Distribuzione carburanti, spiragli per sbloccare mille richieste - QdS

Distribuzione carburanti, spiragli per sbloccare mille richieste

redazione

Distribuzione carburanti, spiragli per sbloccare mille richieste

mercoledì 29 Dicembre 2010 - 00:00

Nota di Assopetroli: “L’assessorato regionale Attività produttive rispetta l’impegno preso”. Costruzione e ammodernamento, ripristinato l’ufficio con 15 impiegati
 

PALERMO – Saranno quindici nuovi dipendenti ad occuparsi delle mille pratiche bloccate in Sicilia per la costruzione o l’ammodernamento di altrettanti impianti di distribuzione di carburante e depositi commerciali. È quanto si legge in una nota di Assopetroli Sicilia, secondo cui si tratta di “un dato che si traduce in mille posti di lavoro ed in 500 milioni di euro che vorrebbero essere investiti nell’Isola e che fino ad ora sono rimasti immobilizzati”.
“L’assessore regionale alle Attività produttive, Marco Venturi, ha ora rispettato – prosegue la nota – l’impegno preso con Assopetroli Sicilia ed Unione Petrolifera ripristinando le attività dell’ufficio carburanti dell’assessorato. È stato firmato, infatti, il decreto che ha ufficialmente assegnato agli uffici regionali nuovo personale per mettere ordine al caos del comparto cui lo stesso Venturi aveva fatto rifermento nel corso delle precedenti riunioni con le associazioni di settore. Una situazione che rendeva estremamente farraginoso qualsiasi iter burocratico un imprenditore della Sicilia volesse intraprendere.
“Ecco perché – conclude la nota dell’associaizone – da tempo Assopetroli Sicilia aveva chiesto all’assessore Venturi di dare seguito alle istanze presentate, sia per il comparto Rete che per quello dell’Extrarete”.
“Siamo molto soddisfatti dell’impegno preso dallo stesso assessore Venturi – ha poi dichiarato Luciano Parisi, coordinatore regionale Assopetroli Sicilia – Adesso gli investimenti dei nostri imprenditori potranno ripartire e portare beneficio all’economia della Regione siciliana. Ci auguriamo adesso – ha concluso – che l’assessore convochi al più presto la Commissione carburanti che non si riunisce ormai dal mese di maggio”.

0 commenti

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Commenta

Registrazione n. 552 del 18-9-1980 Tribunale di Catania
Iscrizione al R.O.C. n. 6590


Ediservice s.r.l. 95126 Catania - Via Principe Nicola, 22

P.IVA: 01153210875 - Cciaa Catania n. 01153210875


SERVIZIO ABBONAMENTI:
servizioabbonamenti@quotidianodisicilia.it
Tel. 095/372217

DIREZIONE VENDITE - Pubblicità locale, regionale e nazionale:
direzionevendite@quotidianodisicilia.it
Tel. 095/388268-095/383691 - Fax 095/7221147

AMMINISTRAZIONE, CLIENTI E FORNITORI
amministrazione@quotidianodisicilia.it
PEC: ediservicesrl@legalmail.it
Tel. 095/7222550- Fax 095/7374001

Direttore responsabile: Carlo Alberto Tregua direttore@quotidianodisicilia.it

Raffaella Tregua (vicedirettore)
vicedirettore@quotidianodisicilia.it

Dario Raffaele (redattore)
draffaele@quotidianodisicilia.it

Carmelo Lazzaro Danzuso (redattore)
clazzaro@quotidianodisicilia.it

Patrizia Penna (redattore)
ppenna@quotidianodisicilia.it

Antonio Leo (redattore)
aleo@quotidianodisicilia.it

redazione@quotidianodisicilia.it

Telefono 095.372684