"Cercasi schiavo", manifesto provocatorio a Lipari l'1 maggio

“Cercasi schiavo”, manifesto provocatorio a Lipari nel giorno della Festa del Lavoro

web-pv

“Cercasi schiavo”, manifesto provocatorio a Lipari nel giorno della Festa del Lavoro

web-pv |
domenica 01 Maggio 2022 - 17:28

Un manifesto apparso nel centro storico dell'isola per denunciare le presunte violazioni contrattuali nel settore turistico

“Cercasi schiavo per la stagione estiva”. Il messaggio provocatorio per denunciare le presunte violazioni contrattuali nel settore turistico è diventato protagonista del centro storico di Lipari, tappezzato dai manifesti proprio nel giorno della Festa del Lavoro. “Per la stagione estiva 800 euro al mese, 10 ore al giorno, no tfr – si legge sul manifesto -. Contratto irregolare o stipendio a nero. Giorno libero? Ah ah … Gli interessati sono invitati a confrontarsi con i loro colleghi, ad attivare solidarietà, a organizzarsi e a far valere i propri diritti. Buon 1° Maggio”.

Assoimprese replica

Non si è fatta attendere la risposta di Assoimprese Eolie agli autori ignoti del volantino: “Stamane svegliandoci, abbiamo visto i muri del nostro paese tappezzati da manifesti abusivi – ha detto Maurizio Cipicchia, presidente di Assoimprese -, in quanto non conformi alla normativa sulle affissioni, dal titolo ‘Cercasi Schiavo’ ove gli autori evidenziano: la proposta irregolare di contratti di lavoro, il lavoro in nero ect. Sarebbe stato più opportuno ed onesto, senza trincerarsi nell’anonimato, avere il coraggio di denunciare agli organi competenti, che hanno da sempre effettuato i dovuti controlli, in tal senso, e verbalizzato le irregolarità riscontrate, compreso quanto indicato nel manifesto”.

Tag:

Articoli correlati

0 commenti

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato.

Commenta

Registrazione n. 552 del 18-9-1980 Tribunale di Catania
Iscrizione al R.O.C. n. 6590


Ediservice s.r.l. 95126 Catania - Via Principe Nicola, 22

P.IVA: 01153210875 - Cciaa Catania n. 01153210875


SERVIZIO ABBONAMENTI:
servizioabbonamenti@quotidianodisicilia.it
Tel. 095/372217

DIREZIONE VENDITE - Pubblicità locale, regionale e nazionale:
direzionevendite@quotidianodisicilia.it
Tel. 095/388268-095/383691 - Fax 095/7221147

AMMINISTRAZIONE, CLIENTI E FORNITORI
amministrazione@quotidianodisicilia.it
PEC: ediservicesrl@legalmail.it
Tel. 095/7222550- Fax 095/7374001

Direttore responsabile: Carlo Alberto Tregua direttore@quotidianodisicilia.it

Raffaella Tregua (vicedirettore)
vicedirettore@quotidianodisicilia.it

Dario Raffaele (redattore)
draffaele@quotidianodisicilia.it

Carmelo Lazzaro Danzuso (redattore)
clazzaro@quotidianodisicilia.it

Patrizia Penna (redattore)
ppenna@quotidianodisicilia.it

Antonio Leo (redattore)
aleo@quotidianodisicilia.it

redazione@quotidianodisicilia.it

Telefono 095.372684