore a cui ci si sta rivolgendo.

Tag:

0 commenti

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Commenta

Registrazione n. 552 del 18-9-1980 Tribunale di Catania
Iscrizione al R.O.C. n. 6590


Ediservice s.r.l. 95126 Catania - Via Principe Nicola, 22

P.IVA: 01153210875 - Cciaa Catania n. 01153210875


SERVIZIO ABBONAMENTI:
servizioabbonamenti@quotidianodisicilia.it
Tel. 095/372217

DIREZIONE VENDITE - Pubblicità locale, regionale e nazionale:
direzionevendite@quotidianodisicilia.it
Tel. 095/388268-095/383691 - Fax 095/7221147

AMMINISTRAZIONE, CLIENTI E FORNITORI
amministrazione@quotidianodisicilia.it
PEC: ediservicesrl@legalmail.it
Tel. 095/7222550- Fax 095/7374001

Direttore responsabile: Carlo Alberto Tregua direttore@quotidianodisicilia.it

Raffaella Tregua (vicedirettore)
vicedirettore@quotidianodisicilia.it

Dario Raffaele (redattore)
draffaele@quotidianodisicilia.it

Carmelo Lazzaro Danzuso (redattore)
clazzaro@quotidianodisicilia.it

Patrizia Penna (redattore)
ppenna@quotidianodisicilia.it

Antonio Leo (redattore)
aleo@quotidianodisicilia.it

redazione@quotidianodisicilia.it

Telefono 095.372684